Tobor - Il re dei robot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tobor
Titolo originale Tobor the Great
Paese di produzione USA
Anno 1953
Durata 77 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Genere fantascienza
Regia Lee Sholem
Soggetto Carl Dudley
Sceneggiatura Philip McDonald Richard Drake
Produttore Republic Picture
Fotografia John L. Russel
Montaggio Basil Wrangel
Effetti speciali Howard Lydecker, Theodore Lydecker, Melbourne A. Arnold (creatore del robot)(uncredited)
Musiche Howard Jackson
Scenografia Hugh Hunt, Edwin B. Willis
Interpreti e personaggi

Tobor - Il re dei robot (Tobor the Great) è un film di fantascienza del 1953 per la regia di Lee Sholem. È un B-movie fantaspionistico americano dei primi anni cinquanta rivolto a un pubblico giovanile, che segue il filone della Guerra Fredda, della corsa al primato spaziale e dell'intelligenza artificiale. Il titolo richiama il nome altisonante dell'automa, il termine robot letto al contrario.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anni cinquanta. Le maggiori potenze mondiali sono in gara per il primato della conquista dello spazio. Sebbene vengano realizzati nuovi missili più potenti, persistono difficoltà nell'imbarcare esseri umani, sottoposti ai rischi e le incognite del volo verso l'ignoto. Il Dr. Harrison, ritiratosi dalla ricerca nazionale aerospaziale e ritenendo più opportuno l'invio di equipaggio non umano, realizza in uno scantinato un robot chiamato Tobor, d'aspetto imponente quanto mostruoso ma in grado di ragionamenti e risposte umane in qualunque situazione. In una conferenza stampa tenutasi nella residenza, vi sono tra i giornalisti delle spie straniere interessate a carpirne i segreti. Harrison, sequestrato con il giovanissimo nipote "Grillo", è costretto a collaborare, pur sperando nella liberazione di Tobor, non distante la loro abitazione, e contando sulle sue facoltà empatiche.

L'introduzione storica ma romanzata è costituita da filmati d'epoca sugli esperimenti dei missili Aerobee, ossia i razzi tedeschi V2 requisiti e trasportati in suolo americano alla fine della seconda guerra mondiale.

L'origine della sparuta squadra di spie è suggerita da brani di sapore slavo. Il capo somiglia vagamente al leader del PCI Togliatti. Il loro primo tentativo di irruzione viene comicamente sventato da una cacofonica registrazione audio di una scena di battaglia dal film Iwo Jima, deserto di fuoco (1949).

Influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Tobor precorre il celeberrimo robot Robbie del film culto Il pianeta proibito.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, dal cast sconosciuto ma nota ai cultori del genere fantascientifico, fu proposta dalle televisioni private italiane alla fine degli anni settanta.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]