The Suffering: Ties That Bind

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Suffering; Ties that Bind
Sviluppo Surreal Software
Pubblicazione Midway Games
Data di pubblicazione PlayStation 2/Xbox
9 marzo 2004 (USA)
14 maggio 2006 (UE)
Microsoft Windows
8 giugno 2004 (USA)
30 luglio 2006 (UE)
Genere Sparatutto in prima persona, Sparatutto in terza persona
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Xbox, PlayStation 2, Microsoft Windows
Supporto DVD-ROM
Requisiti di sistema Requisiti minimi

Operating System: Windows 98SE/ME/2000/XP - CPU: Pentium III 1.0GHz - RAM: 128 MB Ram - Hard Drive: Minimum hard drive space required is 2GB -Video Card: 32MB DirectX 8.0 compliant video card - ATI: Radeon 7000 series and higher - NVidia: GeForce 2 series and higher - Intel Graphics motherboards - Audio: Sound Card needs to be DirectX 8.0 compatible - Optical Drives: 4X CD Rom - DirectX 9.0c (Included on disc) Requisiti consigliati Operating System: Windows XP w/Service Pack 2 - CPU: Pentium 4 2.0GHz - RAM: 512 MB Ram - DirectX 9.0c (Included on disc)

Periferiche di input Gamepad, Tastiera

The Suffering: Ties that Bind è un videogioco creato dalla Midway Games e dalla Surreal Software.

Trama[modifica | modifica sorgente]

The Suffering: Ties that Bind è il seguito del videogioco The Suffering, protagonista di questa avventura è sempre Torque ma questa volta l'azione si svolge sulle strade di Baltimora. Dove il protagonista sarà nuovamente attaccato da oscure creature e non solo con loro, dovrà fare i conti con il suo passato, tutto sta nelle mani del giocatore dare a Torque una seconda possibilità o l'oblio, come nel primo the suffering infatti sarà possibile aiutare o meno i vari personaggi non giocanti che troveremo lungo il nostro cammino, se li aiuteremo spesso riceveremo un "premio" come nuove armi o medicinali ma soprattutto effettueremo una buona azione che andrà ad influire sulla trama che si evolverà di conseguenza e aiutando sempre tutti andremo incontro al finale buono del gioco, se prendessimo invece la decisione di uccidere chiunque ci chieda aiuto andremo incontro al finale "cattivo".

"Citazioni": Come nel primo capitolo in base alle decisioni prese, il protagonista si evolverà di conseguenza, se state andando incontro al finale "cattivo" noterete che il personaggio assume pian piano una corolazione grigiastra quasi da "non morto", se invece starete andando incontro al finale buono il protagonista avrà un aspetto più "pulito".

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]