The Low Spark of High Heeled Boys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Low Spark of High Heeled Boys

Artista Traffic
Tipo album Studio
Pubblicazione Novembre 1971
Durata 41 m : 05 s
Genere Rock progressivo
Fusion
Etichetta Island
Produttore Steve Winwood
Registrazione Settembre 1971
Island Studios, Londra
Traffic - cronologia
Album precedente
(1971)

The Low Spark of High Heeled Boys è il sesto del gruppo rock inglese dei Traffic, pubblicato nel 1971. Come gli altri loro album, The Low Spark of High Heeled Boys è caratterizzato da forme e propaggini rock, tra cui jazz rock, progressive rock e rock & roll classico. Il titolo per l'album venne suggerito dall'attore Michael J. Pollard.

Dall'album verranno fuori canzoni di successo come Rock & Roll Stew (part 1) e The Low Spark of High Heeled Boys. Questo è l'unico album originale dei Traffic dove due brani vengono cantati da Jim Capaldi (Light Up Or Leave Me Alone e Rock & Roll Stew). L'altro suo accompagnamento vocale in un album registrato in studio dei Traffic è Dealer di Mr. Fantasy.

Low Spark of High Heeled Boys è stata eseguita numerose volte come cover nel corso dei successivi 20 anni dai Widespread Panic, un gruppo rock statunitense di Athens (Georgia). Light Up Or Leave Me Alone è stata talvolta suonata dal vivo dai Phish.

Low Spark of High Heeled Boys venne rimasterizzata e ripubblicata insieme a un altro brano il 19 marzo del 2002.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 4.5/5 stelle [1]
Robert Christgau (B) [2]

Le recensioni retrospettive dell'album in genere furono positive. In particolare, Allmusic elogia l'apporto variegato dato dalle composizioni di Winwood e Capaldi e il potere evocativo che hanno i brani dal titolo lungo, dichiarando che l'album "segna il culmine commerciale e artistico dei Traffic".[1] Robert Christgau conferma la crescita del gruppo rispetto ai precedenti lavori. "Privo di impeto intellettuale", essi poggiano su qualcosa che "quando funziona suggerisce un bel rilassante ed eccitante paradosso allo stesso tempo".[2] Pop Matters offre ancora un altro punto di vista, definendolo "un album di facile ascolto, ma che raramente mette in luce il suo lato migliore. La maggior parte delle canzoni sono altamente sottovalutate e richiedono un ascolto ripetuto onde poterle apprezzare fino in fondo".[3]

Brani[modifica | modifica sorgente]

Tutte le canzoni sono state scritte da Steve Winwood e Jim Capaldi, tranne laddove altrimenti specificato fra parentesi.

  1. Hidden Treasure – 4:16
  2. The Low Spark of High Heeled Boys – 12:10
  3. Light Up or Leave Me Alone (Jim Capaldi) – 4:55
  4. Rock 'n' Roll Stew (Ric Grech, Jim Gordon) – 4:29
  5. Many a Mile to Freedom (Steve Winwood, Anna Capaldi[4]) – 7:26
  6. Rainmaker – 7:39
  • La prima pubblicazione del CD colloca Light Up or Leave Me Alone dopo Many a Mile to Freedom.

Brani aggiunti (riedizione del 2002)[modifica | modifica sorgente]

  1. "Rock & Roll Stew Parts 1 & 2" (Grech, Gordon) – 6:07

Nota: Questo brano contiene la performance originale completa in studio senza nessuna interruzione. La versione dell'album originale, Rock & Roll Stew (part 1), sfuma prima. La part 1 che appare sul singolo Rock & Roll Stew è un forma ridotta (con accorciamento del break strumentale) rispetto a quella inclusa nell'album. La Part 2 (lato B del singolo) inizia in crescendo (fade in) in un punto che va oltre lo sfumato (fadeout) della versione dell'album. Lo stesso per la versione di Rock & Roll Stew che appare sulla compilation Gold.

Musicisti e personale[modifica | modifica sorgente]

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Album

Ann Classifica Posizione
1972 Billboard Pop Albums 7[6]

Singoli

Anno Canzone Classifica Posizione
1972 Rock & Roll Stew Part 1 Billboard Pop Singles 93[6]

Certificazioni[modifica | modifica sorgente]

Organizzazione Livello Data
RIAA – USA Gold 7 febbraio 1972
Platinum 3 marzo 1996

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) The Low Spark of High Heeled Boys in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ a b (EN) Robert Christgau, Traffic reviews. URL consultato il 7 agosto 2011.
  3. ^ (EN) Ronnie D., Jr. Lankford, Album review, Pop Matters, 30 maggio 2002.
  4. ^ (EN) BMI Copyright Database. ; anche per attribuzioni sull'etichetta dell'LP originale. Le successive pubblicazioni riportano erroneamente Jim al posto di Anna.
  5. ^ (EN) Steve Winwood website.
  6. ^ a b (EN) Allmusic, Traffic in the USA Charts. URL consultato il 9 agosto 2011.


musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica