The White Flower

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The White Flower
The White Flower (1923) - Compson.jpg
Titolo originale The White Flower
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1923
Durata 6 rulli[1]
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1.37:1[1]
Genere drammatico, sentimentale
Regia Julia Crawford Ivers
Sceneggiatura Julia Crawford Ivers
Casa di produzione Famous Players-Lasky Corporation
Fotografia James Van Trees
Interpreti e personaggi

The White Flower è un film muto del 1923 sceneggiato e diretto da Julia Crawford Ivers.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una maga predice a Konia Markham, figlia di un americano e di una donna hawaiana, che l'uomo della sua vita sarà quello che le si presenterà con un fiore bianco. Durante un banchetto, Bob Rutherford le offre una gardenia bianca. Il gesto provoca la gelosia di David Panuahi, un corteggiatore respinto, che persuade Konia di mettere una maledizione su Ethel, la fidanzata di Bob. La devozione di Bob nei confronti della cagionevole fidanzata ammorbidisce Konia che rimuove la maledizione. La ragazza, pentita, sta per lanciarsi nel cratere del vulcano quando Bob, che è stato lasciato libero da Ethel, la salva e le dichiara il suo amore.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Famous Players-Lasky Corporation. Venne girato alle Hawaii.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Paramount Pictures, il film - presentato da Adolph Zukor - uscì nelle sale cinematografiche USA il 4 marzo 1923.

Il film viene citato in The Silent Feminists: America's First Women Directors del 1993[2], un documentario di Jeffrey Goodman e Anthony Slide.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Silent Era
  2. ^ IMDb Movie connections

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema