Tiosolfato d'ammonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
tiosolfato d'ammonio
Ammonium thiosulfate.svg
Nome IUPAC
diammonio tiosolfato
Nomi alternativi
ammonio tiosolfato
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare (NH4)2S2O3
Massa molecolare (u) 148,21 g/mol
Aspetto solido bianco
Numero CAS [7783-18-8]
Numero EINECS 231-982-0
PubChem 6096946
SMILES [O-]S([O-])(=O)=S.[NH4+].[NH4+]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1,64 g/cm³ (23 °C)
Solubilità in acqua 1800 g·l−1(20 °C)[1]
Temperatura di fusione 150 °C (423 K) (decomposizione)
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg) 2890 mg·kg−1 (ratto, per os)[1]
Indicazioni di sicurezza
Frasi H --
Consigli P -- [2]

Il tiosolfato d'ammonio è un sale inorganico d'ammonio dell'acido tiosolforico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido cristallino bianco, avente odore di ammoniaca.

Esso si scioglie rapidamente e completamente in acqua, mentre è poco solubile in acetone e insolubile in etanolo e etere dietilico[3].

Preparazione[modifica | modifica sorgente]

Il tiosolfato d'ammonio può essere ottenuto:

2 NH3 + SO2 + H2O → (NH4)2SO3
(NH4)2SO3 + S → (NH4)2S2O3
2 NH4HCO3 + SO2 + H2O → (NH4)2SO3 + 2 H2O + CO2↑
(NH4)2SO3 + S → (NH4)2S2O3

Proprietà[modifica | modifica sorgente]

Il tiosolfato d'ammonio si decompone a temperatura superiore a 150 °C, sviluppando ossidi di zolfo, ammoniaca, ossidi di azoto[1].

Uso del tiosolfato di ammonio[modifica | modifica sorgente]

Utilizzo in agricoltura[modifica | modifica sorgente]

Il tiosolfato d'ammonio è utilizzato in agricoltura come fertilizzante in grado di fornire alle piante azoto ammoniacale[6]. Inoltre, il tiosolfato d'ammonio, in formulazione adatta, è usato per il diradamento dei fiori delle pomacee e delle drupacee. Infatti il tiosolfato di ammonio brucia i fiori aperti non fecondati. Dalle ricerche condotte dal Centro di Consulenza (Beratungsring) dell'Alto Adige, i prodotti commerciali contenenti tiosolfato di ammonio più adatti allo scopo sono GER ATS e Azos 300, perché bruciano i fiori non fecondati aperti senza bruciare le foglie e le altre parti verdi delle piante trattate. Il diradamento, nel melo, è una pratica fondamentale per ottenere produzioni di qualità. Il problema del diradamento è particolarmente importante nella varietà di mele Fuji sulla quale non sono efficaci, o sono scarsamente efficaci, altri diradanti.

Utilizzo in fotografia[modifica | modifica sorgente]

Il tiosolfato di ammonio è anche un componente dei fissaggi fotografici e radiografici "rapidi". Infatti, i fissatori a base di tiosolfato d'ammonio agiscono più rapidamente dei fissatori a base di tiosolfato di sodio[7]. Nei fissatori concentrati, il tiosolfato d'ammonio è in soluzione al 40-45%; in quelli pronti all'uso, è in soluzione al 10-15%.

Altri utilizzi industriali[modifica | modifica sorgente]

Il tiosolfato d'ammonio è utilizzato anche nell'estrazione di oro e argento, in presenza di rame come catalizzatore, in un processo ecocompatibile alternativo a quello maggiormente utilizzato che impiega lo ione cianuro[8].

Inoltre, come indicato da alcune ricerche, può essere utilizzato nella termodistruzione di rifiuti, come additivo a miscele di carbone-rifiuti, per ridurre la formazione di diossine e furani[9].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Ammonium thiosulfate - GESTIS Substance Database - IFA.
  2. ^ scheda del tiosolfato d'ammonio sostanza su IFA-GESTIS
  3. ^ MSDS - Ammonium Thiosulfate
  4. ^ Karl Heinz Büchel, Hans-Heinrich Moretto, Peter Woditsch: Industrial Inorganic Chemistry. ISBN 978-3-527-29849-5.
  5. ^ Verfahren zur Herstellung von Ammoniumthiosulfat (Patent.de)
  6. ^ (CS) Minerální hnojiva se sírou
  7. ^ (CS) Praní černobílých filmů a papírů
  8. ^ Thiosulfate leaching of gold — A review
  9. ^ (CS) Ekologický monitor. Krátké zprávy ze zahraničních periodik – 19.1.2006

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]