Tommy Bowe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tommy Bowe
Tommy Bowe.jpg
Bowe nel 2010 con la maglia degli Ospreys
Dati biografici
Nome Thomas John Bowe
Paese Irlanda Irlanda
Altezza 191 cm
Peso 98 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union IRFU flag.svg Irlanda
Ruolo Tre quarti ala
Squadra Belfast Harlequins Belfast Harlequins
Franchigia Ulster Ulster Pro12
Carriera
Attività di club¹
2003-08 Ulster Ulster 68 (140)
2008-12 Ospreys Ospreys 48 (90)
2012- Ulster Ulster 19 (50)
Attività da giocatore internazionale
2004-
2009-
Irlanda Irlanda
British Lions British Lions
54 (130)
5 (0)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate all'8 luglio 2014

Thomas John "Tommy" Bowe (Monaghan, 22 febbraio 1984) è un rugbista a 15 irlandese, tre quarti ala dell'Ulster in Pro12.

Cenni biografici[modifica | modifica sorgente]

Nato nella zona irlandese dell'Ulster, nella contea di Monaghan, Bowe compì gli studi ad Armagh, in Irlanda del Nord, presso la Royal School[1]. Successivamente si trasferì a Belfast per frequentare l'Università dell'Ulster, e praticò rugby presso la squadra della Queen's University[2]; a livello di club milita nei Belfast Harlequins.

Nel 2003 entrò nella franchise provinciale dell'Ulster in Celtic League, e dopo appena un anno debuttò nella Nazionale irlandese a Dublino contro gli Stati Uniti, marcando anche una meta all'esordio; a fine stagione fu premiato come personalità dell'anno dell'Ulster[3].

Fino al 2008 fu all'Ulster con cui si aggiudicò la Celtic League 2005-06, poi passò ai gallesi dell'Ospreys[4]; con l'Irlanda si aggiudicò il Sei Nazioni 2009 con il Grande Slam e in quello stesso anno fu convocato per il tour dei British and Irish Lions in Sudafrica[5], nel corso del quale disputò tutti i tre test match contro gli Springbok; nella stagione successiva fu campione celtico con gli Ospreys e nel 2011 prese parte alla Coppa del Mondo in Nuova Zelanda in cui raggiunse i quarti di finale.

A marzo 2012 si accordò con l'Ulster per tornare in tale squadra dalla stagione succesiva[6], e non fu in grado di terminare il campionato con gli Ospreys a causa di un intervento chirurgico tramite cui, nell'aprile successivo, gli fu rimosso un ematoma al rene sinistro[7]; fu costretto quindi a saltare la semifinale e la successiva finale di torneo, al termine della quale la compagine gallese si assicurò il titolo.

Nel 2013 il C.T. dei British Lions Warren Gatland convocò Bowe per il suo secondo tour consecutivo[8]; la spedizione, che si svolse in Australia, vide i Lions vincere la serie per 2-1 contro gli Wallabies e Bowe scese in campo in due dei tre test match della serie.

A luglio 2014 l'Università dell'Ulster ha conferito a Bowe il dottorato in scienze honoris causa per i suoi contributi allo sport[9].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Past Pupils : Tommy Bowe, Royal School, Armagh. URL consultato l'8 luglio 2014.
  2. ^ (EN) History, Queen's University Belfast Rugby. URL consultato l'8 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2012).
  3. ^ (EN) Bowe takes the main Ulster award in BBC, 20 maggio 2005. URL consultato l'8 luglio 2014.
  4. ^ (EN) Bowe signs deal with the Ospreys in RTÉ, 25 gennaio 2008. URL consultato l'8 luglio 2014.
  5. ^ (EN) O'Connell named as captain in 37-man Lions squad in The Guardian, 21 aprile 2009. URL consultato il 19 agosto 2013.
  6. ^ (EN) Tommy Bowe signs deal to join Ulster from Ospreys in BBC, 6 marzo 2012. URL consultato il 9 luglio 2014.
  7. ^ (EN) Tommy Bowe's Ospreys career ended by surgery in BBC, 6 aprile 2012. URL consultato il 9 luglio 2014.
  8. ^ (EN) Lions 2013: Jonny Wilkinson out but Sam Warburton is captain in BBC, 30 aprile 2013. URL consultato il 18 luglio 2013.
  9. ^ (EN) Ulster rugby star Tommy Bowe receives University of Ulster honour in BBC, 2 luglio 2014. URL consultato il 9 luglio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]