Titanis walleri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Titanis walleri
Stato di conservazione: Fossile
Periodo di fossilizzazione: Cretaceo
Titanis07DB.jpg
Ricostruzione di Titanis walleri
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Gruiformes
Famiglia Phorusrhacidae
Genere Titanis
Specie Titanis walleri
Nomenclatura binomiale
Titanis walleri
Brodkorb, 1963

Titanis walleri (Brodkorb, 1963) è l'unica specie del genere monospecifico estinto di grandi uccelli predatori non volatori Titanis. È stato denominato in onore del collezionista di olotipi, Benjamin I. Waller e visse approssimativamente 5-2 milioni di anni fa, durante il Pliocene, nel Nord America. Da alcune evidenze, fu suggerito che questa specie non si estinse prima di 15.000 anni fa,[1] ma datazioni più precise di McFadden & co. negano una data così tarda: tutti i fossili di Titanis conosciuti risalgono al massimo a 2 milioni di anni fa.[2][3] I Titanis furono parte del gruppo di grandi uccelli non volatori della famiglia Phorusrhacidae, denominati "uccelli del terrore", e rappresenta la specie più giovane della linea filogenetica del gruppo.

Aspetti morfologici[modifica | modifica sorgente]

Titanis walleri era alto 2,5 metri e pesava approssimativamente 130-150 kg[4], ma con ampie variazioni, probabilmente indicanti un grande dimorfismo sessuale.[5] Sebbene il suo cranio non sia stato ritrovato, era certamente grande, con un enorme becco simile ad un'ascia, come nei suoi parenti sudamericani. Le ali erano piccole e non potevano essere utilizzate per il volo e le relative ossa erano articolate in una unica struttura, con un possibile movimento solo di qualche grado. Forse potevano essere utilizzate come una sorta di artiglio, anche se non ci sono evidenze dirette di questo.[1]

In generale, era molto simile a Phorusrhacos e Devincenzia, specie sudamericane e parenti più vicini. Poco è conosciuto riguardo alla sua struttura fisica, ma sembra che avesse un piede meno largo di Devincenzia, con un dito centrale in proporzione più forte.[6] (Onactornis è attualmente considerato un Sinonimo di Devincenzia).

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

I Phorusrhacidae si originarono in Sud America; Titanis è il solo membro conosciuto del gruppo a migrare fuori da questo continente durante il Grande scambio americano. Prove fossili sono state trovate in Florida e Texas.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b J. A. Baskin, The giant flightless bird Titanis walleri (Aves: Phorusrhacidae) from the Pleistocene coastal plain of South Texas in Journal of Vertebrate Paleontology, vol. 15, n. 4, 1995, pp. 842–844.
  2. ^ B. McFadden, Labs-Hochstein, J.; Hulbert, R. C., Jr.; Baskin, J. A., Refined age of the late Neogene terror bird (Titanis) from Florida and Texas using rare earth elements in Journal of Vertebrate Paleontology, vol. 26, n. 3, 2006, pp. 92A (Supplement).
  3. ^ B. McFadden, Labs-Hochstein, J.; Hulbert, R.C., Jr.; Baskin, J.A., Revised age of the late Neogene terror bird (Titanis) in North America during the Great American Interchange in Geology, vol. 35, n. 2, 2007, pp. 123–126. DOI:10.1130/G23186A.1.
  4. ^ Titanis
  5. ^ H. M. F. Alvarenga, Höfling, E., Systematic revision of the Phorusrhacidae (Aves: Ralliformes) in Papéis Avulsos de Zoologia, vol. 43, n. 4, 2003, pp. 55–91.
  6. ^ P. Brodkorb, A giant flightless bird from the Pleistocene of Florida in Auk, vol. 80, n. 2, 1963, pp. 111–115.