Thomas Shepard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Thomas Shepard (Towcester, 5 novembre 1605Cambridge, 25 agosto 1649) è stato un teologo inglese.

Thomas Shepard

Thomas Shepard, predicatore e teologo, è una figura significativa del Puritanesimo inglese ed americano nella prima fare del periodo coloniale del New England.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato nel Northamptonshire, vive un'infanzia difficile con i nonni essendogli morta la madre all'età di quattro anni ed il padre a dieci anni. Un suo maestro di scuola gli infonde passione per lo studio, che lo porterà ad iscriversi all'Università di Cambridge, Emmanuel College, a soli 15 anni. Nella sua autobiografia scrive come avesse vissuto una vita insoddisfatta e dissoluta fintanto un'esperienza di conversione alla fede cristiana dà alla sua vita senso e direzione.

Nel 1627 diventa insegnante assistente alla Earls Colne Grammar School in Earls Colne. Diventa ministro di culto. I suoi sermoni, però molto critici verso la condizione della chiesa del suo tempo e decisamente orientati al Puritanesimp gli attirano le ire del vescovo William Laud che gli proibisce di predicare.

Lascia l'Inghilterra com la moglie ed il figlio maggiore nel 1635 in un difficile viaggio verso il Massachussets. Poco dopo gli muore la moglie. La stessa sorte toccherà alla seconda moglie e ad alcuni dei suoi figli. Affronta queste difficili esperienze, come egli stesso testimonia, con la forza ispiratagli dalla sua fede. Shepard muore di ascesso peritonsillare con complicazione di tonsillite all'età di 44 anni,

Attivo soprattutto nel Massachussets Shepard è considerato uno dei maggiori predicatori puritani dei suoi giorni, stimato in compagnia di altri eminenti puritani come Richard Mather e John Cotton. Prende un particolare interesse nell'evangelizzazione dei nativi americani.

Le sue opere includono un'autobiografia e numerosi sermoni che si distinguono per l'accento che pone sull'accessibilità di Dio. Oggi una targa lo ricorda all'Università di Harvard in considerazione dell'influenza da lui avuta su quell'università.

Citazioni famose:

« "Coloro che professano formalmente la religione e tutti coloro che solo in apparenza sono evangelici, hanno qualcosa come la fede, qualcosa come la contrizione, qualcosa come il ravvedimento,

qualcosa come dei buoni desideri, ma non sono che forma senza sostanza: essi ingannano pure sé stessi e gli altri... la maggior parte di coloro che vivono nella chiesa periranno"[1]. »

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Biografia di Thomas Shepard
  • The History of Cambridge
  • Biancamaria Tedeschini Lalli, I Puritani, Volume 1 di Biblioteca di testi americani, Adriatica Editrice, 1966, University of California, 666 pagine.
  • God's plot: Puritan spirituality in Thomas Shepard's Cambridge, Thpmas Shepard, Michael McGiffert. Univ of Massachusetts Press, 1994, ISBN 0870239155, 9780870239151

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • The Parable of the Ten Virgins (1636-1640) (La parabola delle dieci vergini).
  • The Sincere Convert (1640) (il convertito sincero)
  • The Sound Believer (1645) (il credente sano)
  • The Autobiography and Journal of Thomas Shepard (1649) (Autobiografia)
  • Theses Sabbaticae (1649).
  • Shepard's Catechism (il catechismo di Thonas Shepard)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Thomas Shepard, The Works of Thomas Shepard, Volume I, (New York: AMS Press, 1967), p. 58.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti attinenti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 54951743