Thomas Strunz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thomas Strunz
UEFA TT 7896.jpg
Strunz nel 2010
Dati biografici
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Germania Germania (dal 1990)
Altezza 184 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2001
Carriera
Giovanili
1981-1989 Duisburg Duisburg
Squadre di club1
1986-1989 Duisburg Duisburg 94 (30)
1989-1992 Bayern Monaco Bayern Monaco 59 (12)
1992-1995 Stoccarda Stoccarda 79 (9)
1995-2001 Bayern Monaco Bayern Monaco 97 (11)
Nazionale
1990-1999 Germania Germania 41 (1)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Inghilterra 1996
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Thomas Strunz (Duisburg, 25 aprile 1968) è un ex calciatore e dirigente sportivo tedesco.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Calciatore[modifica | modifica sorgente]

Centrocampista difensivo, discreto incontrista centrale attivo all'occorrenza anche sulle fasce, Strunz cominciò la sua carriera nelle giovanili del MSV Duisburg, la squadra della sua città. Nel 1989 venne acquistato dal Bayern Monaco, dove giocò senza regolarità fino alla stagione 1991-1992; al termine di tale annata venne ceduto in prestito al VfB Stuttgart e rimase a Stoccarda fino al 1995, giocando sempre da titolare.

Durante questo periodo fu anche convocato per i Mondiali del 1994 dal ct tedesco Berti Vogts ed ebbe la maglia numero 2.

Dalla stagione 1995-1996 sino a quella 2000-2001 tornò a vestire la casacca del Bayern e proprio nell'estate del 2001 si ritirò come calciatore, continuando tuttavia a lavorare come dirigente calcistico. La sua seconda esperienza nei bavaresi fu tormentata da vari infortuni.

Attivo anche con la Nazionale tedesca, Strunz fu convocato dal 1990 al 1999, trionfando agli Europei del 1996.

Negli anni seguenti non ottenne particolari successi.

Dirigente[modifica | modifica sorgente]

Dal 25 agosto al 31 dicembre 2004 fu il vice-allenatore del Borussia Mönchengladbach. Il 1º gennaio 2005 venne assunto come general manager dal Wolfsburg, da cui fu esonerato il 19 dicembre dello stesso anno a seguito della sconfitta casalinga 3-2 contro il Kaiserslautern.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Il 10 marzo 1998 fu il bersaglio principale nella conferenza stampa tenuta dal suo allenatore Giovanni Trapattoni, che gli rimproverava lo scarso rendimento nella squadra del Bayern.[1] Il cognome Strunz, pronunciato vigorosamente, ripetutamente e con forte accento italiano da Trapattoni, rese l'episodio ancora più popolare a causa dell'assonanza con una parolaccia di uso comune in italiano, indicante figurativamente una persona spregevole e inaffidabile.

Nel 2004 la moglie Claudia ha chiesto il divorzio, per poi sposarsi con un altro calciatore, Stefan Effenberg[2].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Bayern Monaco: 1989-1990, 1996-1997, 1998-1999, 1999-2000, 2000-2001
Bayern Monaco: 1990
Stoccarda: 1992
Bayern Monaco: 1997, 1998, 1999, 2000
Bayern Monaco: 1997-1998, 1999-2000

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Bayern Monaco: 1995-1996
Bayern Monaco: 2000-2001

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

1996

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^  BarneveldDarts. (DE) Giovanni Trapattoni Pressekonferenz 1998 - mit Untertitel. YouTube, 3 luglio 2008. URL consultato in data 21 settembre 2014.
  2. ^ Paolo Tomaselli, Effenberg scrive e va in fuorigioco: «Ho fatto di tutto», Corriere della Sera, 30 aprile 2003, p. 45. URL consultato il 21 settembre 2014.