The Last Blade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Last Blade
Lasdse.gif
Last Blade
Sviluppo SNK
Pubblicazione SNK
Ideazione Hiroshi Matsumoto
Data di pubblicazione 5 dicembre 1997
Genere Picchiaduro
Piattaforma Arcade, Neo Geo, Neo Geo CD, PlayStation, PlayStation 2

The Last Blade (L'ultima lama) è stato un videogioco bidimensionale del genere picchiaduro, pubblicato da SNK nel 1997 per Neo Geo e Neo Geo CD ed è il primo di una serie comprendente due episodi. Ambientato in Giappone nella ultima parte dell'era Tokugawa (più precisamente il periodo bakumatsu, situato cronologicamente attorno alla metà del XIX secolo) vede come protagonisti samurai, ninja ed esperti di arti marziali e armi esotiche, come già nella prolissa serie (sempre di SNK) Samurai Shodown.

Il gioco ha avuto un seguito con The Last Blade 2.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La trama, per l'occasione decisamente meno scontata del solito, vede l'arcicattivone (tale Kagami, samurai vestito all'occidentale) di turno aprire nientemeno che i cancelli che separano il mondo dei vivi da quello dei morti. Difficile non notare nella situazione un qualcosa di simbolico in un Giappone che vedeva sgretolarsi la sua natura tradizionale e ancora feudale per gettarsi nel periodo Meiji caratterizzato da una inarrestabile innovazione industriale-tecnologica di matrice fortemente capitalistica. Prima di confrontarsi con Kagami, dopo aver ovviamente sconfitto la solita pletora di contendenti, dovranno duellare perfino con il leggendario Musashi Miyamoto, per l'occasione risorto dalla porta aperta sull'inferno. Altri personaggi di spicco che completano il cast: Amano, il samurai ubriacone e donnaiolo; Kaede e Moriya, due antagonisti à la Kyo e Iori di The King of Fighters, Juzoh gigantesco omone armato di mazza e la sua sorella adottiva Akari, mistica familiare con oni e demonietti; Washizuka agente governativo; Lee monaco cinese; il killer psicopatico Shikyo (in The Last Blade 2 ritorna con il nome Mukuro) e diversi altri.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

The Last Blade offre un impianto grafico di tutto rispetto, malgrado il bidimensionale avesse già cominciato il suo lento declino in favore del poligonale, soprattutto per quanto riguarda i fondali molto suggestivi e il character design, raramente così azzeccato, anche per SNK; in questo senso rispetto a Samurai Shodown appare un po' meno fantasy e forse più nostalgico e storicamente fedele. I personaggi giocabili sono dodici, tutti dotati di un notevole spessore, e sono selezionabili in due diverse modalità, Speed e Power (possibilità questa che ricorda fortemente gli ultimi episodi di Samurai Shodown), il primo decisamente combo easy e il secondo più improntato al massimo danno. Per quanto riguarda il sistema di controllo, decisamente buono, che oltre alle consuete supers e desperation moves (queste ultime disponibili solo in modalità Power, mentre per la "Speed" esiste una "desperation move" effettuabile solo con precisi movimenti per cui è richiesta una grande abilità di tempismo, allenamento e intuito) introduce la possibilità di effettuare counters in grado di bloccare i colpi degli avversari lasciando la loro difesa completamente sguarnita.

Personaggi Principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi Esclusivi della versione Playstation[modifica | modifica wikitesto]

Boss[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]