Tobarra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tobarra
comune
Tobarra – Stemma
Dati amministrativi
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Bandera Castilla-La Mancha.svg Castiglia-La Mancia
Provincia Bandera antigua provincia Albacete.svg Albacete
Territorio
Coordinate 38°34′59.16″N 1°40′59.16″W / 38.5831°N 1.6831°W38.5831; -1.6831 (Tobarra)Coordinate: 38°34′59.16″N 1°40′59.16″W / 38.5831°N 1.6831°W38.5831; -1.6831 (Tobarra)
Superficie 325 km²
Abitanti 7 962 (2007)
Densità 24,5 ab./km²
Comuni confinanti Albacete, Albatana, Chinchilla de Monte-Aragón, Fuente-Álamo, Hellín, Ontur, Pozohondo
Altre informazioni
Cod. postale 02500
Prefisso (+34) 967
Fuso orario UTC+1
Targa AB
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Spagna
Tobarra
Sito istituzionale

Tobarra è un comune spagnolo situato nella comunità autonoma di Castiglia-La Mancia.

È famosa per due cose, strettamente legate: le celebrazioni della Settimana Santa e i tamburi.

La Settimana santa[modifica | modifica sorgente]

La settimana santa (dichiarata in Spagna "di interesse turistico nazionale") annovera sacre rappresentazioni e processioni diverse per ogni giorno (tranne il martedì e il sabato) dalla Domenica delle Palme alla domenica di Pasqua. Le principali (ufficiali) sono:

  • la Domenica delle Palme c'è la processione delle Palme;
  • il Lunedì la processione del Ricordo;
  • il Mercoledì la processione della Cattura e la rappresentazione della Cattura e Giudizio
  • il Giovedì la processione detta dell'Amarezza
  • il Venerdì santo la Processione al Calvario e quella della santa sepoltura, e la rappresentazione della Benedizione e della Sepoltura (gi spettatori sono normalmente circa 30.000);
  • la Domenica di resurrezione c'è la Processione del Risorto e la rappresentazione del Saluto tra il Risorto e la Madre dei dolori.

I Tamburi[modifica | modifica sorgente]

Tobarra, Monumento al tamburo

Le esecuzioni di tamburo, dette Tamboradas (che a Napoli fu tradotto in Tammuriata) durano ininiterrottamente dalle 4 del pomeriggio del mercoledì alla mezzanotte del sabato santo, per 104 ore. I suonatori, di tutte le età, sono organizzati in Hermandades (confraternite) e tutti dotati di tamburi che, pur nella differenza di dimensioni, replicano uno stesso disegno, proprio della confraternita.

L'introduzione del tamburo a Tobarra si deve, pare, a tribù berbere - e risalirebbe quindi all'VIII secolo. La città è comunque una delle tappe della cosiddetta Ruta del Tambor del Sureste Español (oltre a Tobarra, Hellín, Agramón, Mula y Moratalla).

La città ospita anche un Museo del tamburo, il primo al mondo, inaugurato nel 1986, contenente strumenti di ogni continente.