Tiki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio della mitologia Māori, vedi Tiki (mitologia).
Un uomo maori scolpisce un tiki in legno e pietra.

Il Tiki è una divinità polinesiana. La rappresentazione tipica del Tiki è sotto forma di statua rocciosa, ma esso è presente anche in diverse sculture in legno, gioielli e tatuaggi caratteristici di tutta l'Oceania. Si tratta di facce con grandi occhi rotondi incise e dipinte su pietre, che rappresentavano gli Dei Maohi.

Il termine tiki si riferisce ai grandi intagli e ai manufatti in pietra (spesso di origine vulcanica) che ritraggono forme umanoidi tipiche. Secondo le leggende polinesiane in ogni tiki si trova uno spirito. Gli intagli spesso servono a marcare i confini di luoghi sacri o significativi. In origine i tiki erano statuette di falli che le donne appendevano al collo come scongiuro contro la sterilità.

Nomi ed epiteti dei tiki nelle religioni Maohi:

  1. Tiki-tohua, il progenitore degli uccelli;
  2. Tiki-kapakapa, il progenitore di pesce e di un uccello;
  3. Tiki-auaha, il progenitore del genere umano;
  4. Tiki-whakaeaea, il progenitore del Kumara.

Le Hawaii come simbolo della loro religione usano i tiki.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Te Rangi Hiroa (Sir Peter Buck), The Coming of the Maori, 2ª ed., Wellington, Whitcombe & Tombs [1949], 1974.
  • (EN) A. W. Reed, Treasury of Maori Folklore, Wellington, A.H. & A.W. Reed, 1963.
  • (EN) E. Shortland, Maori Religion and Mythology, Londra, Longmans, Green & Co., 1882.
  • (EN) Edward R. Tregear, Maori-Polynesian Comparative Dictionary, Wellington, Lyon & Blair, 1891.
  • (EN) J. White, The Ancient History of the Maori, vol. 6, Wellington, Government Printer, 1887-1891.
  • (EN) M. Orbell, The Concise Encyclopedia of Māori Myth and Legend, Christchurch, Canterbury University Press, 1998.
  • (EN) Sven A. Kisten, The Book of Tiki, Colonia, Taschen, 2003, ISBN 978-3-8228-2433-7.
  • (EN) Sven A. Kirsten (a cura di), Tiki Modern, Colonia, Taschen, 2007, ISBN 978-3-8228-4717-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]