Thrissops

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Thrissops
Thrissops formosus 3.JPG
Thrissops formosus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Osteichthyes
Sottoclasse Actinopterygii
Ordine Ichthyodectiformes
Famiglia Ichthyodectidae
Genere Thrissops

Il trissope (gen. Thrissops) è un pesce estinto, appartenente agli attinotterigi. Visse tra il Giurassico superiore e il Cretaceo inferiore (150 – 130 milioni di anni fa) e i suoi resti sono stati ritrovati in Europa (Germania, Francia, Inghilterra) e in Africa del Nord.

Thrissops cf formosus
Fossile di Thrissops subovatus

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lungo una sessantina di centimetri, questo pesce di medie dimensioni possedeva un corpo slanciato e una coda nettamente divisa in due lobi quasi identici (omocerca). Le pinne pettorali e pelviche erano piuttosto ridotte, mentre quella anale era molto allungata. Il cranio era corto e alto, dotato di numerosi denti acuminati.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il trissope è un tipico rappresentante degli ittiodettiformi (Ichthyodectiformes), un gruppo di pesci ossei dalle abitudini predatrici, caratteristici del Mesozoico superiore. Questi animali si originarono probabilmente da pesci simili a Leptolepis nel corso del Giurassico, per poi specializzarsi e aumentare di dimensioni nel Cretaceo. Alcune forme, come Xiphactinus, raggiungevano i 4 metri di lunghezza. Il Thrissops potrebbe essere considerato un antenato dei moderni Osteoglossiformes, il più primitivo gruppo di pesci ossei che include anche l'arapaima.[1]

Thrissops è noto in vari giacimenti europei, in particolare a Solnhofen, in Baviera, dove è conservato in sedimenti finissimi. Una delle specie più note è Thrissops formosus.

Stile di vita[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale era un predatore, che cacciava una quantità di animali nella acque marine calde e poco profonde. Alcuni resti fossili hanno portato gli studiosi a ritenere che Thrissops si cibasse anche di individui della stessa specie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Palmer, D., The Marshall Illustrated Encyclopedia of Dinosaurs and Prehistoric Animals, London, Marshall Editions, 1999, p. 39, ISBN 1-84028-152-9.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Agassiz, L. 1833–1844. Recherches sur les poissons fossiles: 5 vols. with atlas (Neuchâtel).
  • Arambourg, C. 1954. Les poissons Crétacés du Jebel Tselfat (Maroc). Service Géologique du Maroc, Notes et Mémoires 118:1–185.
  • Woodward, A.S. 1919. The fossil fishes of the English Wealden and Purbeck Formations, Part III. Palaeontographical Society, London 1917:105-148
  • Nybelin, O. 1958. Über die angebliche viviparita¨t bei Thrissops formosus Agassiz. Arkiv för Zoologi, serie 2 11:447–455.
  • Nybelin, O. 1964. Versuch einer taxonomischen revision der jurassichen fischgattung Thrissops Agassiz. Meddeland Från Götemborgs, Museui Zoologiska Avdeling 135:1–44.
  • Taverne, L. 1977. Ostéologie, phylogénèse et position systématique du genre Thrissops Agassiz, 1833, sensu strictu, Jurassique Supérieur de l'Europe occidentale au sein des Téléostéens primitifs. Geobios 10:5–33.
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci