The Ring (film 2002)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Ring
The Ring movie.JPG
Cover
Titolo originale The Ring
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Giappone
Anno 2002
Durata 120 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere horror, thriller
Regia Gore Verbinski
Soggetto Kôji Suzuki
Sceneggiatura Ehren Kruger
Fotografia Bojan Bazelli
Montaggio Craig Wood
Effetti speciali Charles Gibson
Musiche Hans Zimmer
Scenografia Tom Duffield
Trucco Rick Baker
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Ring è un film del 2002 diretto da Gore Verbinski. La sceneggiatura venne scritta da Ehren Kruger e interpretato da Naomi Watts e Martin Henderson. Il film è un nuovo adattamento del romanzo Ring di Koji Suzuki. Ne fu fatto anche un sequel intitolato The Ring 2 diretto da Hideo Nakata, regista della trilogia originale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In una notte piovosa due care amiche teenagers, Katie e Becca, parlano tra loro di una videocassetta particolare che causerebbe la morte, dopo sette giorni, delle persone che l'hanno vista (morte annunciata da una inquietante telefonata di una spettrale voce femminile : "Sette giorni...."). Sembrerebbe una leggenda metropolitana ma Katie si rende conto di aver visto il video una settimana prima e muore orribilmente poco dopo, turbando Becca al punto da renderla pazza. L'evento segna anche il sensibile cuginetto di Katie, Aidan, molto legato alla giovane. La madre di Aidan, Rachel, giornalista di Seattle, viene pregata dalla madre di Katie, sua sorella, di fare tutto il possibile per scoprire la causa della morte della ragazza, che nessuno è stato in grado di capire. Spinta anche dal desiderio di aiutare Aidan a superare il trauma della morte della cara cugina, Rachel si getta nell'indagine, partendo dal ritrovamento del nastro della cassetta e ricostruendone la storia attraverso le immagini mostrate. Per farlo, però, inevitabilmente guarderà la videocassetta e riceverà la nefasta telefonata. Anche il figlio Aidan e l'ex fidanzato Noah (il padre di Aidan) la visioneranno, il primo accidentalmente e il secondo per spavalderia, per dimostrare l'infondatezza del presagio di morte comunicatogli dall'allarmata Rachel. Segnati da un destino che credono ineluttabile, i tre finiscono per scoprire, attraverso alcuni fotogrammi del breve ma scioccante filmato della cassetta, che tutto ha origine da una bambina problematica, Samara.

Molti anni prima, la piccola Samara era stata adottata misteriosamente dai Morgan, una coppia di allevatori di cavalli di Moesko Island. All'inizio tutto sembrava andare bene, fino a quando alcuni inquietanti avvenimenti turbarono la tranquilla vita della fattoria dei Morgan e della comunità isolana. In particolare, i numerosi cavalli posseduti dalla coppia cominciano a manifestare segni di pazzia, correndo verso il mare per poi morire annegati. La stessa signora Morgan manifesta segni di squilibrio mentale fino a scomparire misteriosamente insieme con la sua bambina. Le indagini di Rachel rivelano una triste e agghiacciante verità: Samara, probabilmente dotata di poteri psichici e paranormali, aveva la capacità di causare immani sciagure a chi le stava intorno, animali, cose e persone. I genitori adottivi l'avevano prima isolata nel fienile della loro casa con la sola compagnia di un carillon e un televisore, fino alla terribile e folle decisione della madre adottiva di ucciderla, soffocandola con una busta di plastica e gettandola in un pozzo, per spezzare la catena di sventure. Nell'oscurità la piccola Samara era però sopravvissuta stoicamente per sette giorni prima di spirare per inedia, mentre la signora Morgan, cedendo al rimorso, si sarebbe suicidata buttandosi da una scogliera. L'ultima immagine che la bambina vedrà prima di morire sarà quella del pozzo chiuso, in cui la luce filtrando appena formerà un anello (The Ring, appunto).

Samara Morgan esce dalla televisione

Il "potere" , il rimorso ed il dolore di Samara si imprimeranno così in quella videocassetta maledetta che contiene una sequenza di immagini mentali proiettate dalla bambina sul nastro: queste portano con sé una maledizione, e Samara tornerà ogni volta per uccidere, dopo sette giorni, chiunque le abbia guardate. Nell'ultimo giorno di ricerche (che coincide con l'ultimo dei "sette giorni" prima della morte di Rachel), lei e Noah si recano nella fattoria e riportano finalmente alla luce il pozzo dove Samara era stata gettata dalla madre e, a causa di un incidente, anche lo scheletro consumato della bambina. Ma la maledizione non è finita, e Rachel lo scoprirà dalle parole di Aidan. La profezia della morte in 7 giorni si avvererà su Noah. La bambina penetra nella sua casa attraverso il televisore e tramite un potere psichico, lo uccide. Solo dopo la morte di Noah, Rachel riuscirà a capire come fare per salvare se stessa e il figlio Aidan, il cui tempo sta per scadere: la chiave sarà duplicare la cassetta e segretamente diffonderla. Tale sistema è difatti l'unica maniera per scongiurare la maledizione: chi è perseguitato da Samara deve far osservare il filmato a qualcun altro, deve volontariamente cedere il maleficio, in un cerchio senza fine. Per salvare l'amato figlio Aidan, Rachel quindi sacrifica l'incolumitá dell'intera società.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Prima che venisse scelta Naomi Watts per la parte della protagonista del film, si era vagliata l'ipotesi di scegliere anche Liv Tyler, Nicole Kidman, Jennifer Connelly, o Gwyneth Paltrow. Kate Beckinsale aveva quasi ottenuto il ruolo, ma la produzione la considerò troppo giovane per la parte. Per pubblicizzare il film, molte pagine web relative a luoghi o personaggi del film sono state create e messe in rete senza alcun riferimento al film stesso. Il faro di Moesko Island che compare nel film è in verità lo Yaquina Head Light che si trova sulla costa dell'Oregon, negli Stati Uniti. Durante il video maledetto, approssimativamente per 25 secondi, si può sentire la voce di una bambina cantare. Si tratta di una canzone composta dal compositore di colonne sonore statunitense Hans Zimmer appositamente per questo film il cui titolo è "Samara Song" che si sente anche quando Samara si trova vicino al pozzo prima di essere uccisa.

Nel film era stato inserita una sotto-trama, che è stata espunta all'ultimo momento dalla versione definitiva. Si trattava della storia di Chris Cooper, un assassino di bambini. Il personaggio sarebbe dovuto apparire all'inizio del film, mentre convinceva Rachel ad essere riabilitato per rientrare nella società. Rachel tuttavia faceva in modo che tornasse in prigione. Alla fine del film Rachel inviava una copia della videocassetta maledetta proprio a lui. L'unico elemento di questa sotto-trama rimasto nel film finale, è una foto di Cooper nell'articolo di un giornale, che sta leggendo Noah.

Ci sono brevissimi flash del "cerchio" per tutta la durata del film. Se ne vede per esempio uno subito dopo la scena in cui il cavallo si butta giu dalla nave. Un cerchio compare brevemente anche durante i crediti della DreamWorks.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

In tutto, The Ring è stato pubblicato in molti paesi in tre edizioni home video: DVD, DVD Collector's Edition e Blu-Ray. I DVD sono caratterizzati da contenuti speciali particolarmente ristretti:
Il primo DVD uscito subito dopo il film è caratterizzato, oltre alla pellicola, da un montaggio di 15 minuti comprensivo delle scene alternative ed eliminate, chiamato "Non guardare" ed un trailer di Prova a prendermi. Inoltre, vi è nascosto il video assassino integrale, accessibile scorrendo con il telecomando le varie opzioni sul menù fino a che il cursore non scompare.
La seconda edizione Collector's Edition, uscita nel 2005, è praticamente identica alla prima, se non per l'aggiunta dei trailer di The Ring e The Ring 2, ma soprattutto per la pubblicazione di Rings, un cortometraggio inedito di 17 minuti che collega il finale con il sequel. Questo cortometraggio è stato pubblicato in un disco allegato, tranne in Italia dove è stato messo tutto in un unico DVD.
L'edizione Blu-Ray, ancora inedita in Italia, contiene le versioni in alta definizione di The Ring, Rings e dei trailer pubblicati anche precedentemente. Inoltre include, in definizione standard, il montaggio "Non guardare", un'intervista e un breve documentario chiamato "L'origine del terrore".

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

In un episodio di "The O.C.", Seth Cohen (Adam Brody) dice a Ryan Atwood di non leggere una lettera perché "è come in The Ring se la leggi crepi all'istante!". Adam Brody oltretutto ha una piccola parte all'inizio di The Ring. In un episodio della quinta stagione de "I Griffin" c'è una scena in cui una ragazza dice a Peter di non guardare una videocassetta altrimenti sarebbe morto. Nonostante ciò lui la guarda e scopre che è il film "Mannequin". In un episodio di "Will & Grace" quando Jack e Grace stanno pulendo l'appartamento, uno di loro provoca una macchia d'acqua su un mobile. Quando Jack realizza che Will non la prenderebbe troppo bene, esclama, "Oh mio Dio! prima vedi il cerchio, e dopo muori...". In un episodio de I Simpson, Telespalla Bob, cercando di uccidere Bart, si arrampica su una barca, e i capelli bagnati dall'acqua marina ricadono in avanti e lo coprono completamente. La scena ricorda molto la scena di The Ring in cui Samara uccide Noah.

In un film dei "Rugrats" c'è una scena in cui uno degli amici scompare. Quando Angelica comincia a perlustrare la zona in cui è scomparso, la televisione si accende e comincia a trasmettere una versione a cartoni animati del filmato maledetto. In un giornale che appare nel film della DreamWorks Shark Tale si vede la pubblicità di un film chiamato "The Hook", il cui poster è molto simile a quello di "The Ring". Nella scena finale del film Orphan, Kate risponde ad Esther con la stessa frase usata originariamente da Rachel contro Samara in The Ring 2, durante le battute finali, ovvero:«Non sono la tua fottuta mamma!». L'intero film Scary Movie 3 è una parodia del film. In un episodio di "Ghost Wisperer" si parla di una bambina dai lunghi capelli neri caduta in un pozzo , preso spunto da " The Ring". In un episodio di Keroro,Keroro in cerca di una videocassetta da guardare scopre che un membro del suo plotone,Kururu,ne possiede una con sopra un avvertimento che dice di non guardare il suddetto filmato o la profezia si avvererà.Keroro incoscientemente guarda il filmato di pochi secondi e uscendo dalla stanza trova un mostro simile a Samara di The Ring che gli impedirà di uscire dalla stanza.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema