The Book of the Law

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Book of the Law
Autore Aleister Crowley
1ª ed. originale 1904
Genere testo esoterico
Lingua originale inglese

Il "Liber AL vel Legis sub figura CCXX come dettato da XCIII=418 a DCLXVI", conosciuto maggiormente come "Liber AL vel Legis", The Book of the Law o italianizzato "Il Libro della Legge", scritto da Aleister Crowley nel 1904, è il principale testo sacro del Thelema.

È un testo tripartito di natura spirituale e trascendentale che si fonda su un'unica Legge la cui parola è Thelema (in greco θέλημα, usata principalmente nella versione greca della Bibbia con significato di "volontà"[1]). Tale Legge (talvolta vissuta come una filosofia di vita o una religione) si può riassumere in tre versi dello stesso Libro, che designano il conseguimento stesso:

  • Fai ciò che vuoi sarà tutta la legge;
  • Amore è la legge, amore sotto la volontà;
  • Non vi è altra legge oltre Fai ciò che vuoi.

Il Libro della Legge sarebbe stato comunicato da un'entità preterumana, chiamata Aiwass, nell'aprile 1904 nelle date dell'8, 9 e 10. La comunicazione avrebbe avuto luogo attraverso Soror Ouarda (Rose Edith Kelly, moglie di Aleister Crowley). Successivamente Crowley identificò Aiwass come il suo Santo Angelo Guardiano. Il Libro della Legge si compone di 3 capitoli ed ogni capitolo è l'espressione di una Divinità: Nuit, Hadit e Ra-Hoor-Khuit. Nuit è anche definito "Infinito Spazio di Infinite Stelle" e può essere individuato nel Tutto ed il Potenziale che ci circonda. Hadit è la fiamma che brucia nel cuore di ogni stella, ossia dentro ogni Uomo e Donna. Ra-Hoor-Khuit è il bambino coronato e conquistatore che deriva dall'unione di questi due principi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni 1:12-13