Tobiah ben Eliezer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Tobiah ben Eliezer (ebraico: טוביה בר אליעזר) (Kastoria, 1050 circa – Palestina, ...) , talmudista ebreo dell'XI secolo, fu autore dell'opera Leḳaḥ Ṭob o Pesiḳta Zuṭarta, un commentario midrashico sul Pentateuco e le Cinque Megillot. Passò gli ultimi anni di vita in Palestina[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel corso delle sue opere Tobiah spesso attacca i caraiti e mostra inoltre una profonda conoscenza delle tradizioni musulmane, per cui il biografo e rabbino Samuel Judah Löb Rapoport, nella sua biografia del poeta ebreo Eleazar Ben Killir, alla nota nr. 33 (in Bikkure ha-'Ittim, x. 122-123), conclude che verso la fine della sua esistenza, Tobiah si stabilì in Palestina.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chaim Joseph David Azulai, Shem ha-Gedolim, i.;
  • Brüll ed. Buber, Introduction;
  • Ha-Maggid, xxxix., Nn. 36-37;
  • Moritz Steinschneider, Cat. Bodl. col. 2674;
  • Winter and Wünsche, Jüdische Literatur, ii. 270 et seq.;
  • Zunz, G. V. pp. 293 et seq.;
  • Kaufmann, Eine unbekannte messianische Bewegung unter den Juden, in Jahrbuch für Jüdische Geschichte und Literatur, i. 148 et seq., Berlino, 1898
  • Jewish Encyclopedia, New York, Funk and Wagnalls, 1901–1906.

Controllo di autorità VIAF: 98265139 LCCN: nr91008016

Ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ebraismo