The Last Vampire - Creature nel buio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
The Last Vampire - Creature nel buio
The Last Vampire - Creature nel buio Screenshot.png
il titolo, nel film
Titolo originale Blood: The Last Vampire
Lingua originale inglese
Paese di produzione Hong Kong, Giappone, Francia
Anno 2009
Durata 91 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere azione, thriller, orrore
Regia Chris Nahon
Soggetto Chris Nahon
Sceneggiatura Chris Chow
Produttore Fernando Altschul, Jianxin Huang, William Kong, Craig Mitchell, Abel Nahmias, Chris Thompson, Alice Yeung, Zhenyan Zhang
Produttore esecutivo Luis Zanger, Muriel Cabeza
Casa di produzione East Wing Holdings, Pathé
Fotografia Hang-Sang Poon
Montaggio Marco Cavé
Effetti speciali Suma Adams, Kevin Carter, Roland Blancaflor
Musiche Clint Mansell
Scenografia Nathan Amondson
Costumi Connie Balduzzi, Shandy Fung Shan Lui
Interpreti e personaggi
(EN)
« Now that she's here... there will be blood. »
(IT)
« Ora che lei è qui... ci sarà sangue. »
(Tagline del film[1])

The Last Vampire - Creature nel buio[2][3], pubblicato in Giappone con il titolo di Last Blood (ラスト・ブラッド Rasuto Buraddo?), è un film del 2009 diretto da Chris Nahon.

Si tratta del remake del film d'animazione giapponese Blood: The Last Vampire del 2000 di Mamoru Oshii.

Il film si concentra su una ragazza mezza umana mezza vampiro di nome Saya che ha come scopo di vita cacciare vampiri purosangue assieme a degli umani votati alla causa e cerca di distruggere Onigen, il più potente tra i demoni.

In lingua inglese è stato distribuito in Giappone ed in altri mercati asiatici il 29 maggio 2009. Nel Regno Unito è uscito il 26 giugno 2009 e negli USA a partire dal 10 luglio 2009 con distribuzioni limitate. In Italia è stato distribuito il 9 giugno 2010 direttamente in edizione DVD.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Saya è una creatura mezzosangue di 400 anni, che caccia altri vampiri.

Cresciuta da un uomo di nome Kato, lavora liberamente con un'organizzazione denominata "Il Consiglio", alla ricerca di Onigen, uno dei più antichi e forti demoni. Cercando indizi a riguardo di Onigen, Saya si trasferisce in una scuola nei pressi della base militare aerea di Yokota. Normalmente solitaria, Saya fa amicizia con una giovane ragazza di nome Alice, che lei salva da alcuni vampiri.

Dopo aver eliminato vari vampiri minori chiamati Sanguesughe, Saya viene a conoscenza che Onigen è uscita allo scoperto. Assieme ad Alice riesce a trovarla, e dopo un duro scontro la uccide, capendo però che questo demone era proprio sua madre e che uccidendola sarebbe diventata più simile a questa, condizione che odiava più di ogni altra cosa.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nel maggio 2006, Bill Kong ha annunciato che stava producendo un adattamento cinematografico in live-action di Blood: The Last Vampire, diretto da Ronny Yu.

Come l'anime, sarebbe stato girato principalmente in lingua inglese anziché in giapponese[4][5]. Kong e Yu inizialmente prevedevano di finanziare il loro progetto, ma nel novembre 2006, la Production I.G accettò ufficialmente il film ed iniziò ad offrirne sostegno finanziario[6][7]. Il contratto prevedeva che invece di essere pagata in una licenza di diritto, la Production I.G avrebbe ricevuto una percentuale di tutti i ricavi generati dal film[7]. Attraverso accordi con la Manga Entertainment, la società francese Pathé diventò una società di co-produzione del film, unendo la sede a Hong Kong Edko[5].

Yu venne mantenuto come produttore, ma la regia fu assegnata a Chris Nahon[8][9]. L'attrice Sudcoreana Jun Ji-hyun, che adottò il nome inglese Gianna Jun per i titoli, fu scelta per il ruolo di Saya[10].

In un primo annuncio tempestivo, si è affermato che il film sarebbe stato fissato nel 1948 in un campo dell'Esercito degli Stati Uniti a Tokyo, poco dopo la conclusione della Seconda guerra mondiale durante l'occupazione americana in Giappone[6]. Durante la produzione, la data di ambientazione del film fu spostata invece al 1970 (data originale dell'impostazione per l'anime).

Le riprese sono avvenute a Dali, a Kunming ed a Teng Chong, in Cina; a Ituzaingó, a Morón, al Leloir Park e a Vicente López (Buenos Aires) in Argentina.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Data di uscita[modifica | modifica sorgente]

Originariamente previsto per essere distribuito in tutto il mondo nella primavera del 2008[7], il film è uscito in anteprima in Giappone il 29 maggio 2009[11] ed è stato rilasciato in Inghilterra il 26 giugno 2009[12].

La Sony Pictures Worldwide Acquisitions Group concesse la licenza per la distribuzione del prodotto nel Nord America, dove fu rilasciato al festival di Samuel Goldwyn Films il 10 luglio 2009[13][14].

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Il film ha incassato 473.992 $ in Giappone, ed ha avuto un guadagno di 5.731.143 $ in tutto il mondo[15][16]. Il fine settimana dell'uscita della sua edizione limitata in 20 cinema statunitensi, il film ha incassato 103.000 $[17].

Cathy A. Rose Garcia del The Korea Times dichiarò di considerare l'attrice Jun Ji-hyun come «probabilmente l'unico punto luminoso in questo film (reducing all but one of the fight scenes into a flurry of cuts (EN) », criticando la« trama contorta (..) effetti speciali bucati ed eccessi del cast di supporto (convoluted plot (...) cheesy special effects and overacting from the supporting cast (EN) )». Ha respinto gran parte della violenza del film come «gratuite» ed ha osservato che sebbene le acrobazie siano state «impressionanti» fossero assenti di originalità, mentre l'avvincente prova di forza lo ha dimostrato l'assenza di «qualsiasi emozione reale»[18].

Il film ha ricevuto recensioni generalmente negative da parte della critica americana[19][20].

Divieti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Copertina DVD, dreadcentral.com. URL consultato il 31/08/2010.
  2. ^ The Last Vampire - Creature nel buio, MyMovies. URL consultato il 31/08/2010.
  3. ^ The Last Vampire - Creature nel buio, MoviePlayer.it. URL consultato il 31/08/2010.
  4. ^ 'Blood: The Last Vampire' Live Action, ICv2. URL consultato il 31/08/2010.
  5. ^ a b Blood: The Last Vampire -- Film Review, The Hollywood Reporter. URL consultato il 31/08/2010 (archiviato dall'url originale il 2009-07-09).
  6. ^ a b Ronny Yu and Quint discuss Fearless, Jet Li's retirement and Blood: The Last Vampire!!, Ain't It Cool News. URL consultato il 31/08/2010.
  7. ^ a b c Live Action Blood: The Last Vampire, Anime News Network. URL consultato il 31/08/2010.
  8. ^ Blood : The Last Vampire : photo exclusive!, Mixicom FilmsActu.com. URL consultato il 31/08/2010. (FR)
  9. ^ 1st Live-Action Blood: The Last Vampire Still Posted, Anime News Network. URL consultato il 31/08/2010.
  10. ^ Jun Ji-hyun Changes Name to Gianna Jun for Blood: The Last Vampire, BeyondHollywood.com, 22/05/2007. URL consultato il 31/08/2010.
  11. ^ Live-Action Blood: The Last Vampire Teaser Gets 450,000 Accesses, Anime News Network. URL consultato il 31/08/2010.
  12. ^ 2 New Live-Action Blood: The Last Vampire Clips Posted, Anime News Network. URL consultato il 31/08/2010.
  13. ^ Sony Acquires Live-Action Blood: The Last Vampire's U.S. Rights (Update 3), Anime News Network. URL consultato il 31/08/2010.
  14. ^ Ponyo to Open on 800 U.S. Screens, Blood on at Least 11, Anime News Network. URL consultato il 31/08/2010.
  15. ^ Blood: The Last Vampire - Foreign Box Office, Box Office Mojo, 28/12/2009. URL consultato il 31/08/2010. (EN)
  16. ^ Blood: The Last Vampire - Summary, Box Office Mojo. URL consultato il 31/08/2010. (EN)
  17. ^ Live-Action Blood Film Opens with Estimated US$103,000, Anime News Network, 13/07/2009. URL consultato il 31/08/2010. (EN)
  18. ^ Jun Ji-hyun Shines but 'Blood' Disappoints, The Korea Times, 5/06/2009. URL consultato il 31/08/2010.
  19. ^ Blood: The Last Vampire (2009), Rotten Tomatoes. URL consultato il 31/08/2010. (EN)
  20. ^ Blood: The Last Vampire, Metacritic. URL consultato il 31/08/2010. (EN)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema