The Broadsword and the Beast

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Broadsword and the Beast
Artista Jethro Tull
Tipo album Studio
Pubblicazione 10 aprile 1982
Durata 38 min : 46 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Rock progressivo
Progressive folk
Etichetta Chrysalis
Produttore Ian Anderson, Paul Samwell-Smith
Registrazione 1981-1982, Maison Rouge, Londra, Inghilterra
Note Ristampato nel 2005 con 8 bonus tracks
Jethro Tull - cronologia
Album precedente
(1980)
Album successivo
(1984)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 1.5/5 stelle
(1982)
Allmusic 2/5 stelle
(2005)
Rolling Stone 3/5 stelle
George Starostin 12/15 stelle[1]
« So stand as one defiant yes, and let your voices swell. Stare that beastie in the face and really give him hell. »
(da "Beastie")
« I see a dark sail on the horizon set under a black cloud that hides the sun. »
(da "Broadsword")

The Broadsword and the Beast è un album della band progressive rock inglese Jethro Tull, pubblicato nel 1982.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

The Broadsword and the Beast (noto anche semplicemente come Broadsword) nacque in un certo senso come risposta da parte di Ian Anderson alle critiche negative ricevute per il precedente album, A. Effettivamente i fans di vecchia data non apprezzarono particolarmente il radicale cambio di suono di quel disco, allontanatosi forse eccessivamente dagli ormai classici e tradizionali elementi che resero celebre la band nei primi anni settanta. Fu necessario un nuovo cambio, seppur parziale, all'interno dei membri del gruppo. Alla batteria si segnala l'arrivo di Gerry Conway mentre alle tastiere è di assoluto rilievo l'entrata in scena di Peter-John Vettese che contribuirà non poco alla realizzazione del nuovo album.

Nel 2005 è uscita una nuova versione di Broadsword contenente ben 8 tracce bonus, tralasciate nella versione in vinile per ovvie ragioni di spazio.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le canzoni sono state scritte da Ian Anderson.

  1. Beastie – 3:58
  2. Clasp – 4:18
  3. Fallen on Hard Times – 3:13
  4. Flying Colours – 4:39
  5. Slow Marching Band – 3:40
  6. Broadsword – 5:03
  7. Pussy Willow – 3:55
  8. Watching Me Watching You – 3:41
  9. Seal Driver – 5:10
  10. Cheerio – 1:09
    • Bonus track aggiunte nella rimasterizzazione del 2005:
  11. Jack Frost and the Hooded Crow – 3:22
  12. Jack A Lynn – 4:40
  13. Mayhem Maybe – 3:06
  14. Too Many Too – 3:28
  15. Overhang – 4:29
  16. Rhythm in Gold – 3:08
  17. I Am Your Gun – 3:19
  18. Down at the End of Your Road – 3:31

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • I simboli runici intorno ai bordi della copertina vengono da un sistema di rune usato da JRR Tolkien nel Signore degli Anelli. Le parole sono, tuttavia, in inglese: il testo di apertura di Broadsword ("I see a dark sail on the horizon, set under a black cloud that hides the sun. Bring me my broadsword and clear understanding. Bring me my cross of gold as a talisman").
  • Nella versione originale i due lati si chiamano rispettivamente come le canzoni d'apertura (Beastie e Broadsword).

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Recensione di George Starostin
Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo