Titan Quest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Titan Quest
Sviluppo Iron Lore
Pubblicazione THQ
Ideazione Brian Sullivan
Data di pubblicazione Stati Uniti 26 giugno 2006
Genere Action RPG
Tema Mitologia
Modalità di gioco Giocatore singolo, multiplayer
Piattaforma Microsoft Windows
Supporto DVD-ROM
Requisiti di sistema Processore 1,8 GHz, 512 MB RAM, scheda 3D 64 MB con supporto Pixel Shader 1.1, scheda audio compatibile DirectX 9.0c, 5 GB di spazio su disco fisso, lettore DVD-ROM, Windows 2000, XP, Vista e 7
Periferiche di input Mouse, tastiera
Espansioni Immortal Throne

Titan Quest è un videogioco di ruolo d'azione che si rifà molto al pilastro del genere, Diablo, dove si dovrà, attraverso il proprio personaggio, salvare il pianeta dalla minaccia dei Titani mitologici, sfuggiti dall'Erebo.

Modalità di Gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore inizierà creando il suo personaggio, scegliendo il sesso, il colore della propria tunica e il nome. Completata la veloce creazione del personaggio, il giocatore entrerà subito nel vivo dell'azione. Il personaggio acquisirà andando avanti nella storia, completando le missioni e uccidendo i nemici preziosa esperienza, che potrà essere utilizzata per salire di livello e potenziare le sue caratteristiche e i suoi poteri. Questi poteri derivano da otto Maestrie:

  • Maestria del Combattimento: rende l'eroe più potente nel corpo a corpo e permette di evocare soldati morti.
  • Maestria della Natura: permette all'eroe di curarsi o di evocare creature della foresta che potranno essergli di aiuto durante le battaglie
  • Maestria della Terra: che da all'eroe il potere di scagliare magie di fuoco (sfere di fuoco, eruzioni vulcaniche) o un Guardiano di Fuoco soggiogato alla tua volontà.
  • Maestria della Tempesta: che permette all'eroe di scagliare magie del gelo, del fulmine o evocare potenti venti.
  • Maestria dello Spirito: rende l'eroe più resistente ai non-morti, gli dà un salvavita o gli permette di evocare entità soggiogate alla tua volontà come il Re dei Lich o un Entità Aliena.
  • Maestria della Caccia: fa diventare l'eroe più abile con l'arco e gli permette di lanciare incantesimi di frecce.
  • Maestria della Difesa: che rende l'eroe più resistente ai colpi o lo può far diventare un soldato gigante.
  • Maestria del Furfante: permette all'eroe di fare trappole o avvelenare i nemici.

Il Giocatore arrivato al secondo livello potrà scegliere una di queste Maestrie e al livello 8 ne potrà scegliere una aggiuntiva. Il salvataggio funziona a Checkpoint, contrassegnati dalle cosiddette Fontane della Rinascita.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Titan Quest è basato sulla fine delle comunicazioni tra gli dei e gli umani. Il personaggio principale (il cui nome e sesso può essere scelto dal giocatore) inizia l'avventura su di una strada vicino ad un piccolo villaggio chiamato Helos. Il villaggio e tutte le città dell'Grecia sono state invase da bestie e creature, ispirate soprattutto dalla mitologia greca, che terrorizzano il territorio depredando campi, incendiando oliveti, invadendo città e cimiteri. Dopo essere stato mandato in missione a Delfi dal generale spartano Leonida, l'eroe incontra centauri, satiri, minotauri, gorgoni, e scheletri che gli impediscono il cammino per la prossima città o villaggio. Dopo averli battuti attraverso miglia di territorio e caverne infestate, l'eroe ha delle brevi pause nelle città di Megara, Delfi, Atene, e Cnosso. In ogni città l'eroe apprende la trama attraverso l'interazione con personaggi non giocanti. Le invasioni sembrano essere causate dall' "Ordine di Prometeo". Un Titano minore chiamato Telkino (vedi Telchini) ha distrutto i "condotti" di comunicazione usati dagli antichi sacerdoti ed oracoli per contattare gli dei.

Dopo aver ucciso il primo Telkino, il giocatore si dirige verso l'Egitto per cercare Imhotep, l'uomo che conosce più di ogni altro mortale i condotti di comunicazione con gli dei. Dopo aver completato due obiettivi, l'eroe e Imhotep iniziano una cerimonia per riconnettere le comunicazioni, ma il rituale fallisce. Combattendo contro iene, mummie, uomini-sciacallo e scarabei, il giocatore trova e uccide il secondo Telkino dentro la tomba di Ramses nella valle dei Re.

Alla ricerca del terzo (e ultimo) Telkino porta l'eroe ai giardini pensili di Babilonia, dove l'eroe deve fermare il Telkino nell'ottenere un oggetto chiamato "Falce di Crono". l'eroe arriva troppo tardi e il Telkino scappa con la falce, quindi l'eroe prende la via della seta per l'Oriente, dove combatte contro yeti, mirmidoni e l'esercito di Terracotta lunga la via si ferma sull'Himalaya, e sulla Grande muraglia cinese. Il viaggio è difficoltoso in quanto i nemici sono molto più forti dei precedenti che aveva sconfitto. Raggiunto il palazzo di giada, l' Imperatore Giallo avverte l'eroe che il terzo Telkino ha fatto ritorno in Grecia per liberare il Titano Tifone dalla sua eterna prigionia. Durante il viaggio di ritorno, l'eroe scopre che Tifone si dirige verso l'Olimpo. Dopo aver sconfitto l'ultimo Telkino, l'eroe passa attraverso un portale per raggiungere l'Olimpo e battere il Titano Tifone da solo. Dopo aver sconfitto Tifone, Zeus, il re degli dei greci, ringrazia l'eroe per il suo coraggio e parla della rottura delle connessioni con gli dei. Zeus inoltre informa l'eroe che è tempo che l'umanità prenda le decisioni per se stessa.

Espansione[modifica | modifica wikitesto]

Titan Quest: Immortal Throne

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]