The Lone Gunmen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Lone Gunmen
The Lone Gunmen.png
Immagine tratta dalla sigla della serie televisiva.
Titolo originale The Lone Gunmen
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2001
Formato serie TV
Genere fantascienza, poliziesco
Stagioni 1
Episodi 13
Durata 45 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio Dolby Surround
Crediti
Ideatore Chris Carter, Vince Gilligan, John Shiban, Frank Spotnitz
Interpreti e personaggi
Casa di produzione 20th Century Fox Television, Millennium Canadian Productions Ltd., Ten Thirteen Productions
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 4 marzo 2001
Al 1º giugno 2001
Rete televisiva Fox
Opere audiovisive correlate
Originaria X-Files
Seguiti Modifica genetica (episodio)

The Lone Gunmen è una serie televisiva spin-off di X-Files che ha come protagonisti i tre Pistoleri Solitari (in originale Lone Gunmen), personaggi ricorrenti nella serie originaria: Melvin Frohike (Tom Braidwood), John Fitzgerald Byers (Bruce Harwood) e Richard "Ringo" Langly (Dean Haglund).

Il nome originale del trio (e della serie) deriva dalla teoria sull'uccisione di John Fitzgerald Kennedy formulata dalla Commissione Warren.

Dopo un inizio promettente la serie è stata cancellata dopo soli tredici episodi, l'ultimo dei quali terminante con un cliffhanger che viene risolto nell'episodio Modifica genetica dell'ultima stagione di X-Files.

Il primo episodio, trasmesso il 4 marzo 2001, racconta dell'organizzazione, ad opera di una parte del governo americano, di un autoattentato, al fine di giustificare una guerra e di conseguenza rinvigorire il mercato delle armi. L'attentato consiste nel telecomandare un aereo di linea verso il World Trade Center (un episodio molto simile a quello che accadrà circa sei mesi più tardi, l'11 settembre 2001)

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 13 2001 inedita

Parallelismo con l'attentato dell'11 settembre[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio pilota della serie racconta di un aereo che sarebbe dovuto scontrasi con il World Trade Center di New York, tale episodio è andato in onda sei mesi prima dell'attentato dell'11 settembre. Nell'episodio compare una fazione segreta all'interno del governo degli Stati Uniti che complotta per dirottare a distanza un Boeing 727 in modo che si schianti contro il World Trade Center. Il movente dell'atto non è terroristico, bensì quello di aumentare il bilancio militare del Dipartimento della Difesa, accusando dei paesi stranieri di essere i mandanti dell'attentato. Nell'episodio, l'attacco è sventato dai protagonisti che, a bordo dell'aereo, disattivano il pilota automatico pochi secondi prima che l'aereo raggiunga l'obiettivo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]