Tony Martin (attore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tony Martin

Tony Martin, nome d'arte di Alvin Morris (Oakland, 25 dicembre 1913Los Angeles, 27 luglio 2012), è stato un attore cinematografico, teatrale e televisivo, cantante e musicista statunitense attivo fra gli anni trenta e cinquanta.

Intrattenitore di nightclub e attore di cinema ma anche interprete in spettacoli di cabaret, iniziò ad esibirsi con il nome di Anthony Martin. Vanta nel suo repertorio brani di successo tanto di musica popolare quanto di genere big band.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in una famiglia di religione ebraica emigrata in California dalla Polonia, si avvicinò alla musica all'età di dieci anni quando la nonna gli regalò un sassofono. Corista come controtenore nel coro della scuola primaria, formò il suo primo gruppo musicale - The Red Peppers - durante gli studi alle scuole superiori.

Contestualmente iniziò a suonare insieme ai gruppi di Tom Gerun e Woody Herman. Lasciato il Saint Mary's College di Moraga e la band di Gerun, a metà degli anni trenta si recò a Hollywood con l'intento di lavorare nel cinema. Fu a quell'epoca che assunse il nome d'arte di Tony Martin.

Vocalista con George Burns e Gracie Allen in programmi per la radio, debuttò nel cinema partecipando a film con piccoli ruoli, come ad esempio quello di un marinaio in Seguendo la flotta (Follow the Fleet, 1936), i cui interpreti principali erano Fred Astaire e Ginger Rogers. Queste partecipazioni gli consentirono di firmare un contratto con la 20th Century Fox e successivamente con la Metro Goldwyn Mayer. Con questa casa cinematografica avrebbe poi recitato in numerosi musical fra gli anni quaranta e gli anni cinquanta, fra cui Così parla il cuore (1954), basato sulla vita del compositore Sigmund Romberg e interpretato accanto a José Ferrer e Merle Oberon.

Tuttavia non lasciò mai la professione di cantante e, tra il 1938 e il 1942, incise per la Decca Records diversi brani di successo. Partecipò alla seconda guerra mondiale dapprima nell'United States Navy e quindi nell'United States Army Air Forces. Alcuni pettegolezzi, molti dei quali privi di concretezza, intorno alla sua condotta da militare lo danneggiarono sotto l'aspetto professionale, tanto che le maggiori case discografiche rifiutarono di ingaggiarlo una volta terminato il conflitto mondiale[senza fonte].

Unica[senza fonte] disposta a farlo incidere fu la Mercury Records, allora piccola etichetta indipendente di Chicago. Con essa Martin incise venticinque dischi fra il 1946 e il 1947 incluso il brano To Each His Own che vendette un milione di copie. Questo successo indusse la RCA Victor a offrirgli un nuovo contratto nel 1947, una volta concluso il rapporto con la Mercury Records.

Uno fra i suoi maggiori successi discografici è stato There's No Tomorrow, versione in lingua inglese del brano napoletano 'O sole mio, la cui più recente esecuzione live risale all'agosto 2007, durante la partecipazione del novantacinquenne Martin a uno special su cinquant'anni di musica pop.[1]. Ha interpretato anche standard ed evergreen, come Begin the Beguine e As Time Goes By (in coppia con Julio Iglesias)[2].

Ha vinto in carriera diciassette dischi d'oro e nel 1955 ha avuto una nomination agli Emmy Awards come miglior cantante. Figura come star della Hollywood Walk of Fame per la sua attività nel cinema e nella televisione[3].

Dal 1937 al 1941 Martin fu sposato con l'attrice Alice Faye. Dopo il divorzio dalla Faye, nel 1948 Martin si sposò nuovamente con la celebre attrice e ballerina Cyd Charisse. La loro unione, durata 60 anni, fino alla morte di lei, nel giugno 2008, è una tra le più longeve nel mondo dello showbiz statunitense. Dal loro matrimonio nacque nel 1950 Tony Martin Jr.

È scomparso nel 2012 all'età di 98 anni[4].

Brani musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • To Each His Own (1946)
  • There's No Tomorrow (1949, versione di 'O sole mio, in seguito incisa da Elvis Presley con il titolo It's Now or Never)
  • I Said My Pajamas (and Put on My Prayers) (1949, incisa in duo con Fran Warren)
  • Domino (1951)
  • I Get Ideas (1951)
  • I Hear a Rhapsody (1952)
  • Here (1953)
  • Walk Hand in Hand (1956)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ . Video su YouTube.
  2. ^ Video.
  3. ^ Fonte: IMDb.
  4. ^ Romantic crooner Tony Martin dies 98 (en) Abcnews.go.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 33462071 LCCN: n85376559