The Lincoln Lawyer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Lincoln Lawyer
The Lincoln Lawyer.png
Matthew McConaughey (Avvocato Mike Haller) e Ryan Phillippe (il suo cliente Louis Roulet) in una scena del film.
Titolo originale The Lincoln Lawyer
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 2011
Durata 118 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller
Regia Brad Furman
Sceneggiatura John Romano
Produttore Sidney Kimmel
Produttore esecutivo Eric Reid, David Kern, Bruce Toll
Casa di produzione Lakeshore Ent., Lionsgate
Distribuzione (Italia) Andrea Leone Films
Fotografia Lukas Ettlin
Montaggio Jeff McEvoy
Musiche Cliff Martinez
Scenografia Nancy Nie
Costumi Erin Benach
Trucco Melanie Hughes-Wawer, David Forrest
Interpreti e personaggi

The Lincoln Lawyer è un film statunitense del 2011 diretto da Brad Furman, tratto dal romanzo di Michael Connelly Avvocato di difesa.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'avvocato Mickey Haller, di Los Angeles, usa per la sua attività di difensore metodi piuttosto discutibili e ha come ufficio una automobile “Lincoln” con una targa personalizzata “Not guilty” (“Non colpevole”).

Un giorno gli viene chiesto di difendere Louis Roulet, un ricco giovane accusato di violenze su una prostituta, il quale si dichiara ostinatamente innocente. Dalle ricerche effettuate dal suo amico investigatore Frank Levin, sembra effettivamente emergere l'innocenza dell’imputato. Ma poiché la Procura Distrettuale, per la quale lavora la ex moglie di Haller, insiste con le accuse si apre il processo.

Lo svolgimento del dibattimento fa ritornare alla memoria di Haller un caso analogo, accaduto alcuni anni prima, nel quale egli difendeva un uomo accusato dell’omicidio di una prostituta. In quel caso l’avvocato era solo riuscito ad evitare la pena di morte per suo assistito, convincendolo a patteggiare l'ergastolo, nonostante questi abbia sempre professato la sua innocenza.

Viste le analogie tra i due casi, l’Avvocato chiede al suo amico investigatore di approfondire la cosa, ma costui viene assassinato. A quel punto, Haller si trova stretto tra l’etica professionale di tutelare il suo cliente ed il timore che costui sia invece colpevole, mentre in prigione si trova un innocente che lui non ha saputo a suo tempo riconoscere e difendere.

Haller riuscirà a far assolvere Roulet nel processo, ma poi la situazione precipita. Rischia di diventare lui l’accusato e viene anche minacciata la sua bambina. Solo grazie ad un colpo di fortuna ed all’aiuto di una gang di motociclisti che fanno parte della sua discutibile clientela, riuscirà a cavarsela, con un colpo di scena finale.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente si pensava di affiancare Tommy Lee Jones a Matthew McConaughey[1]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato distribuito in varie nazioni, fra cui (tra parentesi la data di uscita) :[2]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il film ha incassato 57.174.624 di dollari negli USA[3]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Il film ha ricevuto recensioni molto positive, segnando un punteggio di 83% "certified fresh" a Rotten Tomatoes, sulla base di 156 recensioni con una valutazione media di 6.6/10. Commento poco positivo invece sul magazine specializzato USA "Variety" che lo ha definito [4] «un tipico genere "da aeroporto", senza grandi qualità né ambizioni. Insomma fatto apposta per mettere in mostra il ‘divo’ McConaughey e con un dialogo zoppicante, bizzarrie del regista, tempo che corre troppo e stile tipo ‘Law & Order’. Chi spera di più resta continuamente deluso. Un cast di tutto rispetto e la popolarità di Connelly come romanziere dovrebbero comunque garantire un buon risultato economico» [5]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema