The Libertines (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Libertines
Artista The Libertines
Tipo album Studio
Pubblicazione 30 agosto 2004
Durata 42 min : 04 s
Dischi 1
Tracce 14
Genere[1] Garage rock
Etichetta Rough Trade
Produttore Mick Jones
Registrazione primavera 2004
The Libertines - cronologia
Album precedente
(2002)
Album successivo

The Libertines è il secondo e ultimo album dell'omonima band. Realizzato il 30 agosto 2004, ha venduto 72.189 copie solo nella prima settimana. Viene considerato una sorta di autobiografia di Pete Doherty e Carl Barât.Nel 2006 NME lo ha piazzato al n° 47 dei migliori album inglesi di sempre. L'album è stato inoltre incluso nel libro 1001 Albums You Must Hear Before You Die ed è stato prodotto dal chitarrista dei The Clash Mick Jones.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Can't stand me now (Pete Doherty, Carl Barat, Hammerton)
  2. Last post on the bugle (Dohert, Barat, MIcahel Bower)
  3. Don't be shy (Doherty, Barat)
  4. The man who would be king (Doherty, Barat)
  5. Music when the lights go out (Doherty, Barat)
  6. Narcissist (Barat)
  7. The ha ha wall (Doherty, Barat)
  8. Arbeit march frei (Doherty)
  9. Campaign of hate (Doherty)
  10. What Katie did (Doherty)
  11. Tomblands (Doherty, Barat)
  12. The saga (Doherty, Paul Roundhill)
  13. Road to ruin (Doherty, Barat)
  14. What became of the likely lads (Doherty, Barat)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

"Can't Stand Me Now" (9 agosto), (2004), numero 2

"What Became of the Likely Lads" (25 ottobre), (2004), numero 8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda sull'album da allmusic.com
Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk