The Circus: Starring Britney Spears

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Circus Starring: Britney Spears
Circus Tour.jpg
Britney Spears durante il numero di apertura al "The Circus: Starring Britney Spears" con Circus
Tour di Britney Spears
Album Circus, Blackout
Inizio 3 marzo 2009
Fine 24 novembre 2009
Spettacoli 61 in Nord America
22 in Europa
14 in Australia
97 totali
Cronologia dei tour di Britney Spears
The M+M's Tour
(2007)
The Femme Fatale Tour
(2011)

The Circus Starring: Britney Spears è il quinto tour mondiale della cantante statunitense Britney Spears, in supporto del suo quinto album in studio Blackout(2007) e anche del suo sesto album in studio Circus(2008). La Spears non partiva per un tour mondiale da cinque anni, dopo il The Onyx Hotel Tour del 2004. "The Circus: Starring Britney Spears" ha toccato Nord America, Europa e Australia. Jamie King è stato il direttore creativo del tour, mentre Simon Ellis era direttore musicale. Il palco, disegnato da Road Rage e costruito dalla società Tait Towers, era composto da tre anelli ed aveva una forma circolare, per richiamare l'idea del circo. Gli effetti furono forniti dalla ditta Solotech. La setlist era composta prevalentemente dagli ultimi tre album della Spears. Magician Ed Alonzo la raggiungeva durante il secondo atto.

L'assistente di Britney, Brett Miller,affermò che era in progetto un DVD del tour,che non fu mai prodotto a causa di alcuni disguidi con la casa di produzione.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il 9 settembre 2007 Britney Spears ha aperto gli MTV Video Music Awards con la canzone "Gimme More" (primo singolo del suo quinto album in studio "Blackout"). La sua ultima performance dal vivo era datata al maggio dello stesso anno nel tour "The M+M's Tour" . La performance fu stroncata dalla critica e pubblico a causa del playback, della coreografia e del guardaroba ritenuto inadeguato. La performance fu ritenuta dannosa alla sua carriera. Nell'ottobre 2007 è stato segnalato che la cantante aveva intenzione di andare in tour per promuovere l'album appena uscito e che teneva audizioni di danza aperte, la notizia fu però smentita dalla sua casa discografica (la Jive Records). Nel febbraio 2008 è emerso che la cantante provava da un mese al Millenium Danza Complex di Los Angeles e che nelle successive settimane sarebbe partita per l'Europa per un tour mondiale. Tutto questo è stato però annullato a causa di ragioni sconosciute. Nel settembre del 2008, poco dopo che la radio statunitense New York City aveva presentato il suo nuovo singolo, Womanizer, Spears fece un'apparizione a sorpresa nello show e annunciò che avrebbe iniziato un tour mondiale durante il 2009 per supportare l'album Circus.[2][3] Affermò di aver firmato un accordo con l'agenzia AEG Live per produrre e promuovere gli show.[4] Il primo direttore del tour, il coreografo australiano Wade Robson (poi sostituito da Jamie King[5]), affermò che il tour avrebbe toccato Stati Uniti, Regno Unito e Australia.[6][7] Il 26 novembre, la Spears annunciò due date a Londra per giugno 2009.[8] Dopo le esibizioni al Good Morning America del 2 dicembre, la Spears annunciò ufficialmente una prima leg di 25 date negli Stati Uniti e le due date nel Regno Unito, con inizio il 3 marzo a New Orleans.[9] Le Pussycat Dolls erano state scelte ad ottobre per aprire i concerti in Nord America.[10] Il manager della Spears Larry Rudolph affermò che lo show avrebbe mostrato ai fan qualcosa che "non dimenticheranno mai."[11]

Il 28 aprile furono aggiunte altre otto tappe europee[12] e il giorno seguente ne furono annunciate altre quattro in Russia, Polonia e Germania.[13] Il 9 giugno, la Spears annunciò che avrebbe tenuto dei concerti anche in Australia a novembre: inizialmente furono annunciate sei tappe. La Spears affermò: "Volevo esibirmi in Australia da un po' e finalmente adesso potrò farlo. Il 'Circus tour' è il miglior show che io abbia mai creato e non vedo l'ora di esibirmi per i miei fan australiani".[14] Il giorno seguente, annunciò sul suo sito ufficiale che sarebbe tornata in Nord America per una seconda leg, visitando venti città.[15] Avrebbe dovuto raggiungere anche il Sud America, ma il manager della Spears Adam Leber smentì la notizia nonostante gli sforzi per realizzarla.[16] La data di Milano del 28 luglio fu annullata per dispute contrattuali, i manager della Spears dissero di non aver avuto modo di spostare il concerto in altre città italiane a causa della struttura dei palazzetti non adatti ad un evento del genere.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Britney mentre canta ...Baby One More Time durante un live del tour

Dopo la prima serata, il tour ricevette delle recensioni generalmente positive da parte della critica musicale. Stacey Plaisance di Associated Press commentò che il tour era "un altro passo giusto nella giusta direzione".[17] Ann Powers del Los Angeles Times affermò: "nonostante quel passo falso nella prima tappa e diversi numeri in cui i suoi movimenti non erano più che adeguati, la Spears può tranquillamente definire la sua esibizione un successo".[18] Jon Caramanica del The New York Times ha detto che "[lo show] era più uno spettacolo in stile Las Vegas che un concerto. Comunque, anche se ha interagito poco col pubblico, la signorina Spears è apparsa raggiante, spesso sorridente e mai svogliata".[19] Dixie Reid del The Sacramento Bee commentò che lo show era "un'enorme e affascinante produzione con video d'intrattenimento (tra cui il noto bacio Spears-Madonna), coriandoli, stelle filanti e persino un trampolieri. Chi avrebbe potuto chiedere di più? Tutti sembravano divertirsi al circo".[20] Neil McCormick del The Daily Telegraph ha detto che la Spears "è la regina della produzione in linea pop e rivendica la corona con il più perfetto spettacolo pop mai messo in scena".[21]

L'autore di People Chuck Arnold ha scritto che la Spears "non si smentisce mai [..] da parte sua c'erano più passi di pavoneggiamento che passi di danza".[22] Jeff Montgomery di MTV ha sia elogiato che criticato l'esibizione della Spears dicendo: "Sì, benvenuti al Circo di Britney, uno spettacolo grande, forte, divertente, privo di senso e con tre ring... Sta benissimo nella sua miriade di costumi, e riesce ancora a muoversi con la maggior parte di essi. [...] È solo, be, è quasi persa nella vastità della produzione che la circonda".[23] Jane Stevenson del Toronto Sun ha dato all'esibizione della Spears tre stelle su cinque, affermando che "ci sono davvero tante cose -- c'erano anche soldati, ciclisti... -- non c'era tempo per accertarsi veramente su qualcosa della Spears se non che era fantastica. [..] Poteva mimare le canzoni (si può supporre) e saltellare sul palco abbastanza bene, ma c'era poco in termini di passione, gioia o emozione da parte sua".[24] Craig Rosen dell'Hollywood Reporter affermò che "dopotutto, Britney e compagnia hanno costruito uno spettacolo divertente, ma non si poteva fare a meno di sperare che mostrasse un po' di più di lei come artista".[25] Sean Daly del St. Petersburg Times ha riassunto tutte le recensioni dicendo: "Quando Britney, in tour per l'album Circus, si è esibita al Times Forum, c'erano tante persone ad alimentare il suo successo quante ad alimentarne il fallimento. [..] Ma dopotutto, siamo tutti invidiosi e riconoscenti, gelosi e acclamanti. Amiamo gli altri e noi stessi e odiamo gli altri e noi stessi per lo stesso motivo".[26]

Successo commerciale[modifica | modifica sorgente]

Esibizione di If U Seek Amy durante il Circus Tour

Una settimana dopo l'annuncio del tour, erano già stati acquistati 400,000 biglietti per gli show del Nord America, il che spinse i promotori ad aggiungere altre sei date a Los Angeles, Toronto, New Jersey, Chicago, Long Island e Anaheim.[11] Date le richieste anche in Regno Unito, furono aggiunte altre sei date alle due iniziali, dopo aver venduto più di 100,000 biglietti in una settimana.[11] L'esibizione della Spears all'American Airlines Arena superò le aspettative, rompendo il record precedentemente detenuto da Celine Dion, con un pubblico di 18,644 persone.[27]

La prima leg nordamericana, sold out, vendette in media 20,498 biglietti a show ed un guadagno di 61.6 milioni di dollari, divenendo il primo tour del primo semestre del 2009 in termini di guadagni nel continente. In più, il tour guadagnò 13 milioni dalle tappe di Londra, Manchester e Dublino, con un guadagno totale di 74.6 milioni, divenendo il terzo tour ad aver venduto di più nel mondo in quell'anno.[28] Lo show di Copenaghen attirò 40.000 persone, il pubblico più ampio per la Spears dai tempi del suo Dream Within a Dream Tour del 2002 a Mexico City.[29] Anche la seconda leg americana ebbe il tutto esaurito, con un guadagno di 21.4 milioni di dollari, e fu riportato che il tour avesse venduto in totale 94 milioni.[30] Anche i primi tre show a Melbourne furono sold out.[31]

I quattro show all'Acer Arena di Sydney vendettero 66,247 biglietti, rendendo la Spears l'artista ad averne venduti di più nell'arena.[32] Il tour arrivò in settima posizione nella classifica "Billboard's Top 25 Tours" del 2009, contando 70 dei 97 show totali.[33] "The Circus: Starring Britney Spears" fece arrivare la Spears alla ventesima posizione della classifica "Top Touring Artists of the Decade", divenendo la più giovane artista nella classifica, e la quarta artista donna, dietro a Madonna, Celine Dion e Cher.[34] Il tour divenne il quarto dell'anno in numeri di vendite in Nord America, il primo per un artista solista.[35] Nel febbraio del 2010, Pollstar pubblicò la classifica "Top 50 Worldwide Concert Tours of 2009": il tour della Spears è il quinto dell'anno, in tutto il mondo, in termini di vendite, con un guadagno di 131.8 milioni di dollari.[36]

Polemiche in Australia[modifica | modifica sorgente]

Britney Spears si esibisce con Womanizer durante il Circus Tour

Prima dell'inizio degli show australiani, il Ministro del Commercio dello stato di New South Wales, Virginia Judge, affermò di essere a conoscenza che la Spears avrebbe usato il playback per i suoi concerti e stava considerando di inserire dei disclaimer sul materiale promozionale e sui biglietti, indicando che alcune parti dello show sarebbero state pre-registrate.[37] Tale misura avrebbe portato ad un cambiamento nella legislatura del paese. La Judge spiegò successivamente la sua presa di posizione: "per essere chiari - 'dal vivo' significa 'dal vivo'. Se stai spendendo fino a 200 dollari io penso che meriteresti qualcosa di meglio di un filmato". Il direttore del tour Steve Dixon difese la Spears, affermando: "Questo è uno spettacolo pop, è uno show. Vieni per l'esperienza. C'è molto da vedere di questo show, non c'è niente di simile nel mondo. Britney Spears fa divertire, è per questo che la gente va a vederla. Noi gli offriamo uno show".[38] Dopo la prima tappa australiana a Perth, il giornalista Rebekah Devlin del The Advertiser riportò che un numero di fan aveva abbandonato l'arena durante lo show. Erano apparentemente "delusi" e "oltraggiati" dal playback della Spears.[39]

Il promotore del tour in Australia, Paul Dainty, affermò: "È la più grande bugia che io abbia mai sentito. Sono davvero arrabbiato. Possiamo capire che c'era qualcosa di sbagliato e che la gente ha giudicato male lo show -- è qualcosa con cui si deve convivere -- ma dire che la gente ha abbandonato in massa lo show è una completa invenzione. Britney è a conoscenza di tutta la situazione e e ne è molto turbata. È un essere umano. È una vergogna per me, con un simile entourage internazionale per Britney, far parte dei media Australiani quando vedo delle recensioni così poco accurate e veritiere. Per nove mesi se ne è parlato su internet [del playback], la conclusione è che noi avremmo cercato di nasconderlo. È accaduto il contrario. Questo show è uno spettacolo incredibile, ecco cos'è".[40]

Il manager della Spears, Adam Leber, ne ha parlato sul suo account Twitter, dicendo: "È una sfortuna che a Perth un giornalista non si è divertito allo show, l'altra sera. Per fortuna gli altri 18,272 fan sì". Il sito ufficiale della Spears ha anche riportato una serie di recensioni positive da parte di fan. Burswood Dome ha anche rilasciato un comunicato, in cui si legge: "Il concerto dell'altra sera (venerdì) ha avuto una folla record decisa a vedere la sua prima esibizione a Perth e per gli spettatori di Burswood l'evento è stato un'enorme successo. L'affermazione di un giornalista che centinaia di fan hanno lasciato il concerto prima della fine non può essere motivata e a Burswood non ci sono state lamentele sullo spettacolo".[41]

Alla fine, la Spears ha chiarito la situazione, in accordo con BBC Online. Lei avrebbe detto: "ho sentito che ci sono state diverse polemiche da parte dei media sul mio show. Alcuni giornalisti hanno detto che gli è piaciuto, ad altri non è piaciuto. Io sono venuta in Australia solo per i miei fan".[42]

L'attenzione negativa dei media continuò dopo lo show a Melbourne, quando dichiararono che alcuni fan avevano messo in vendita sul sito eBay i biglietti delle tappe rimanenti in Australia, per cifre misere come 99 centesimi. Invece, Dainty affermò che i possessori dei biglietti non fossero fan della Spears, dicendo: "Sono solo approfittatori. Comprano biglietti da 200 dollari e pensano di rivenderli per 500 dollari quando i concerti saranno sold-out".[43]

Artisti d'apertura[modifica | modifica sorgente]

Setlist[modifica | modifica sorgente]

Britney Spears canta Boys al Circus Tour
Britney Spears canta Do Somethin' al Circus Tour
Atto 1 - Circus
  • Perez/ Parade Intro
  1. "Circus" (Funky Remix)
  2. "Piece of Me"
  • Thunderstorm (Intermezzo Musicale)
  1. "Radar"
Atto 2 - House of Fun (Anything Goes)
  1. "Ooh Ooh Baby"/ "Hot as Ice"
  2. "Boys" (The Co-Ed Remix)
  3. "If U Seek Amy"
  4. "Me Against the Music" (Bollywood Remix)
  5. "Everytime"
Atto 3 - Freakshow/ Peepshow
  • Everybody Looking For Something (Video Interlude)
  1. "Freakshow"
  2. "Get Naked (I Got a Plan)"
  • Britney's Hotline (Intermezzo Musicale)
  1. "Breathe on Me"/ "Touch of My Hand"
Atto 4 - Electro Circ
  1. "Do Somethin'"
  2. "I'm a Slave 4 U" (Remix)
  • Heartbeat (Dance Interlude)
  1. "Toxic"
  2. "...Baby One More Time" (Remix)
Atto 5 - Encore
  1. "Womanizer" (Remix)
  • Circus Reprise: The Bow

Source:[52][53]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nonostante il tour sia a supporto di Circus, la maggior parte dei brani eseguiti è tratta dal quinto album in studio Blackout, come si può vedere dalla scaletta. Mentre infatti di Circus sono eseguiti tre singoli (Womanizer, Circus, If U Seek Amy), di Blackout vengono eseguite ben cinque canzoni (Piece of Me, Get Naked, Freakshow, Hot As Ice e Ooh Ooh Baby), oltre a Radar, che di fatto appartiene a tutti e due gli album.
  • Durante il primo show, a New Orleans, Britney ha eseguito una reinterpretazione di I'm Scared, canzone di Duffy, dopo Everytime. Brano poi eliminato da tutte le altre date.
  • Durante lo show a Tampa, Florida, il costume di I'm a Slave 4 U si è rotto, rischiando di mostrare le parti intime della cantante; il vestito "incriminato" è stato sostituito da un altro vestito che era stato indossato dalla cantante nelle prove del tour.
  • Con l'andare avanti del tour sono stati aggiunti degli intermezzi dance a ...Baby One More Time, Toxic, e Womanizer.
  • La data di Vancouver è stata sospesa per 30 minuti a causa di spettatori che fumavano sigarette e spinelli nel perimetro del palco, facendo diventare l'aria non respirabile.
  • Nella data di Oakland durante la performance di Touch of My Hand, un ballerino ha staccato accidentalmente una ciocca di extension a Britney.
  • Durante l'esecuzione di Womanizer, un fan ubriaco è salito sul palco approfittando della distrazione della sicurezza spaventando Britney e i suoi ballerini.
  • Per la leg Europea sono stati eseguiti dei remix delle canzoni Piece of Me, Radar, Ooh Ooh Baby, Do Somethin', I'm a Slave 4 U, ...Baby One More Time, e Womanizer'.
  • Nella data di Manchester Britney ha esclamato: "What's up London?!", correggendosi però poco dopo.
  • Sempre a Manchester è stato aggiunta una nuova base durante l'apertura del concerto.
  • Dalla data di Parigi del 5 luglio è stata aggiunta una nuova canzone, Mannequin.
  • Da Copenaghen Touch Of My Hand è stata eliminata dalla setlist (ad eccezione della prima data a Stoccolma).
  • Nella seconda leg americana la performance di Touch of My Hand è stata reintegrata nello show, mentre quella di Mannequin è stata eliminata.
  • Durante la seconda leg americana è stato messo in vendita un nuovo tour book.
  • Dalla tappa di Greensboro è stata aggiunta in setlist la canzone You Oughta Know, celebre canzone della collega Alanis Morissette.

Date e incassi[modifica | modifica sorgente]

Data Città Nazione Sede Artisti di apertura Biglietti Venduti/ Biglietti Disponibili Incassi
Nord America[54]
3 marzo 2009 New Orleans Stati Uniti Stati Uniti New Orleans Arena The Pussycat Dolls 16,810/ 16,810 $1 604 815
5 marzo 2009 Atlanta Philips Arena 29,094/ 29,094 $2 350 956
7 marzo 2009 Miami American Airlines Arena 33,146/ 33,146 $2 846 027
8 marzo 2009 Tampa St. Pete Times Forum 18,929/ 18,929 $1 818  011
11 marzo 2009 Uniondale Nassau Veterans Memorial Coliseum 33,549/ 33,549 $3 623 790
13 marzo 2009 Newark Prudential Center 33,535/ 33,535 $3 865,005
14 marzo 2009
16 marzo 2009 Boston TD Banknorth Garden 36,989/ 36,989 $3 645 692
18 marzo 2009 Toronto Canada Canada Air Canada Centre 37,912/ 37,912 $3 714 316
19 marzo 2009
20 marzo 2009 Montreal Bell Centre 34,709/ 34,709 $2 834 097
23 marzo 2009 Uniondale Stati Uniti Stati Uniti Nassau Veterans Memorial Coliseum N.D. conteggiato con lo spettacolo del 11 marzo 2009 conteggiato con lo spettacolo del 11 marzo 2009
24 marzo 2009 Washington Verizon Center The Pussycat Dolls 18,160/ 18,160 $1 859 147
27 marzo 2009 Pittsburgh Mellon Arena 16,146/ 16,146 $1 553 944
30 marzo 2009 Houston Toyota Center 34,951/ 34,951 $3 488 360
31 marzo 2009 Dallas American Airlines Center 35,243/ 35,243 $4 129 863
2 aprile 2009 Kansas City Sprint Center 16,872/ 16,872 $1 567 486
3 aprile 2009 Minneapolis Target Center 17,694/ 17,694 $1 420 032
6 aprile 2009 Edmonton Canada Canada Rexall Place 17,109/ 17,109 $1 422 220
8 aprile 2009 Vancouver GM Place 18,040/ 18,040 $1 552 132
9 aprile 2009 Tacoma Stati Uniti Stati Uniti Tacoma Dome 21,828/ 21,828 $1 694 410
11 aprile 2009 Sacramento ARCO Arena 15,975/ 15,975 $1 293 323
12 aprile 2009 San Jose HP Pavilion at San Jose 17,869/ 17,869 $1 834 352
14 aprile 2009 Salt Lake City EnergySolutions Arena 17,095/ 17,095 $1 076 551
16 aprile 2009 Los Angeles Staples Center 52,448/ 52,448 $5 225 599
17 aprile 2009
19 aprile 2009 Anaheim Honda Center 32,582/ 32,582 $3 081 963
20 aprile 2009
22 aprile 2009 Oakland Oracle Arena 17,694/ 17,694 $1 310 285
24 aprile 2009 Glendale Jobing.com Arena 17,005/ 17,005 $1 769 063
25 aprile 2009 Las Vegas MGM Grand Garden Arena 34,527/ 34,527 $4 195 210
28 aprile 2009 Rosemont Allstate Arena 48,637/ 48,637 $3 917 002
29 aprile 2009
30 aprile 2009 Columbus Jerome Schottenstein Center 17,221/ 17,221 $1 434 383
2 maggio 2009 Montville Mohegan Sun Arena 18,611/ 18,611 $2 349 446
3 maggio 2009
5 maggio 2009 Montréal Canada Canada Bell Centre Girlicious conteggiato con lo spettacolo del 20 marzo 2009 conteggiato con lo spettacolo del 20 marzo 2009
Europa[54][55]
3 giugno 2009 Londra Regno Unito Regno Unito The O2 Arena Ciara 139,778/ 139,778 $11 559 306
4 giugno 2009
6 giugno 2009
7 giugno 2009
10 giugno 2009
11 giugno 2009
13 giugno 2009
14 giugno 2009
17 giugno 2009 Manchester Manchester Evening News Arena N.D. 18,600/ 18,600 $910 291
19 giugno 2009 Dublino Irlanda Irlanda The O2 N.D. conteggiato con gli spettacoli che vanno dal 3 al 14 giugno 2009
20 giugno 2009
4 luglio 2009 Parigi Francia Francia Palais omnisports de Paris-Bercy Sliimy N.D. N.D.
5 luglio 2009
6 luglio 2009
9 luglio 2009 Anversa Belgio Belgio Sportpaleis Antwerp N.D.
11 luglio 2009 Copenaghen Danimarca Danimarca Parken Stadium DJ Havana Brown 44,821/ 44,821 $4 928 523
13 luglio 2009 Stoccolma Svezia Svezia Ericsson Globe N.D. N.D.
14 luglio 2009
16 luglio 2009 Helsinki Finlandia Finlandia Helsinki Olympic Stadium 13,567/ 13,567 $1 341 469
19 luglio 2009 San Pietroburgo Russia Russia Ice Palace N.D. N.D.
21 luglio 2009 Mosca Stadio Olimpico
26 luglio 2009 Berlino Germania Germania O2 World Cascada
Nord America[56]
20 agosto 2009 Hamilton Canada Canada Copps Coliseum Kristina DeBarge, Girlicious, One Call 16,629/ 16,629 $943 852
21 agosto 2009 Ottawa Scotiabank Place 15,883/ 15,883 $1 071 229
24 agosto 2009 New York Stati Uniti Stati Uniti Madison Square Garden Jordin Sparks, Kristina DeBarge, One Call 53,356/ 53,356 $3 814 089
25 agosto 2009
26 agosto 2009
29 agosto 2009 Boston TD Banknorth Garden conteggiato con lo spettacolo del 16 marzo 2009 conteggiato con lo spettacolo del 16 marzo 2009
30 agosto 2009 Philadelphia Wachovia Center Kristina DeBarge, One Call 17,641/ 17,641 $1 165 725
1 settembre 2009 Orlando Amway Arena Jordin Sparks, Kristina De Barge 16,408/ 16,408 $687 437
2 settembre 2009 Miami American Airlines Arena conteggiato con lo spettacolo del 7 marzo 2009 conteggiato con lo spettacolo del 7 marzo 2009
4 settembre 2009 Atlanta Philips Arena conteggiato con lo spettacolo del 5 marzo 2009 conteggiato con lo spettacolo del 5 marzo 2009
5 settembre 2009 Greensboro Greensboro Coliseum Complex 10,813/ 10,813 $559 862
8 settembre 2009 Detroit The Palace of Auburn Hills 12,572/ 12,572 $935 772
9 settembre 2009 Rosemont Allstate Arena conteggiato con lo spettacolo del 28 e 29 aprile 2009 conteggiato con lo spettacolo del 28 e del 29 aprile 2009
11 settembre 2009 Des Moines Wells Fargo Arena 10,397/ 10,397 $525 479
12 settembre 2009 Grand Forks Alerus Center 12,713/ 12,713 $849 983
15 settembre 2009 Tulsa BOK Center 16,930/ 16,930 $794 596
16 settembre 2009 Houston Toyota Center conteggiato con lo spettacolo del 30 marzo 2009 conteggiato con lo spettacolo del 30 marzo 2009
18 settembre 2009 Dallas American Airlines Center conteggiato con lo spettacolo del 31 marzo 2009 conteggiato con lo spettacolo del 31 marzo 2009
19 settembre 2009 Bossier City CenturyTel Center Kristina DeBarge 10,240/ 10,240 $610 818
21 settembre 2009 El Paso Don Haskins Center Jordin Sparks, Kristina DeBarge 11,531/ 11,531 $928 907
23 settembre 2009 Los Angeles Staples Center conteggiato con gli spettacoli del 16 e 17 aprile 2008 conteggiato con lo spettacolo gli spettacoli del 16 e 17 aprile 2009
24 settembre 2009 San Diego San Diego Sports Arena 11,845/ 11,845 $608 300
26 settembre 2009 Las Vegas Mandalay Bay Events Center conteggiati con lo spettacolo del 25 aprile 2009 conteggiati con lo spettacolo del 25 aprile 2009
27 settembre 2009
Australia[57]
6 novembre 2009 Perth Australia Australia Burswood Dome DJ Havana Brown 18,272/ 18,272 $874 568
7 novembre 2009 N.D. N.D.
11 novembre 2009 Melbourne Rod Laver Arena
12 novembre 2009
13 novembre 2009
16 novembre 2009 Sydney Acer Arena 69,640/ 69,640 $9 085 822
17 novembre 2009
19 novembre 2009
20 novembre 2009
22 novembre 2009 Brisbane Brisbane Entertainment Centre 29,457/ 39,876 $4 053 770
24 novembre 2009
25 novembre 2009
27 novembre 2009 Melbourne Rod Laver Arena N.D. N.D.
29 novembre 2009 Adelaide Adelaide Entertainment Center
TOTALE 1,308,080/ 1,321,892 (99%) $118 727 278

Show Cancellati[modifica | modifica sorgente]

Data Città Nazione Luogo
24 luglio 2009 Varsavia Polonia TWKS
28 luglio 2009 Milano Italia Mediolanum Forum

Staff[modifica | modifica sorgente]

  • Direttore del Tour: Jamie King[58]
  • Direttore Musicale: Simon Ellis[58]
  • Coreografi: JaQuel Knight, Britney Spears, Chase Benz, Tony Testa, Dreya Weber,[58] Rujuta Vaidya[59]
  • Ballerini: Jose Omar, Willie Gomez, Jonathan "J-Boogie" Rabon, Chase Benz, Jia Huang, Laura Edwards, George Jones JR, Luke Broadlick, Tiana Brown, Justin de Vera, Valerie "Rais" Moise, Marc "Marvelous" Inniss, Ava "Ava Flave" Berstine, Tye Myers, JP San Pedro, Devon Jameson.
  • Managers: Larry Rudolph, Adam Leber
  • Costume design: Dsquared2, The Blonds, David Alexander, Catriona Mackechnie
  • Stilista: William Baker
  • Tour promoter: AEG Live
  • Tour Sponsor: Virgin Mobile

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://britneyseek.blogspot.com/2010/05/i-segreti-del-circus-tour.html
  2. ^ Britney Spears plans to tour again | Stuff.co.nz
  3. ^ Britney Spears' tour return - Boston.com
  4. ^ Britney Spears Reportedly Signs Deal With AEG Live To Produce Tour - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  5. ^ Spears' Circus Tour Picks Up Madonna Choreographer As Father's Financial Hold Grows Stronger | Music News | Rolling Stone
  6. ^ Home-grown star to show Britney's other side - Music - Entertainment
  7. ^ Britney to sing in Oz - Music - Entertainment - smh.com.au
  8. ^ Britney Spears world tour to come to UK - Telegraph
  9. ^ Britney Spears To Kick Off Circus Tour In March - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  10. ^ Pussycat Dolls 'Jumped' When They Found Out They're Touring With Britney Spears, Hope To Collaborate On Track - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  11. ^ a b c Britney Spears Adds Circus Tour Dates Thanks To Strong Sales - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  12. ^ http://www.britneyspears.com/2009/04/britney-spears-announces-european-tour.php
  13. ^ http://www.britneyspears.com/2009/04/updated-tour-announcement-eastern-european-dates-added.php
  14. ^ http://www.britneyspears.com/2009/06/breaking-news-britney-brings-tour-to-australia.php
  15. ^ http://www.britneyspears.com/2009/06/breaking-news-britney-spears-tour-returns-to-north-america.php
  16. ^ Twitter / AdamLeber: Always hate to pass along bad
  17. ^ Information Not Found | Billboard.com
  18. ^ Acrobats, magicians and a bit of erotica: Britney Spears’ ‘Circus’ opens in New Orleans - latimes.com
  19. ^ Music Review - Britney Spears - ‘Circus’ Tour Comes to Nassau Coliseum, Emphatically - NYTimes.com
  20. ^ http://www.sacbee.com/2009/04/10/1771678/review-spears-emerges-master-not.html
  21. ^ Britney Spears at the O2 Arena, review - Telegraph
  22. ^ CONCERT REVIEW: Britney Yet to Hit Stride - Music News, Britney Spears : People.com
  23. ^ Britney Spears Fits Just About Everything Into First Circus Tour Stop - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  24. ^ Brit only a modest hit | Columnists | Opinion | Toronto Sun
  25. ^ http://www.hollywoodreporter.com/hr/music-reviews/concert-review-britney-spears-1003963766.story
  26. ^ Britney Spears, Jessica Simpson concerts on same night - Tampa Bay Times
  27. ^ http://www.ticket-center.com/venue-info/American-Airlines-Arena-~-FL/56.html
  28. ^ Britney’s #1 In North America While AC/DC Conquers The World | Pollstar
  29. ^ http://www.britneyspears.com/2009/07/exclusive-pics-copenhagen.php
  30. ^ Hot Tours: U2, AC/DC, Britney Spears | Billboard.com
  31. ^ Britney Spears lip-synch | 2009 Circus tour
  32. ^ http://www.billboard.com/#/events/hot-tours-britney-spears-bruce-springsteen-1004050137.story
  33. ^ Best of the 2000s: The Decade In Charts and More | Billboard.com
  34. ^ Best of the 2000s: The Decade In Charts and More | Billboard.com
  35. ^ The Pollstar Top 50 | Pollstar
  36. ^ http://www.pollstarpro.com/SpecialFeatures2009/2009YearEndTop50WorldwideConcertTours.pdf
  37. ^ Australian Officials Target Britney Spears's Lip-Synching - Music News, Britney Spears : People.com
  38. ^ Tickets to carry warning that singers will mime on stage after Britney Spears controversy | thetelegraph.com.au
  39. ^ Disgruntled fans walk out on Britney Spears concert in Perth | Adelaide Now
  40. ^ Cookies must be enabled. | The Australian
  41. ^ Britney Spears publicity machine fires back at critics
  42. ^ BBC NEWS | Entertainment | Spears speaks out over miming row
  43. ^ Britney's fizzle 'fabricated' | The Courier-Mail
  44. ^ Pussycat Dolls Warm Up New Orleans Crowd For Britney Spears - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  45. ^ Pussycat Dolls On Joining Britney Spears' 'Amazing' Circus - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  46. ^ Music - | MyCentralJersey.com | mycentraljersey.com
  47. ^ Jordin Sparks Joins Britney Spears' Circus Tour - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  48. ^ a b c http://www.britneyspears.com/2009/08/breaking-news-jordin-sparks-added-as-opening-act.php
  49. ^ Havana Brown in a spin for Britney Spears as DJ | Perth Now
  50. ^ Perezcious Music: Perez Hilton's new record label - The Week
  51. ^ Verkündet: Cascada offizieller Support-Act für Britney Spears - News - TechnoBase.FM
  52. ^ Britney Spears posts 2009 Circus Tour setlist online in NME, IPC MEDIA, 3 marzo 2009. URL consultato il 5 marzo 2009.
  53. ^ http://www.britneyspears.com/2009/07/the-new-number-is.php
  54. ^ a b http://www.britneyspears.com/tour/
  55. ^ (SV) Extra Sverige-konsert med Britney Spears, Expressen, 20 maggio 2009. URL consultato il 20 maggio 2009.
  56. ^ (EN) Breaking News: Britney Spears' Tour Returns to North America, BritneySpears.Com, 10 giugno 2009. URL consultato il 10 giugno 2009.
  57. ^ http://www.britneyspears.com/2009/07/huge-demand-for-australian-tickets.php
  58. ^ a b c Meet the Tour Team in Spears Official Website, Brandcasting Unlimited., 12 gennaio 2009. URL consultato il 15 gennaio 2009.
  59. ^ Brit Choreographer Brings Bollywood to the Oscars in Spears Official Website, Brandcasting Unlimited., 22 febbraio 2009. URL consultato il 28 febbraio 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Britney Spears Portale Britney Spears: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Britney Spears