The Divine Conspiracy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Divine Conspiracy

Artista Epica
Tipo album Studio
Pubblicazione 2007
Durata 70 min circa
Dischi 1
Tracce 13 + 2
Genere Symphonic metal
Melodic death metal
[1]
Symphonic black metal[2]
Etichetta Nuclear Blast
Epica - cronologia
Album precedente
(2006)
Album successivo
(2009)

The Divine Conspiracy è il terzo disco della symphonic metal band Epica, pubblicato il 7 settembre del 2007. Si tratta di un concept album.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
About.com 4/5 stelle
Musical Discoveries 5/5 stelle
Sea of Tranquillity 5/5 stelle
SputnikMusic 3/5 stelle
Ultimate Guitar Archive (8,5/10)
AllMusic (3,5/5)
Metal Sorm (9/10)
Spazio Rock (8/10)
TrueMetal (81/100)
Metallized (80/100)
Metallus (8/10)
The Murderinn (8/10)
BenzoWorld (80/100)
RockLine (7,8/10)
  1. Indigo - 02:05
  2. The Obsessive Devotion - 07:13
  3. Menace of Vanity - 04:13
  4. Chasing the Dragon - 07:40
  5. Never Enough - 04:47
  6. La’fetach Chatat Rovetz (The Final Embrace) - 01:46
  7. Death of a Dream (The Embrace That Smothers ~ Part VII) - 06:03
  8. Living a Lie (The Embrace That Smothers ~ part VIII) - 04:56
  9. Fools of Damnation (The Embrace That Smothers ~ Part IX) - 08:41
  10. Beyond Belief - 05:25
  11. Safeguard to Paradise - 03:46
  12. Sancta Terra - 04:57
  13. The Divine Conspiracy - 13:56

Tracce Bonus[modifica | modifica sorgente]

  1. Higher High - 05:27
  2. Replica (cover dei Fear Factory) - 04:09

Concept e temi[modifica | modifica sorgente]

La prima parte dell'album (fino a La’fetach Chatat Rovetz) parla di psicologia umana, la seconda parte parla del concept e del fondamentalismo religioso.

« Il concept di The Divine Conspiracy riguarda la teoria che il protagonista ha rivelato: l’idea è basata sulla teoria per cui, come prova, Dio creò tutte le diverse religioni e le diede agli Uomini per vedere se fossero in grado di comprenderne la vera natura, capendo che tutte le religioni sono da ricondurre a una sola. L’umanità lo capirà o continuerà a uccidere le persone che lo comprendono?[3] »

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Componenti aggiuntivi in studio[modifica | modifica sorgente]

Special Guest[modifica | modifica sorgente]

Orchestrazioni[modifica | modifica sorgente]

Le orchestrazioni degli Epica sono fatte al computer da Mark Jansen, Coen Janssen e Miro Rodemberg.

Coro per le registrazioni[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Never Enough[modifica | modifica sorgente]

  1. Never Enough (versione editata),
  2. Chasing the Dragon (versione editata),
  3. Safeguard to Paradise (versione pianoforte)

Chasing the Dragon[modifica | modifica sorgente]

  1. Chasing the Dragon (radio edit)
  2. Replica (cover dei Fear Factory)

La canzone Chasing the Dragon è stata inclusa nella colonna sonora del film In the Name of the King [4].

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Paese Posizioni in classifica
Brasile (classifica generale) 1[5]
Venezuela (classifica generale) 1[5]
Colombia (classifica generale) 1[5]
Paesi Bassi (Top30 Alternative) 1[5]
Paesi Bassi (classifica generale) 9[5]
Italia (Metal Chart) 5 [6]
Regno Unito (Heatseekers) 19 [6]
Finlandia (classifica generale) 24 [6]
Repubblica Ceca (classifica generale) 29 [5]
Francia (classifica generale) 35 [5]
Germania (classifica generale) 40 [5]
Belgio (classifica nazionale) 61 [5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Simone Simons - Epica, Metalcovenant.com. URL consultato il 6 luglio 2009.
  2. ^ About Web s.r.l. - Orbassano (TO) - Sito Internet http://www.aboutweb.it, Recensione di The Divine Conspiracy, EPICA, metallus.it. URL consultato il 19 luglio 2009.
  3. ^ :: Façade of Reality:: Epica Italian fansite, Epicaitaly.it. URL consultato il 4 luglio 2009.
  4. ^ :: Façade of Reality :: Epica Italian fansite
  5. ^ a b c d e f g h i Epica Online
  6. ^ a b c Epica Online
metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal