The Uninvited (film 2009)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Uninvited
The Uninvited 2009.jpg
Emily Browning e Arielle Kebbel in una scena del film.
Titolo originale The Uninvited
Paese di produzione USA, Canada
Anno 2009
Durata 87 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere drammatico, orrore, thriller
Regia Charles Guard, Thomas Guard
Soggetto Ji-woon Kim
Sceneggiatura Craig Rosenberg, Doug Miro, Carlo Bernard
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Dan Landin
Montaggio Jim Page, Christian Wagner
Musiche Christopher Young
Scenografia Andrew Menzies
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Uninvited è un film del 2009 diretto dai fratelli Guard, remake statunitense del film sudcoreano del 2003 Two Sisters.

Il film, che è un thriller psicologico con elementi soprannaturali, è uscito nelle sale italiane il 29 maggio 2009, su distribuzione Universal Pictures.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La giovane Anna viene dimessa dalla clinica psichiatrica, dove per un certo tempo era stata in cura a causa di un tentato suicidio. La ragazza non riusciva a superare il forte trauma causato dalla tragica morte della madre, dovuta all'incendio della dépendance dove giaceva gravemente malata. Al suo ritorno la ragazza riabbraccia l'amata sorella Alex, ma scopre che Rachel, l'ex infermiera di sua madre, è diventata la compagna del padre. La tensione tra le due sorelle e Rachel è subito manifesta, e gli atteggiamenti della donna sembrano ipocriti e falsi. A causa di alcune sue visioni, Anna inizia con Alex a sospettare che Rachel sia colpevole della morte della loro madre. Quindi le due cominciano ad indagare sull'identità della donna, scoprendo che il suo è uno pseudonimo. In seguito a queste rivelazioni sospettano che ella sia in realtà la pluriomicida Mildred Kemp, tristemente nota per aver fatto strage di intere famiglie dopo averne sposato i padri. Anna rende note al padre le proprie ipotesi, ma trovando la completa indifferenza di lui. Quando quest'ultimo parte per lavoro, Anna ed Alex rimangono sole con Rachel, la quale inizia ad assumere degli strani atteggiamenti. Dopo essere venuta a conoscenza che le due sorelle hanno scoperto la sua vera identità, Rachel cerca di sedarle per poi ucciderle. Le due ragazze vengono drogate, ma Alex riesce a riprendersi pugnalando alle spalle Rachel. Quando Anna si sveglia capisce che sua sorella ha ucciso la matrigna. Al ritorno del padre, Anna gli confessa il delitto di Alex, ma il padre le dichiara che sua sorella è morta nell'incendio assieme alla madre. Questa affermazione svela il reale corso dei fatti: l'assassina di Rachel è Anna da tempo in preda ad allucinazioni. In realtà l'incendio alla dépendance era stato causato per sbaglio da Anna stessa, che voleva appiccare il fuoco nella casa in cui aveva colto il padre in flagrante adulterio con Rachel. Purtroppo nell'incendio perisce anche Alex intenta ad occuparsi della madre moribonda. Anna viene arrestata e torna nella clinica psichiatrica dove incontra (nuovamente) la vera Mildred Kemp.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema