The Final Frontier (Iron Maiden)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Final Frontier

Artista Iron Maiden
Tipo album Studio
Pubblicazione 16 agosto 2010[1]
Durata 76 min : 33 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Heavy metal
Etichetta EMI
Produttore Kevin Shirley
Registrazione Compass Point Studios, Nassau, Bahamas 2009/2010
Formati CD, LP, digitale
Certificazioni
Dischi d'oro 8
Dischi di platino 2
Iron Maiden - cronologia
Album precedente
(2006)
Album successivo
Singoli
  1. El Dorado
    Pubblicato: 8 giugno 2010

The Final Frontier è il quindicesimo album in studio del gruppo musicale britannico Iron Maiden, pubblicato il 16 agosto 2010 per la EMI.[1]

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Antefatti e pubblicazione[modifica | modifica sorgente]

L'annuncio della pubblicazione dell'album è stato dato l'8 giugno 2010, e assieme alla copertina e alla data d'uscita, venne pubblicata la canzone El Dorado, primo singolo (distribuito poi in edizione limitata come promo CD) estratto dal disco, scaricabile gratuitamente in formato mp3 fino al 21 giugno 2010.

Il disco è il primo album pubblicato dopo quattro anni da A Matter of Life and Death, il maggior lasso di tempo mai intercorso tra l'uscita di due album del gruppo.

Al disco segue il tour iniziato il 9 giugno 2010 a Dallas.

Il disco, nella prima settimana di vendite, ha ottenuto un buon successo, vendendo più di 30.000 copie e raggiungendo la prima posizione in classifica nel Regno Unito (risultato ottenuto con gli album The Number of the Beast, Seventh Son of a Seventh Son e Fear of the Dark), Arabia, Austria, Brasile, Bulgaria, Canada, Cile, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Germania, Finlandia, Giappone, Italia, Messico, Nuova Zelanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera. Il secondo posto in: Australia, Belgio e Olanda. Il terzo posto in: Irlanda, Polonia e Turchia. Il quarto posto negli USA. Il quinto posto a Singapore.[2]

Il disco ha venduto ad un anno dalla pubblicazione oltre 2 milioni di copie.

Le canzoni[modifica | modifica sorgente]

Il disco inizia con la title track Satellite 15... The Final Frontier, il cui testo parla di un astronauta, perduto nello spazio, conscio della sua morte imminente, ma che non se ne rammarica, poiché ha vissuto la propria vita "al massimo" e rifarebbe tutto di nuovo, rimpiange solo il fatto di non poter dare un ultimo saluto ai familiari. Le sonorità della canzone sono al contempo usuali per la band, ma riescono comunque a sorprendere.

La traccia seguente è El Dorado, la quale parla della confusione creata dalla crisi economica mondiale che ha recentemente colpito i mercati mondiali, creando una situazione in cui, dopo aver fatto ciò che volevano con il proprio denaro ed averlo sperperato, adesso tutti sono costretti a vendere tutto al miglior offerente, "facendo passare delle normali strade per strade patinate d'oro". Il sound della canzone richiama molto quelli dei brani realizzati in passato dal gruppo, molto heavy.

Singoli[modifica | modifica sorgente]

L'unico singolo estratto dall'album è stato El Dorado, reso disponibile per il download attraverso il sito ufficiale del gruppo e vincitore del Grammy Award alla miglior interpretazione metal nel 2010.[3] Altri brani pubblicati in via promozionale sono stati Coming Home e la title track (senza l'inclusione di Satellite 15), la quale ricevette anche videoclip, pubblicato il 13 luglio.[4]

Edizione speciale[modifica | modifica sorgente]

In contemporanea alla pubblicazione della versione standard, è stata pubblicata anche una versione in edizione limitata denominata Mission Edition, costituita da una custodia metallica contenente (oltre al disco e al booklet) anche un codice presente sul retro della custodia che permette di scaricare il videoclip della title track e il videogioco Mission 2: Rescue and Revenge. Inoltre, in Grecia venne pubblicata un'edizione speciale composta dalla confezione in digipak dell'album e il libretto stampa to in formato A4.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Satellite 15... The Final Frontier – 8:40 (Steve Harris, Adrian Smith)
  2. El Dorado – 6:48 (Bruce Dickinson, Steve Harris, Adrian Smith)
  3. Mother of Mercy – 5:20 (Steve Harris, Adrian Smith)
  4. Coming Home – 5:52 (Bruce Dickinson, Steve Harris, Adrian Smith)
  5. The Alchemist – 4:28 (Bruce Dickinson, Janick Gers, Steve Harris)
  6. Isle of Avalon – 9:06 (Steve Harris, Adrian Smith)
  7. Starblind – 7:48 (Bruce Dickinson, Steve Harris, Adrian Smith)
  8. The Talisman – 9:03 (Janick Gers, Steve Harris)
  9. The Man Who Would Be King – 8:28 (Steve Harris, Dave Murray)
  10. When the Wild Wind Blows – 11:00 (Steve Harris)
Contenuti multimediali presenti nella Mission Edition
  • The Final Frontier (Director's Cut)
  • Interviste al gruppo realizzate da Sam Dunn e da Scot McFadyen
  • Mission II: Rescue & Revenge (videogioco)
  • Foto e sfondi

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) The Final Frontier, 19 marzo 2013.
  2. ^ iron maiden the final frontier conquers the world
  3. ^ (EN) Past Winners Search, Grammy.com. URL consultato il 19 marzo 2013.
  4. ^  Iron Maiden - The Final Frontier (Director's Cut). YouTube. URL consultato in data 19 marzo 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal