The Inner Mystique

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Inner Mystique
Artista The Chocolate Watchband
Tipo album Studio
Pubblicazione febbraio 1968
Dischi 1
Tracce 8
Genere Rock psichedelico
Etichetta Tower Records (T 5106)
Produttore Ed Cobb
The Chocolate Watchband - cronologia
Album precedente
(1967)
Album successivo
(1969)

The Inner Mystique fu il secondo disco in ordine di pubblicazione de The Chocolate Watchband uscito nel febbraio del 1968. È un altro disco a due facce, nel quale interagiscono Garage rock e Rock psichedelico. Perde la suggestione del precedente. Nessun brano è firmato dai musicisti, presenti solo nelle cover selvagge e trascinanti come "I'm Not Like Everybody Else" (Kinks) e "It's All Over Now, Baby Blue" (Bob Dylan). Il resto del disco è opera di turnisti che accompagnano il cantante Don Bennet in una psichedelia melodica, contrastante con la forte aggressività dei pezzi firmati dal gruppo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Voyage of the Trieste – 3:39 (Ed Cobb)
  2. In the Past – 3:08 (Wayne Proctor)
  3. Inner Mystique – 5:34 (Ed Cobb)
Lato B
  1. I'm Not Like Everybody Else – 3:43 (Ray Davies)
  2. Medication – 2:04 (Ben DiTosti, Minette Alton)
  3. Let's Go, Let's Go, Let's Go – 2:16 (Hank Ballard)
  4. Baby Blue – 3:14 (Bob Dylan)
  5. I Ain't No Miracle Worker – 2:51 (Annette Tucker, Nancy Mantz)
Edizione CD del 1994, pubblicato dalla Sundazed Records (SC 6024)
  1. Voyage of the Trieste – 3:38 (Ed Cobb)
  2. In the Past – 3:06 (Wayne Proctor)
  3. Inner Mystique – 5:35 (Ed Cobb)
  4. I'm Not Like Everybody Else – 3:42 (Ray Davies)
  5. Medication – 2:06 (Ben DiTosti, Minette Alton)
  6. Let's Go, Let's Go, Let's Go – 2:15 (Hank Ballard)
  7. It's All Over Now, Baby Blue – 3:11 (Bob Dylan)
  8. I Ain't No Miracle Worker – 2:49 (Annette Tucker, Nancy Mantz)
  9. She Weaves a Tender Trap – 3:29 (Ed Cobb) – Bonus Track
  10. Misty Lane – 3:16 (Martin Siegel) – Bonus Track
  11. Baby Blue (Original Single Version) – 3:12 (Bob Dylan) – Bonus Track
  12. Sweet Young Thing – 2:55 (Ed Cobb) – Bonus Track

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Rizzi, "Psichedelia", Firenze, Giunti, 2001

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock