The Spirit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il film basato sul fumetto, vedi The Spirit (film).
Spirit
Nome orig. The Spirit
Lingua orig. Inglese
Alter ego Denny Colt
Autore Will Eisner
Editore DC Comics
1ª app. 2 giugno 1940
1ª app. in Spirit Section n. 1
Editore it. Kappa Edizioni
app. it. in Gli archivi di Spirit
Sesso Maschio

The Spirit è un personaggio dei fumetti creato da Will Eisner. Pubblicato dal 1940 fino al 1952, è stato ristampato più volte e tradotto in tutto il mondo. In Italia le storie originali di Spirit Section sono pubblicate da Kappa Edizioni, mentre le nuove avventure a fumetti, scritte e disegnate da autori che raccolgono il patrimonio narrativo di Will Eisner sono pubblicate da Panini Comics.

Personaggio[modifica | modifica sorgente]

Spirit è un detective mascherato che cerca di mantenere l'ordine e la giustizia. Dietro la sua maschera si cela il criminologo Denny Colt, creduto morto dopo uno scontro con lo scienziato criminale Dr. Cobra. Al suo fianco il commissario di polizia di Central City Dolan, sua figlia Ellen e il giovane taxista Ebony White.

Non ha particolari superpoteri ma nulla sembra poterlo uccidere, ha un fascino magnetico che attira le donne, una nemesi (Octopus) dotata approssimativamente delle stesse caratteristiche e un'identità reale che si è lasciato alle spalle tempo fa.

Non ha passioni Spirit, non sembra animato da nessun particolare sentimento, da nessuna etica se non un profondo rispetto per l'ordine e la giustizia, da nessuna passione se non quella per la sua città che considera al pari di una donna: l'unica che gli fa venire gli occhi lucidi, l'unica che non tradirà mai, l'unica che rispetta. Tutte le altre sono solo avventure semiserie: medici, poliziotte, danzatrici, criminali e amori d'infanzia che tornano come dark lady dell'età adulta.

Tecnica realizzativa[modifica | modifica sorgente]

"Evidente è l’influenza di un segno caricaturale, di cui l’autore si serve per imprimere effetto al proprio registro narrativo che si basa principalmente su uno spettacolo grafico, e della grafica pubblicitaria nello stile d’impaginazione dove tutta l’impostazione grafica è rivolta a mantenere armonia ed al contempo a fornire al lettore quante più informazioni è possibile, stupendolo e dimostrando una costante ricerca di soluzioni grafico-narrativo che benché siano composte sul piano narrativo sia di dimensioni temporali che spaziali devono essere riportate per esigenze grafiche al solo piano spaziale, inducendo conseguentemente l’autore ad attingere dalla propria cultura poetico-musicale per sfruttare i ritmi della successione delle vignette, che opportunamente modulati e ripetuti possono rivelarsi evocativi e suggestivi, ed il lettering, sovrapponendo la scrittura a margine e quella dei balloon sovrapponendo contesti estemporanei."[1]

Trasposizioni cinematografiche[modifica | modifica sorgente]

Nel 2008 è stato prodotto un film, intitolato The Spirit, scritto e diretto Frank Miller. Gabriel Macht interpreta Spirit, mentre Samuel L. Jackson veste il ruolo del suo nemico Octopus.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il fumetto come mimesis delle altre forme d'arte

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti