Torello (Castel San Giorgio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torello
frazione
Torello – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Salerno-Stemma.png Salerno
Comune Castel San Giorgio-Stemma.png Castel San Giorgio
Territorio
Coordinate 40°47′00″N 14°41′05″E / 40.783333°N 14.684722°E40.783333; 14.684722 (Torello)Coordinate: 40°47′00″N 14°41′05″E / 40.783333°N 14.684722°E40.783333; 14.684722 (Torello)
Altitudine 126 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale 84083
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti torellesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Torello

Torello è una delle 11 frazioni che costituiscono il Comune di Castel San Giorgio, in provincia di Salerno.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Essa si trova nella zona nord della cittadina, ed è praticamente formata "in salita", tant'è che il suo abitato si inerpica sino alla collina.

Storia e stemma[modifica | modifica wikitesto]

Le prime notizie del toponimo Torello si trovano in un documento nel Codex diplomaticus Cavensis (VOL.6, 193) datato 1042, in cui si fa riferifemto ad un luogo situato entro i confini di Nocera, presso Siano, chiamato Torello (infra fines de nucerie,[..] torellum vocatur). Da un altro documento del 1178 si legge che il prete Jacopo De Cicerone offre allo stesso Abate un castagneto ad Turullum (Torello).

L'illustre famiglia Normanna dei Budetta a partire dal XII secolo si stabilì nella parte orientale dell'Agro nocerino, infeudandosi tutto quel tratto che è tra Lanzara, Siano, Roccapiemonte e Materdomini. Capostipite di essa fu Wirifrider uno dei prodi Cavalieri Normanni. Fu potentissima al tempo delle dominazioni Sveva, Angioina ed Aragonese, e fin da quei tempi ebbe diversi feudi, tra i quali quello di San Giorgio. Il Villaggio si trova denominato Budetta fin dai tempi remoti, e nel 1347 Filippo Budetto, per concessione della Regia Corte, ne riceveva l’investitura da Tommaso di S. Severino, Gran Contestabile del Regno. Da Filippo passò a Luigi, suo figlio, e da costui, alla sua primogenita, Margherita, quando andò in sposa a Guglielmo della illustre famiglia Pandone.

I cognomi più diffusi del borgo, documentabili dai registri parrochiali della Chiesa di Santa Barbara a partire dalla seconda metà del '500, sono Falco, Galluzzo, Zambrano, Amabile, Rescigno, Mazzariello, Capuano, Costabile, e tante altre antiche famiglie.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Molto importante è la Chiesa di Santa Barbara, situata in un bellissimo scenario roccioso e che è stata in passato scelta per ospitare alcuni eventi, tra cui un concerto del cantautore Francesco De Gregori.

Torello

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

A Torello si tiene anche la Sagra del Cavatiello e dello Stoccafisso che attrae numerosi visitatori ed appassionati di gastronomia.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]