Tobias Smollett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tobias Smollett

Tobias George Smollett (Dalquhurn, 16 marzo 1721Livorno, 17 novembre 1771) è stato uno scrittore, storico e traduttore britannico.

La sua teoria del romanzo sembra più definire una forma ideale che riassumere la sua stessa narrativa, in cui spesso ai lettori non pare evidente il progetto complessivo. La prefazione al Roderick Random ribadisce come si sia ormai creata una distinzione tra il romance, che ha origine secondo Smollett nell’ignoranza e nella superstizione, e il nuovo stile dell’epoca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Particolare della tomba di Tobias Smollett, a Livorno

Iniziò la sua carriera come chirurgo a Glasgow; nel 1740 esercitò la professione su una nave da guerra, la Chichester, con la quale salpò alla volta della Giamaica. Probabilmente, durante il suo viaggio nelle Indie Occidentali incontrò Ann Lascelles, figlia di un ricco proprietario terriero giamaicano e sua futura moglie. Nel 1744-45 Smollett era a Londra e si dedicò essenzialmente alla letteratura.

Viaggiò molto, anche a causa dei suoi problemi di salute, che lo spinsero a soggiornare spesso in Italia. Morì a Livorno, presso la Villa Gamba; la sua salma riposa ancor oggi nel più antico Cimitero degli Inglesi cittadino, dove si trova anche la tomba della moglie.[1]

La produzione letteraria[modifica | modifica wikitesto]

The Adventure of Roderick Random (1748) ha per protagonista uno scozzese di buona famiglia che, giunto in Inghilterra, si trova esposto (un po' come il Joseph Andrews di Fielding) al selfishness (egoismo) e alla envy of mankind (invidia del genere umano). Roderick deve lottare per riconquistare ricchezza e rispettabilità e per questo è spesso aggressivo. Nonostante si tratti di un erede ingiustamente privato delle sue fortune e di un uomo costretto a vagabondare in terra straniere, Roderick non diventa un outsider romantico, come sarebbe invece accaduto allo stesso personaggio nell’epoca successiva. Roderick viene arruolato in marina e l'autore non risparmia i dettagli più sgradevoli del combattimento, di cui ha conoscenza grazie all’esperienza di medico di bordo. L’inclusione di scene di guerra moderna è un’evidente alternativa alle battaglie fantastiche dei "romances". Con Roderick Random, Smollett adatta la tradizione picaresca al moderno gusto inglese del realismo.

Anche il personaggio principale di The Adventures of Peregrine Pickle (1751) è un eroe errante, ma questi si dimostra violento, libertino, crudele, tutti atteggiamenti che finiscono per allontanarlo dagli altri. Quando esce di prigione, il suo finale pentimento e la provvidenziale eredità lo portano a sposarsi felicemente e a ritirarsi in campagna, lontano dalle tentazioni della metropoli (quelle tentazioni illustrate nelle incisioni di William Hogarth).

Improntate a uno spirito aridamente ironico e corrosivo sono The Adventures of Ferdinand Count Fathom (1753). Dopo le Adventures of Sir Launcelot Greaves (1762), mediocre imitazione del Cervantes, apparve in forma epistolare il suo ultimo romanzo, The Expedition of Humphry Clinker (1771), che rivela maggior equilibrio e maturità artistica. I suoi romanzi contribuirono validamente alla formazione della narrativa inglese. Fra gli altri lavori, una traduzione del Gil Blas di Alain-René Lesage (1749), delle opere di Voltaire (in collaborazione con T. Francklin); Travels through France and Italy, libro d'impressioni di viaggio; The History and Adventures of an Atom (1769), efficace satira politica.

Notevole anche la prosecuzione della History of England di David Hume, pubblicata da Smollett nel 1760 in quattro volumi, che vanno dalla Gloriosa rivoluzione del 1688 alla morte di Giorgio II.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A. Neri, Mogli, figlie, amiche, amanti: legami affettivi nell'antico cimitero degli inglesi di Livorno, in M. Giunti e G. Lorenzini (a cura di), Un archivio di pietra: l'antico cimitero degli inglesi di Livorno. Note storiche e progetti di restauro, Ospedaletto (Pisa), Pacini Editore, 2013, p. 68-74.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Giunti e G. Lorenzini (a cura di), Un archivio di pietra: l'antico cimitero degli inglesi di Livorno. Note storiche e progetti di restauro, Ospedaletto (Pisa), Pacini Editore, 2013.
  • G.T. Smollett, Tutte le opere, Londra, 1772.
  • Rousseau, George S., Tobias Smollett: Essays of Two Decades (Edinburgh: T&T Clark), 1982.
  • Rousseau, George S., Nervous Acts: Essays on Literature, Culture and Sensibility. Basingstoke: Palgrave Macmillan. ISBN 1-4039-3454-1 (Paperback) ISBN 1-4039-3453-3 (Hardcover)(2004).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 68935985 LCCN: n79149073