The Lady - L'amore per la libertà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "The Lady" rimanda qui. Se stai cercando il film del 1925, vedi The Lady (film 1925).
The Lady - L'amore per la libertà
TheLady.JPG
Una scena del film
Titolo originale The Lady
Lingua originale inglese, birmano
Paese di produzione Francia, Regno Unito
Anno 2011
Durata 132 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere drammatico, biografico
Regia Luc Besson
Sceneggiatura Rebecca Frayn
Produttore Luc Besson, Andy Harries, Didier Hoarau, Virginie Silla, Jean Todt
Casa di produzione EuropaCorp, Left Bank Pictures, France 2 Cinéma
Distribuzione (Italia) Good Films
Fotografia Thierry Arbogast
Montaggio Julien Rey
Musiche Eric Serra
Scenografia Hugues Tissandier
Costumi Olivier Bériot
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Lady - L'amore per la libertà (The Lady) è un film biografico del 2011 diretto da Luc Besson sulla vita del premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, interpretata da Michelle Yeoh.

Il film si focalizza sul rapporto della leader dell'opposizione birmana con il marito e la famiglia in generale, descrive la dimensione intima di una donna costretta dal regime a vivere lontano dai propri affetti, saldi e duraturi nonostante le difficoltà.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La giovane madre Aung San Suu Kyi (suu) vive con il marito (Michael Aris) e i figli (Kim e Alexander), a Londra. Durante una telefonata viene a sapere che la madre ha avuto un infarto ed è stata ricoverata in un ospedale in Birmania,il paese dove Suu ha vissuto da bambina prima della morte del padre. La Birmania si trovava invasa da rivolte studentesche che si trasformeranno in veri e propri omicidi di massa a causa del generale, successore del padre. Suu lotterà per restaurare la pace e per riprendersi il posto di suo possesso da tempo. Durante quel lungo periodo ella verrà messa agli arresti domiciliari e i suoi "seguaci" verranno imprigionati. Finché, vincendo le prime elezioni birmane, non verrà liberata insieme ai compagni anche se tenuta sotto d'occhio di continuo. Intanto alla famiglia verrà proibito ogni tentativo di accesso nel confine birmano. Dopo 6 anni, al marito venne diagnosticato un tumore che lo farà indebolire in modo brutale e che lo costringerà a recarsi in ospedale dove morirà dopo poco, esattamente il giorno del suo 53º compleanno (marzo 1999). Suu però, grazie al suo coraggio e alla sua forza, continua ad andare avanti in onore del marito e nel 2010 verrà liberata definitivamente.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Michelle Yeoh alla presentazione del film al Toronto Film Festival 2011.

Il film è stato presentato al Toronto International Film Festival il 12 settembre 2011. In Italia, dopo aver inaugurato il Festival Internazionale del Film di Roma 2011,[1] è stato distribuito nelle sale cinematografiche il 23 marzo 2012, come prima pellicola distribuita dalla neonata Good Films.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Lady, Festival Internazionale del Film di Roma. URL consultato il 28 ottobre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema