The Wayfaring Stranger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Wayfaring Stranger
Autore/i traditional
Genere Folk
Data 1944

The Wayfaring Stranger (trad. il viandante straniero) conosciuto anche come I Am a Poor Wayfaring Stranger è un brano popolare inglese, è il numero 3339 nel Roud Folk Song Index, database che raccoglie i brani tradizionali in lingua inglese.

Il brano fu reso noto al grande pubblico dal divulgatore statunitense Charles Davis Tillman che lo incluse nel suo canzoniere per arpa sacra Survival del 1891. Tillman riprese il testo da un libro di canzoni religiose del 1858 a cui aggiunse la musica in scala minore attingendola dalla tradizione afro americana e alcune strofe tratte da una raccolta di spiritual. Venne pubblicato per la prima volta su disco dal cantautore folk statunitense Burl Ives nel 1944 sull'omonimo album, che negli anni a venire venne identificato con questo brano.

Il brano parla delle pene che passa una persona durante il viaggio della vita con la ricompensa finale di ritrovare i propri cari in paradiso.[1]

Testo[modifica | modifica sorgente]

« I'm just a poor wayfaring stranger

While traveling through, this world of woe.
Yet there's no sickness, toil nor danger
In that bright land, to which I go.
I'm going there to see my father
I'm going there no more to roam;
I'm just a going over Jordan
I'm just a going over home.

I know dark clouds will gather o'er me
I know my way is rough and steep;
Yet beauteous fields lie just before me
Where God's redeemed, their vigils keep
I'm going there to see my mother
She said she'd meet me when I come;
I'm just a going over Jordan
I'm just a going over home.

I want to wear a crown of Glory
When I get home to that good land
I want to shout Salvation's story
In concert with the Blood-Washed Band

I'm going there to meet my Saviour
To sing his praise forever more;
I'm just a going over Jordan
I'm just a going over home. »

Interpretazioni[modifica | modifica sorgente]

Il brano è stato interpretato da moltissimi cantanti e gruppi musicali, tra i quali ricordiamo:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Testo della canzone