Theta Hydrae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Theta Hydrae
Mappa della costellazione dell'Idra.Mappa della costellazione dell'Idra.
Classificazione Stella bianco-azzurra di
sequenza principale
Classe spettrale B9.5V[1]
Distanza dal Sole 128 anni luce[2]
Costellazione Idra
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 09h 14m 21,860s
Declinazione +02° 18′ 51,34″
Dati fisici
Raggio medio 2[3] R
Massa
2,45[4] M
Velocità di rotazione 95 km/s[4]
Temperatura
superficiale
10.300 K[4] (media)
Luminosità
Metallicità 38% rispetto al Sole[2]
Dati osservativi
Magnitudine app. +3,88[1]
Magnitudine ass. +0,92[2]
Parallasse 28,74 mas
Moto proprio AR: 114,64 mas/anno
Dec: 313,94 mas/anno
Velocità radiale -10 km/s
Nomenclature alternative
22 Hya, HR 3665, BD +02°2167, HD 79469, SAO 117527, FK5 347, HIP 45336.

Theta Hydrae (θ Hya, θ Hydrae) è una stella della costellazione dell'Idra di magnitudine apparente +3,88, distante 128 anni luce dalla Terra[2].

Osservazione[modifica | modifica sorgente]

θ Hydrae è una stella dell'emisfero boreale, una delle più settentrionali della vasta costellazione dell'Idra, ma la sua prossimità all'equatore celeste le consente di poter essere osservata da tutte le aree abitate della Terra. D'altra parte questa vicinanza all'equatore celeste fa sì che essa sia circumpolare solo nelle regioni vicine al polo nord terrestre. Essendo di magnitudine +3,89 la si può scorgere anche dai piccoli centri urbani, sebbene un cielo non eccessivamente inquinato sia maggiormente indicato per la sua individuazione.

Il periodo migliore per la sua osservazione ricade nei mesi primaverili dell'emisfero boreale, che equivale alla stagione autunnale dell'emisfero australe.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

Theta Hydrae è una stella bianco-azzurra di sequenza principale di tipo spettrale B9,5V o A0V, come talvolta viene classificata; la sua massa è circa 2,5 volte quella del Sole mentre il suo raggio è circa il doppio e la sua luminosità 40 volte superiore a quella del Sole.

θ Hydrae ha tre compagne comprese fra la decima e la dodicesima magnitudine ad una distanza visuale rispettivamente di 20, 82 e 100 secondi d'arco. Esse sembrano essere solo sulla linea di vista rispetto alla Terra e non legate gravitazionalmente alla stella principale. Tuttavia, Theta Hydrae è anche una binaria spettroscopica[5], la cui compagna pare essere una piccola e calda nana bianca avente l'83% della massa del Sole, ma con un diametro di appena 5900 km, ossia meno della metà del diametro terrestre[6].

La stella principale è anche classificata come stella Lambda Bootis[5], in quanto ha una presenza di metalli più pesanti dell'elio insolitamente bassa, avendo appena il 38% della metallicità del Sole[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b LTT 12431 -- High proper-motion Star (SIMBAD)
  2. ^ a b c d e Erik Anderson, Charles Francis, XHIP: An Extended Hipparcos Compilation in Astronomy Letters, 23 marzo 2012.arΧiv:1108.4971
  3. ^ Fundamental parameters of stars (Allende Prieto+, 1999)
  4. ^ a b c d J. Zorec, F. Royer, Rotational velocities of A-type stars. IV. Evolution of rotational velocities in Astronomy and Astrophysics, vol. 537, A120, Gennaio 2012, p. 22, DOI:10.1051/0004-6361/201117691.
  5. ^ a b θ Hydrae Alcyone.de
  6. ^ Isolated massive white dwarfs catalog (Nalezyty+, 2004)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni