Tom Sawyer (film 1930)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tom Sawyer
Titolo originale Tom Sawyer
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1930
Durata 85 min
Colore B/N
Audio sonoro Mono (Western Electric Sound System)
Rapporto 1,20 : 1
Genere avventura
Regia John Cromwell
Soggetto dal romanzo Le avventure di Tom Sawyer di Mark Twain
Sceneggiatura Grover Jones, William Slavens McNutt, Sam Mintz
Produttore Louis D. Lighton
Casa di produzione Paramount Publix Corporation
Fotografia Charles Lang
Montaggio Alyson Shaffer
Musiche John Leipold, Ralph Rainger (musica dei titoli, non accreditati)
Scenografia Bernard Herzbrun
Interpreti e personaggi

Tom Sawyer è un film del 1930 diretto da John Cromwell.

L'attore bambino Jackie Coogan (Il monello del 1921) ha il ruolo del personaggio creato da Mark Twain.

Tratto dal romanzo Le avventure di Tom Sawyer, il film descrive attraverso le avventure di un gruppo di ragazzi del sud, la vita di fine Ottocento sul grande fiume.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Tom è un orfano che vive insieme al fratello Sid allevato da zia Polly. La zia si prende cura dei ragazzi che però sono uno molto diverso dall'altro. Quanto Sid è beneducato, studioso e obbediente, tanto Tom fa disperare la zia con i suoi comportamenti da ragazzaccio. Degno compare di avventura di Tom è il suo amico Huck che, scalzo e malvestito, vive alla giornata, senza nemmeno frequentare la scuola com'è costretto a fare invece Tom.

Un giorno, a scuola arriva una nuova ragazzina, Becky, la figlia del nuovo giudice. I ragazzi, insieme all'amico Joe Harper, organizzano una scorribanda notturna al cimitero dove però assistono, col cuore in gola, allo scoperchiamento di una tomba e all'uccisione del medico del paese da parte di Joe l'Indiano. Fuggiti a gambe levate, i tre giurano spaventati di non rivelare a nessuno quello che hanno visto.

Per vivere una vita da pirati, i tre ragazzi fingono di annegare nel Mississippi, mentre invece si nascondono su un isolotto in mezzo al fiume dove possono stare in piena libertà. Da lontano, assistono alle frenetiche ricerche dei loro corpi da parte degli abitanti del villaggio. Curiosi, una sera tornano di nascosto a spiare dai vetri delle finestre su cosa stia succedendo a casa. Vedono i parenti in lacrime e ascoltano le loro parole che li commuovono. L'unico che non sembra toccato un granché è Huck, che non ha parenti che lo piangano.

Joe e Tom, imbarazzati, trovano una scusa per tornare e abbandonare la carriera da pirata che avevano giurato di seguire per tutta la vita: hanno la bella pensata di riapparire in chiesa il giorno del loro funerale, gettando nello scompiglio tutta la comunità.

Dopo la loro riapparizione in pubblico, la vita torna a scorrere nei soliti binari. Tom, che cerca di conquistare le attenzioni di Becky, finalmente ha successo con lei quando si presenta a testimoniare al processo per l'omicidio del dottore: sul banco degli accusati si trova uno dei trafugatori di cadaveri, innocente però del delitto. Quella notte, ubriaco fradicio, si era trovato davanti al corpo del dottore per cui doveva rubare il cadavere al cimitero e Joe, il vero assassino, lo aveva convinto di essere stato lui a uccidere il medico, causa la sua ubriachezza. Tom, quando viene a sapere dell'accusa, non resiste e alla fine si presenta a raccontare come effettivamente si fossero svolti i fatti. Joe, smascherato, fugge e scappa dalla finestra.

Diventato l'eroe del giorno, Tom diventa ricercatissimo. La scuola organizza una gita cui partecipano tutti gli scolari. Lui con Becky, si avventura a esplorare una grotta dove i due ragazzi si addentrano anche quando tutti gli altri rientrano. Persi nel dedalo dei cunicoli, a un certo punto Tom scorge Joe l'Indiano che, evidentemente, si nasconde lì dentro. Bene o male, Becky e Tom riescono a uscire dalla grotta: affamati e allo stremo delle forze, vengono riportati a casa e curati. Tempo dopo, ripresosi, Tom scopre che, nel frattempo, la grotta, per impedire altre disavventure come quelle in cui sono incappati lui e Becky, è stata chiusa con un cancello. Con orrore, ripensa a Joe e alla possibilità che l'uomo sia rimasto bloccato dentro. Come infatti è avvenuto. Joe l'Indiano, che aveva promesso di ritornare per vendicarsi di lui, non tornerà più.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Prodotto dalla Paramount, il film venne girato al Paramount Ranch di Agoura in California.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla Paramount Publix Corporation, uscì nelle sale cinematografiche USA il 19 dicembre 1930 dopo essere stato presentato in prima il 15 novembre 1930. Distribuito internazionalmente, uscì in Finlandia il 4 ottobre 1931. In Spagna, fu ribattezzato con il titolo Las aventuras de Tom Sawyer[1].

Il film è stato il maggior incasso mondiale del 1930.

Nel 1958, fu riproposto negli USA alla tv con una riedizione MCA/Universal Pictures.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IMDb release info

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema