Theodor Innitzer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Theodor Innitzer
cardinale di Santa Romana Chiesa
Theodor Kardinal Innitzer -001-.jpg
Coat of arms of Theodor Innitzer.svg
In caritate servire
Nato 25 dicembre 1875, Neugeschrei
Ordinato presbitero 25 luglio 1902
Consacrato arcivescovo 16 ottobre 1932 dal cardinale Enrico Sibilia
Creato cardinale 13 marzo 1933 da papa Pio XI
Deceduto 9 ottobre 1955, Vienna

Theodor Innitzer (Neugeschrei, 25 dicembre 1875Vienna, 9 ottobre 1955) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico austriaco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Neugeschrei il 25 dicembre 1875, figlio di Wilhelm Innitzer e di Maria Seidi. Nel 1902 ricevette l'ordinazione sacerdotale. Nel 1906 conseguì il dottorato in teologia.

Dal 1913 al 1932 fu professore di esegesi neotestamentaria all'Università di Vienna, di cui fu pure rettore dal 1928 al 1929. Dal 1928 al 1930 fu ministro degli affari sociali nel terzo ministero del cancelliere Johann Schober. Nel 1932 divenne arcivescovo di Vienna e ricevette l'ordinazione episcopale.

Papa Pio XI lo elevò al rango di cardinale (del titolo di San Crisogono) nel concistoro del 13 marzo 1933.

Il 18 marzo 1938 sottoscrisse una dichiarazione a favore dell'annessione dell'Austria alla Germania hitleriana, e fece precedere alla sua firma il saluto nazista "Heil Hitler!". Sia a causa del severo richiamo che ricevette da parte di Pio XI,[1] sia a causa della revoca da parte del governo tedesco del Concordato con la Santa Sede, Innitzer finì con il rivedere il suo sostegno al governo nazionalsocialista e, durante la seconda guerra mondiale, si espresse contro la persecuzione degli ebrei e degli zingari.[2]

Morì a Vienna il 9 ottobre 1955 all'età di 79 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Decorazione d'Onore in oro dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca - nastrino per uniforme ordinaria Gran Decorazione d'Onore in oro dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Paolo Valvo, Dio salvi l'Austria! 1938: Il Vaticano e l'Anschluss, Mursia, Milano, 2010, pp. 181-210
  2. ^ Il cardinale infelice tra Hitler e Pio XI

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Arcivescovo di Vienna Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Friedrich Gustav Piffl 19 settembre 1932 - 9 ottobre 1955 Franz König
Predecessore Amministratore apostolico di Eisenstadt Successore BishopCoA PioM.svg
Friedrich Gustav Piffl 1932 - 1949 Joseph Schoiswohl
Vescovo
Predecessore Cardinale presbitero di San Crisogono Successore CardinalCoA PioM.svg
Pietro Maffi 13 marzo 1933 - 9 ottobre 1955 Antonio María Barbieri

Controllo di autorità VIAF: 41888984 LCCN: n88105343