The Lumineers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Lumineers
Fotografia di The Lumineers
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Folk rock
Americana
Alternative rock
Periodo di attività 2005 – in attività
Album pubblicati 1
Studio 1
Sito web

The Lumineers sono un gruppo musicale statunitense, formatosi nel 2005.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo in concerto a Washington il 2 agosto 2012. Wesley Schultz alla chitarra e Neyla Pekarek al violoncello.

Il gruppo si è formato nel 2005 dall'incontro tra il chitarrista e cantante Wesley Schultz (1983) e il batterista Jeremiah Fraites (1984). I due, cresciuti a Ramsey, un sobborgo a sud di New York, avevano già suonato in diverse band[1]. Schultz inoltre era stato il migliore amico del fratello maggiore di Jeremiah, Joshua Fraites, morto all'età di 19 anni per un'overdose di farmaci, e con questi aveva condiviso diverse esperienze musicali in vari gruppi dell'ambiente newyorkese.

Poiché la vita nella costa orientale degli USA era diventata troppo costosa, decisero di trasferirsi a Denver (Colorado), nello stesso periodo pensarono che per il tipo di musica che avevano in mente sarebbe servito un violoncellista. Incontrarono così Neyla Pekarek (1986)[1], con alle spalle studi classici in vari strumenti, e da quel momento il gruppo è divenuto stabilmente un trio.

La loro prima apparizione pubblica è avvenuta sul palco del Meadowlark, un piccolo locale capace di un centinaio di posti, nei dintorni di Denver[2] dove poterono far conoscere il loro stile folk-rock.

Nel 2009 hanno stampato un primo EP dimostrativo, ma il successo è arrivato nel 2011, quando la loro canzone Ho Hey è stata utilizzata come sigla della serie tv Hart of Dixie. La band ha quindi firmato un contratto con la Dualtone Records, e il 3 aprile 2012 ha pubblicato il suo album di debutto, intitolato semplicemente The Lumineers[1], entrato direttamente al 77º posto della classifica Billboard 200 degli album, per salire fino all'11º posto dopo l'uscita su singolo della già fortunata Ho Hey (settembre 2012). Il singolo a sua volta ha raggiunto il quinto posto e conquistato il disco d'oro, superando le 500.000 copie scaricate.[3]

Dopo un tour negli Stati Uniti che ha registrato ovunque il tutto esaurito, e la partecipazione all'importante South by Southwest festival, in autunno il disco è stato pubblicato anche in Europa raggiungendo il 20º posto nelle classifiche inglesi degli album e l'ottavo nei singoli.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Musicisti aggiunti[modifica | modifica sorgente]

  • Stelth Ulvang – piano, accordion, mandolino, cori
  • Ben Wahamaki - basso
  • Lauren Jacobson - violino
  • Adam Trachsel - double bass, basso elettrico

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Meet roots rockers The Lumineers, di Maeve McDermott, USA Today, 24 giugno 2012
  2. ^ Tom Murphy, The Lumineers she light on Denver and their evolving sound, Westworld. URL consultato il 10 maggio 2012.
  3. ^ RIAA - Recording Industry Association of America - March 12, 2014
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock