Torosaurus latus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Torosaurus
Stato di conservazione: Fossile
Torosaurus BW.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Ordine Ornithischia
Famiglia Ceratopsidae
Sottofamiglia Ceratopsinae
Genere Torosaurus
Specie Torosaurus latus
Nomenclatura binomiale
Torosaurus latus
Marsh, 1891

Il Torosaurus era un dinosauro quadrupede, erbivoro, vissuto durante il Maastrichtiano (tardo Cretaceo) nel Nordamerica, circa 70 milioni di anni fa. Fa parte della famiglia dei ceratopsidi, infatti aveva comportamenti analoghi al Triceratops (suo parente più prossimo) ed il suo cranio è caratterizzato da un collare osseo molto sviluppato in altezza ("a collare lungo") e da tre corna. Ad oggi l'esistenza della specie stessa è stata messa in discussione, data la possibilità che Torosaurus fosse semplicemente uno dei sessi di Triceratops, presentando caratteri da dimorfismo sessuale soprattutto per quanto concerne la cresta osseo craniale.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Torosauro è spesso letto come "dinosauro toro", anche per la possanza del cranio, legandolo al latino taurus. Il suo nome è però connesso anche al verbo greco antico τορέω (bucare, perforare), in relazione all'ampio foro presente nella cresta del cranio. Forse si trattò di un gioco di parole voluto da Marsh,[1] che non chiarì la questione nei suoi scritti.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ricostruzione della testa di Torosaurus

La sua testa raggiunge i 2,5 m di lunghezza ed è considerata la seconda più grande fra quelle di tutti gli animali terrestri estinti ed attualmente presenti. È stato uno degli ultimi dinosauri a comparire prima dell'estinzione del limite K-T.

Quando il torosauro abbassava la massiccia testa, il collare osseo che la incorniciava si ergeva dando l'impressione di avere una mole maggiore di quella reale, capace, quindi, di scoraggiare attacchi di predatori anche di grossa taglia, come il Tyrannosaurus; in questo caso, alcuni scienziati hanno definito il torosauro come "una preda a carissimo prezzo". Con il collare ritto il torosauro poteva essere avvistato da notevole distanza.

Questo dinosauro era più lungo di un elefante, 7.6 m di lunghezza, e pesava probabilmente tra le 6 e le 8 tonnellate. Si muoveva sulle quattro zampe massicce e si ritiene conducesse una dieta principalmente vegetariana.

Il paleontologo Jack Horner ha ipotizzato che Torosaurus sia in realtà la forma anziana del genere Triceratops, e che quindi non sia più un genere valido.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Triceratops#Relazione_con_Torosaurus.

Corni frontali[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene il cranio del torosauro fosse grosso 13 volte quello di un uomo, il suo cervello era molto piccolo. Tuttavia, anche se non era troppo intelligente, era ben equipaggiato per difendersi dai nemici con il robusto collare osseo, i corni frontali sopra ciascun occhio e il piccolo corno nasale.

Si ipotizza che quando si trovava faccia a faccia con un rivale della sua specie, ingaggiasse una terribile prova di forza: i due bestioni forse mostravano minacciosamente il collare osseo rizzato e poi incrociavano i corni frontali in un testa a testa a chi resisteva.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Peter Dodson, The horned dinosaurs: a natural history, Princeton University Press, 1998, p. 89, ISBN 978-0-691-05900-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John B. Scannella, John R. Horner, (2010) Torosaurus Marsh, 1891, is Triceratops Marsh, 1889 (Ceratopsidae: Chasmosaurinae): synonymy through ontogeny. Journal of Vertebrate Paleontology, Volume 30, Issue 4 July 2010, pages 1157 - 1168 

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]