Tommy Moe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tommy Moe
Nome Thomas Sven Moe
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 178[senza fonte] cm
Peso 78[senza fonte] kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante
Squadra Jackson Hole SC
Ritirato 1998
Palmarès
Olimpiadi 1 1 0
Mondiali juniores 1 1 0
Nor-Am Cup 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Thomas Sven Moe detto Tommy (Missoula, 17 febbraio 1970) è un ex sciatore alpino statunitense, campione olimpico nella discesa libera ai XVII Giochi olimpici invernali di Lillehammer 1994. Specialista delle prove veloci in attività tra la fine degli anni ottanta e il decennio successivo, è stato in grado di aggiudicarsi una vittoria in Coppa del Mondo.

È sposato con Megan Gerety, a sua volta sciatrice alpina di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1986-1993[modifica | modifica wikitesto]

Moe debuttò in campo internazionale in occasione dei Mondiali juniores di Bad Kleinkirchheim 1986; l'anno dopo, nella rassegna iridata giovanile di Hemsedal/Sälen, vinse la medaglia d'argento nella discesa libera. Esordì ai Campionati mondiali a Vail 1989, dove fu 12º nella discesa libera; nello stesso anno ai Mondiali juniores di Aleyska conquistò la medaglia d'oro nel supergigante.

Nella stagione successiva ottenne il suo primo piazzamento di rilievo in Coppa del Mondo, classificandosi 13º nella discesa libera di Åre del 17 marzo 1990, e vinse la Nor-Am Cup 1990[senza fonte]. Ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992, suo esordio olimpico, fu 20º nella discesa libera, 28º nel supergigante e 28º nella combinata, mentre l'anno dopo partecipò ai Mondiali di Morioka, piazzandosi 5º nella discesa libera, e colse il suo primo podio in Coppa del Mondo, arrivando 2º nella discesa libera di Whistler del 27 febbraio.

Stagioni 1994-1998[modifica | modifica wikitesto]

Ai XVII Giochi olimpici invernali di Lillehammer 1994 raggiunse l'apice della carriera vincendo la medaglia d'oro nella discesa libera e la medaglia d'argento nel supergigante; si classificò inoltre 5º nella combinata. Poco più tardi, il 13 marzo, vinse a Whistler la sua unica gara di Coppa del Mondo, un supergigante. L'11 dicembre 1994 a Tignes salì per l'ultima volta in carriera sul podio in Coppa del Mondo, classificandosi 2º in supergigante; ai Mondiali della Sierra Nevada 1996, sua ultima presenza iridata, si piazzò 21º nella discesa libera e 42º nel supergigante.

Durante la sua ultima stagione agonistica, 1997-1998, partecipò ai XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano 1998, classificandosi 12º nella discesa libera e 8º nel supergigante; disputò la sua ultima gara in Coppa del Mondo l'8 marzo a Lillehammer Kvitfjell, quando fu 26º in supergigante, e si congedò dalle competizioni il 21 marzo seguente, in occasione dei Campionati statunitensi 1998.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 8º nel 1994
  • 7 podi (4 in discesa libera, 3 in supergigante):
    • 1 vittoria
    • 2 secondi posti
    • 4 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
13 marzo 1994 Whistler Canada Canada SG

Legenda:
SG = supergigante

Nor-Am Cup[modifica | modifica wikitesto]

Campionati statunitensi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tommy Moe in skiinghistory.org, 13 ottobre 2014. URL consultato il 27 marzo 2015.
  2. ^ a b (EN) Profilo FIS (dati parziali, dal 1995). URL consultato il 27 marzo 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Tommy Moe su fis-ski.com, FIS.
  • (EN) Matteo Pacor (a cura di), Tommy Moe su SKI-db.com.
  • (EN) Tommy Moe su sports-reference.com, Sports Reference LLC.