The Return of Swamp Thing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Return of Swamp Thing
Swamp Thing 2.jpg
Una scena del film
Titolo originale The Return of Swamp Thing
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1989
Durata 88 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere horror fantascientifico
Regia Jim Wynorski
Soggetto Len Wein e Berni Wrightson (fumetto), Neil Cuthbert, Grant Morris
Sceneggiatura Neil Cuthbert, Grant Morris
Produttore Benjamin Melniker, Michael E. Uslan
Fotografia Zoran Hochstätter
Montaggio Leslie Rosenthal
Effetti speciali Robyn Jacobs, Bob Shelley
Musiche Chuck Cirino
Scenografia Robb Wilson King
Costumi Vicki Graef
Trucco Michael R. Jones, Steve Neill
Interpreti e personaggi

The Return of Swamp Thing è un film del 1989 diretto da Jim Wynorski. Il soggetto è tratto dal personaggio dei fumetti Swamp Thing creato nel 1971 da Len Wein e Berni Wrightson. È il seguito del film del 1982 Il mostro della palude (Swamp Thing) diretto da Wes Craven. All'inizio del film, nei titoli di testa, ci vengono mostrati varie pagine di fumetti di Swamp Thing, e tra questi si intravede l'Arkham Asylum, e in una finestra di queste si vede il Joker, acerrimo nemico di Batman.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la misteriosa morte della madre, Abby Arcane (Heather Locklear) viaggia verso le paludi della Florida per affrontare il suo terrificante patrigno Dr. Arcane (Louis Jourdan), che era stato resuscitato con una spiegazione ridicola dopo la sua morte nel primo film. Nel tentativo di allontanare gli effetti dell'invecchiamento, il Dott. Arcane, assistito dal Dott. Lana Zurrell (Sarah Douglas), combina i geni di vari animali della palude e degli esseri umani, creando un esercito di mostri. Il Dott. Arcane cerca di usare la sua figliastra Abby nei suoi esperimenti genetici fino a quando non viene salvata da Swamp Thing (Dick Durock), uno scienziato già trasformato in una creatura della palude dopo un confronto con il Dr.Arcane, e dalla Dr. Zurrell, che, scoperto il piano di Arcane, decide di aiutare Abby.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha vinto un Razzie Awards nel 1990 per la peggior attrice (Heather Locklear). Il film ha ricevuto per la maggior parte critiche negative. Ciò che ha contribuito all'insuccesso del film è stato il cambio di atmosfera rispetto al primo.

Home video[modifica | modifica wikitesto]

In Italia, il film è edito dalla Pulp Video, con alcun contenuto speciale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]