Tigrini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Tigrini (Tigrigna)
Alula Engida.jpgAbunaPaulos.jpgRas Mangasha 1.jpg
Yohannesson.jpgMeles Zenawi.jpgIsaias Afwerki in 2002.jpg
Ras Alula · Abuna Paulos · Ras Mengesha
Yohannes IV · Meles Zenawi · Isaias Afewerki
Luogo d'origine Corno d'Africa
Eritrea Eritrea
Etiopia Etiopia
Popolazione 7.621.000
Lingua Tigrigna
Religione cristianesimo
Distribuzione
Etiopia 5.178.000
Eritrea 2.329.000
Italia 53.000
Sudan 42.000
Yemen 9.700

I tigrini (Tigrai o tigrigna) sono un gruppo etnico residente nell'area del Corno d'Africa, soprattutto in Etiopia (Regione di Tigrè e, in misura minore, intorno alle città di Dessiè e Gondar) ed in Eritrea (dove costituiscono circa la metà della popolazione complessiva).

Vengono a volte designati in Eritrea con la denominazione di Biher-Tigrigna ed in Etiopia quella di Tegaru o Tigrawot.

Lingua[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lingua tigrina.

Il Tigrigna è una lingua semitica, scritta in caratteri ge'ez. Non va confusa con l'affine lingua tigré, parlata dall'egualmente affine etnia.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

I tigrini sono in maggioranza cristiani appartenenti alla Chiesa ortodossa etiopica ed a quella, autocefala, eritrea, con minoranze di cattolici e protestanti. Le liturgie si svolgono tradizionalmente nell'antica lingua ge'ez (come del resto, tradizionalmente, è stato per i cattolici con la lingua latina).

La restante parte dei tigrini sono di religione islamica sunnita, conosciuti come Jeberti.

Di lingua tigrina sono anche circa il 15% dei Falascia, di religione ebraica, oggi per lo più trasferiti in Israele.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La regione abitata dai tigrini è quella in cui si è storicamente sviluppata la cultura Habesha (abissina) ed era il centro del Regno di Axum.

Secondo la tradizione orale, i tigrini sarebbero i discendenti di Menelik I (figlio di Makeda, Regina di Saba e di Re Salomone), che, secondo il Kebra Nagast, avrebbe peraltro trafugato da Gerusalemme l'Arca dell'Alleanza, per custodirla al sicuro fra le montagne della regione (oggi in una piccola e protettissima chiesa di Axum).

Successivamente i tigrini persero l'egemonia regionale in favore degli Amhara, che imposero all'Impero d'Etiopia la propria lingua.

Fu proprio tra i tigrini che esplose l'insofferenza verso il regime del Derg che condusse, nel 1991, alla fine del regime di Mengistu Haile Mariam e, contemporaneamente, dopo 30 anni di lotta di liberazione, all'indipendenza dell'Eritrea. Furono infatti i tigrini del TPLF e gli eritrei (di tutte le etnie) dell'FPLE, ad assumere la leadership militare della rivolta contro il regime di Addis Abeba.

Presenza nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Oltre che in Eritrea ed Etiopia, per effetto delle migrazioni, vi sono importanti comunità tigrine in Italia, Israele, Sudan, Yemen, Stati Uniti ed in diversi paesi europei ed arabi.

Personalità celebri di etnia tigrina[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]