Thomas Nagel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thomas Nagel

Thomas Nagel (Belgrado, 4 luglio 1937) è un filosofo statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ha acquisito la cittadinanza statunitense nel 1944.

Attualmente è professore di Filosofia e Diritto alla New York University, dove insegna dal 1980. Si è occupato in particolare di filosofia della mente e di filosofia morale.

Il suo articolo del 1974 ("Cosa si prova ad essere un pipistrello?"), in cui sostiene l'irriducibilità della coscienza all'attività cerebrale, è stato uno dei più influenti scritti di filosofia della mente degli anni '70. Nel 2013 viene tradotto in italiano da Teodoro Falchi per Castelvecchi Editore (isbn: 9788876158261).

Nel 2008, ha ricevuto il Premio Rolf Schock, il Premio Balzan ed il Dottorato Onorario dall'Università di Oxford.

Thomas Nagel, secondo da sinistra, con il Presidente Napolitano, tra i vincitori del Balzan 2008.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • The Possibility of Altruism (1970), Oxford University Press. (Reprinted in 1978, Princeton University Press.)
  • What Is it Like to Be a Bat? (1974), Philosophical Review, pp. 435-50.
  • Mortal Questions (1979), Cambridge University Press, ISBN 978-0-521-40676-5
  • The View from Nowhere (1986), Oxford University Press.
  • What Does It All Mean?: A Very Short Introduction to Philosophy (1987), Oxford University Press.
  • Equality and Partiality (1991), Oxford University Press.
  • Other Minds: Critical Essays, 1969-1994 (1995), Oxford University Press.
  • The Last Word (1997), Oxford University Press.
  • The Myth of Ownership: Taxes and Justice (2002), (with Liam Murphy) Oxford University Press.
  • Concealment and Exposure and Other Essays (2002), Oxford University Press.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Alan Thomas, Thomas Nagel, Chesham: Acumen, 2005, ISBN 1844650340
  • Thomas Nagel, Cosa si prova ad essere un pipistrello?, Castelvecchi Editore, 2013, isbn 9788876158261

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 108496469 LCCN: n50026557