Titanomachia (poema)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Titanomachia
Titolo originale Τιτανομαχία
Autore Eumelo di Corinto
1ª ed. originale VIII secolo a.C.
Genere poema epico
Lingua originale greco antico

La Titanomachia (greco: Τιτανομαχία; etimologicamente: guerra dei Titani) è un poema epico perduto in lingua greca, che fa parte del "Ciclo delle origini" ed è quindi incluso nel Ciclo epico. Narrava la lotta di Zeus e gli altri dei dell'Olimpo per spodestare i Titani guidati da Crono.

La tradizione lo attribuisce a Eumelo di Corinto, un poeta greco antico, autore anche di un poema del "Ciclo argonautico", i Canti corinzi, ma molti poeti hanno cantato questa storia, e l'attribuzione è molto incerta.

La Titanomachia era composta da almeno 2 libri, e il racconto della guerra era preceduto da una teogonia, ovvero dalla genealogia divina originata da Urano e Gea.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]