The Million Dollar Hotel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Million Dollar Hotel
Titolo originale The Million Dollar Hotel
Paese di produzione Germania, Gran Bretagna, USA
Anno 2000
Durata 122 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Wim Wenders
Soggetto Bono, Nicholas Klein
Sceneggiatura Bono, Nicholas Klein
Fotografia Phedon Papamichael
Montaggio Tatiana S. Riegel
Effetti speciali Philip Bartko, Gary D'Amico
Musiche Bono, Brian Eno, Jon Hassell, Daniel Lanois
Scenografia Robbie Freed, Bella Serrell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

The Million Dollar Hotel è un film del 2000 diretto da Wim Wenders, con protagonisti Jeremy Davies, Mel Gibson e Milla Jovovich.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Los Angeles. Il Million Dollar Hotel è un albergo per sbandati e vagabondi di Los Angeles. Tra i residenti c'è Tom Tom , un ragazzo innamorato di un angelo di strada di nome Eloise. Intanto nell'albergo muore misteriosamente Izzy, un tossico che si scopre figlio di un ricco magnate dei media che affida il compito di trovare l’assassino del figlio al detective FBI Skinner.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Questo film nasce da un progetto di Bono degli U2, che ha scritto e cantato le canzoni della colonna sonora, scritto la sceneggiatura e soprattutto prodotto il film, nel quale appare in un piccolo cameo.[1]
  • L’albergo del film è stato reso famoso dagli stessi U2 nel video di Where the Streets Have No Name.
  • È probabile che il nome derivi da un'insegna che appare nel celeberrimo film Blade Runner, nella scena dell'ingresso dei magazzini Bradbury, residenza del personaggio di J.F. Sebastian. Nel film di Wenders apparirebbero degli elementi decorativi sul tetto dell'albergo quale citazione dell'opera di Ridley Scott.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Wenders: ecco i diseredati a tempo di rock

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema