The Otaku Encyclopedia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Otaku Encyclopedia
Autore Patrick Galbraith
1ª ed. originale 2009
Genere saggio
Sottogenere enciclopedia, guida
Lingua originale inglese

The Otaku Encyclopedia (L'enciclopedia Otaku) è un saggio di Patrick Galbraith redatto in forma di enciclopedia tematica, pubblicato nel 2009 in Giappone, Europa e Stati Uniti dall'editore Kōdansha.[1]

L'opera è una guida alla subcultura Otaku, e un'ampia panoramica sugli argomenti e i termini relativi.

Contenuti[modifica | modifica wikitesto]

The Otaku Encyclopedia è formato da circa 600 voci sulla subcultura connessa a manga, anime e videogiochi, con 124 pagine a colori e 150 fotografie.[2] La figura manga di Moechan accompagna il lettore lungo tutto il libro.[3] Le fotografie sono di Asaki Katsuhide e le illustrazioni di Akashiro Miyu.

Il volume, che si apre con i testi introduttivi di Frederik L. Schodt e Patrick Galbraith, contiene anche 12 interviste con personalità della scena Otaku, tra cui l'artista di fama internazionale Takashi Murakami, o celebrità dei maid café di Akihabara.[4] Tra le persone intervistate vi sono anche il designer Kaichiro Morikawa, la cantante e blogger Shoko Nakagawa (nota come Shokotan), il produttore di anime Toshio Okada, dello studio Gainax, il regista Yutaka Yamamoto, e Bome, il più noto scultore di statuine bishōjo ispirate a manga e anime.

Il volume si chiude con una lista di anime, manga videogiochi di riferimento, ed è corredato da un bibliografia sul tema e da un elenco di siti web e riviste otaku.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Patrick Galbraith, The Otaku Encyclopedia. An insider's guide to the subculture of Cool Japan, prima edizione, brossura, Kōdansha, giugno 2009, pp. 250,, ISBN 978-4-7700-3101-3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Otaku Encyclopedia. An Insider's Guide to the Subculture of Cool Japan Scheda libro sul sito dell'editore Kōdansha, con un'intervista a Patrick W. Galbraith. URL consultato il 1º ottobre 2010.
  2. ^ (EN) The Otaku Encyclopedia. Scheda di «ICv2», 1º giugno 2009. URL consultato il 1º ottobre 2010.
  3. ^ (EN) Otaku Encyclopedia, 5 giugno 2009, su «Dannychoo.com Culture:Japan». URL consultato il 1º ottobre 2010.
  4. ^ (EN) Mark Schilling. The quirky terrain of an otaku mind. «The Japan Times», 26 luglio 2009. URL consultato il 1º ottobre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]