Tom Clancy's Splinter Cell: Blacklist

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tom Clancy's Splinter Cell Blacklist
Splinter Cell BL Hero.jpg
Logo del gioco.
Sviluppo Ubisoft Toronto
Pubblicazione Ubisoft
Ideazione Jade Raymond
Serie Splinter Cell
Data di pubblicazione 22 agosto 2013
Genere Stealth, Azione
Tema Fantapolitica
Modalità di gioco Giocatore singolo, multigiocatore in rete, modalità cooperativa
Piattaforma Xbox 360, Microsoft Windows, PlayStation 3, Wii U
Motore fisico Havok
Supporto DVD, Blu-ray
Fascia di età PEGI: 18
Periferiche di input tastiera, mouse, gamepad
Preceduto da Tom Clancy's Splinter Cell: Conviction

Tom Clancy's Splinter Cell: Blacklist è il sesto episodio della serie di videogiochi Splinter Cell ed è realizzato da Ubisoft Toronto per PC, Xbox 360, PlayStation 3 e Wii U. In vendita dal 22 agosto 2013. È stato annunciato durante l'E3 2012 [1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

In questo nuovo capitolo Sam Fisher, pur avendo trovato la figlia, si batterà ancora contro forze segrete per salvare il mondo un'ennesima volta. Con il mandato ufficiale del Presidente degli Stati Uniti, Sam sta creando una nuova unità Echelon: Anna “Grim” Grimsdottir è la responsabile tecnica delle operazioni, l'agente della CIA Isaac Briggs fornisce potenza di fuoco supplementare e l'hacker Charlie Cole completa la squadra di supporto. La 4th Echelon è un'unità mobile che dispone di risorse illimitate e una tecnologia all'avanguardia, con la propria base operativa a bordo di un aereo stealth, il Paladin. Sam e tutto il team Echelon sono costretti a fermare il conto della rovescia chiamata "Blacklist" attuata dagli "ingegneri", un gruppo terroristico comandato da Majid Sadiq, che attacca e minaccia l'America. Parlando invece con i compagni di Sam si potranno avviare delle missioni secondarie giocabili in solitaria o in cooperativa.

Il gioco inizia con Madjid Sadiq ( con il volto coperto ) e alcuni ingeneri che invadono e fanno saltare in aria una base militare. Fisher e il suo amico Victor Coste, in ricognizione a bordo del Paladin-Zero-Two, vengono coinvolti nell'esplosione . Grazie a Charlie Cole, Fisher trova un disturbatore di segnale, che riesce a a distruggere ristabilendo i contatti con Charlie. Un soldato in fin di vita riesce a informare i due del pericolo che l' America sta correndo, con la frase " You can' t stop the Blacklist " ( letteralmente " Non potete fermare la Blacklist " . [...]

Gameplay[modifica | modifica sorgente]

In questo nuovo capitolo della serie, Sam potrà sfruttare l'opzione Uccisione In Movimento per eliminare con assoluta precisione i nemici marcati in un'unica sequenza letale. Lo Scatto Attivo gli consentirà poi di attraversare lo scenario in modo semplice e naturale, scalando le pareti e superando eventuali ostacoli per raggiungere il suo prossimo bersaglio mentre continua a muoversi. Per quanto riguarda l'equipaggiamento, ci saranno diverse novità, ma ritroveremo anche le versioni riviste di alcune armi tradizionali. Tra i gadget, l’ultima versione del cavo ottico e del microdrone trirotore, che consente a Sam di perlustrare una zona, marcare i bersagli a distanza, distrarre i nemici o causare potenti esplosioni. Si ritroveranno anche altri accessori, come il proiettile elettrico e il coltello dalla lama ricurva Karambit per gli scontri corpo a corpo.

Sono possibili tre modalità di gioco: FANTASMA, ASSALTO e PANTERA. In base al proprio gameplay si viene premiati con punti. Da sottolineare come questi tre stili di gioco non si debbano scegliere all'inizio ma il gioco vi farà notare alla fine come ci si è comportati. In una missione si può "dominare" uno stile, (fantasma,pantera o assalto) ma questo lo si può fare se si rispettano le condizioni che ognuno degli stili prediligie. Per guadagnare punti fantasma in più bisogna lasciare ignari i nemici evitando scontri con loro o con l'ambiente, in poche parole i nemici non devono proprio insospettirsi. Per la pantera bisogna uccidere silenziosamente il più possibile cercando di fare molte "esecuzioni" in modo di ottenere punti bonus. Per assalto bisogna uccidere nel caos più nemici possibili. Lo stile ghost è quello più difficile, più lungo, ma anche quello che dà maggior punti; la pantera è la via di mezzo mentre assalto è l'esatto contrario del ghost

Altre opzioni che ricordano il passato, come già detto, sono il poter di nuovo spostare cadaveri o corpi storditi, e appunto, ritorna, la possibilità di scegliere tra l'uccisione o l'abbattimento non letale, cosa non possibile nel precedente capitolo.

Il gameplay [2] è fluido e riprende solo 2 elementi di Conviction : il "marca e colpisci" e l'ultima posizione nota. Questo capitolo riprende tutti gli elementi dei primi capitoli. La cosa più importante del gameplay dipende proprio dal giocatore in quanto l'armatura, il visore, i pantaloni, gli stivali, le armi e i gadget sono completamente personalizzabili, e si possono usare tre dotazioni; è anche possibile personalizzare le spie e i mercenari .

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Nel novembre 2010 Jade Raymond di Ubisoft Toronto annunciò che lo studio era al lavoro su un nuovo episodio della serie Splinter Cell. Le mosse per i combattimenti corpo a corpo sono state registrate nel Motion Capture ed eseguite da Eric Jonhnson e Kevin Secours (specialista di Ju-Jitsu); non solo le mosse ma anche le scene e la voce sono state registrate con il Motion Capture: Eric Johnson interpreta Sam Fisher, Kate Drummond interpreta Anna "Grim" Grimsdottìr,David Reale interpreta Charlie Cole e Dwain Murphy interpreta Isacc Briggs: tutte le scene sono state coordinate e dirette da David Footman e moderate da Ajay Fry.

Multiplayer[modifica | modifica sorgente]

Come già visto per i capitoli "Pandora Tomorrow" e "Chaos Theory", il multiplayer di Splinter Cell Blacklist si divide in:

  • Spie contro Mercenari (vecchio stile) 2 contro 2
  • Spie contro Mercenari (nuovo stile) 4 contro 4
  • Cooperativa (2 giocatori).

In spie contro mercenari, le spie hanno la visuale in terza persona e il loro compito è quello di sabotare i vari computer sparsi nella mappa, questi sono muniti di flashbang; fondamentali per scappare una volta scoperti. I mercenari, invece, devono opporre resistenza e impedire alle spie di sabotare i computer.

In cooperativa possono esser giocate le 14 missioni secondarie (9 delle quali possono essere completate anche in singolo, sebbene il livello di difficoltà aumenti in maniera sensibile, e giocando queste in singolo si avranno, inoltre, approcci alle stanze in maniera diversa, non avendo appunto una spalla). L'obiettivo di ogni missione è diverso, e questo non fa altro che ampliare la durata e la spettacolarità del capitolo, a seconda del personaggio con cui si sta parlando. Ovviamente ogni membro della squadra che concede, chiede diverse missioni, chiederà approcci ed obiettivi distaccati e diversi .

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La versione italiana vede il ritorno al doppiaggio la storica voce di Sam Fisher ovvero Luca Ward, che aveva già doppiato i primi 3 capitoli della saga.
  • Splinter Cell Blacklist è stato presentato 2 volte all'evento videoludico E3: all'E3 del 2012, nel quale è stato presentato un gameplay, e all'E3 del 2013 in cui è stato mostrato un video-riassunto del gioco dalla durata di 1:47 e un altro gameplay.
  • Kobin, personaggio presente in Splinter Cell Conviction, è stato reinserito nel gioco.
  • Nella versione americana, il doppiatore Michael Ironside è stato sostituito da Eric Johann Johnson.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Primo video di gameplay del gioco.
  2. ^ Recensione Tom Clancy's Splinter Cell Blacklist, InsideHarware.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi