Thomas B. Dewey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Thomas Blanchard Dewey (Elkhart, 6 marzo 1915Tempe, aprile 1981) è stato uno scrittore statunitense.

Autore di polizieschi hard boiled ma anche, all'inizio della carriera, di gialli di impostazione più tradizionale, Thomas B. Dewey ha pubblicato anche con gli pseudonimi Cord Wainer e Tom Brandt. Nato nell'Indiana, Dewey ha creato tre serie letterarie: la prima è dedicata a Singer Batts, detective che figura in quattro romanzi pubblicati tra il 1944 e il 1951, la seconda a Mac Robinson, detective privato di Chicago che, negli anni Sessanta, sposta la sua attività a Los Angeles, la terza a Pete Schoefield, un investigatore che risolve i casi con l'aiuto della moglie Jeannie. Laureato in scienze dell'educazione, Dewey ha dapprima lavorato per il Dipartimento di Stato e, in seguito, per numerosi giornali e case editrici. Nel 1973, trasferitosi in California, ha conseguito un master in letteratura inglese. Fino al 1977 ha quindi insegnato all'università dell'Arizona, Stato in cui è scomparso nel 1981. Oltre ai romanzi, Dewey ha pubblicato più di cinquanta racconti.

Il suo personaggio più famoso è stato sempre conosciuto dai lettori come Mac. Solo nel 1969 Dewey si decide a fornirgli un cognome, ovvero Robinson. Questa procedura ispirerà Bill Pronzini a fare qualcosa di simile con la sua creazione più nota, l'investigatore cosiddetto Senzanome, così ribattezzato perché l'autore non ne indicherà mai l'identità.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Serie Mac[modifica | modifica sorgente]

Serie Pete Schoefield[modifica | modifica sorgente]

Altre opere[modifica | modifica sorgente]

  • Hue And Cry, 1944
  • As Good as Dead, 1946
  • Mourning After, 1950
  • Handle with Fear, 1951
  • My Love Is Violent, 1956
  • The Case of the Murdered Model, 1959
  • The Girl Who Wasn't There, 1960
    • Senso di colpa, Il Giallo Mondadori n. 645, 1961
    • Senso di colpa, I Classici del Giallo Mondadori n. 124, 1971
  • Hunter at Large, 1961
    • Razza di duri, Il Giallo Mondadori n. 702, 1962
    • Razza di duri, I Classici del Giallo Mondadori n. 108, 1971
  • Deadline, 1966

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ racconto apparso su The Saint's Mystery Magazine

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 100000156