Storia di una ladra di libri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da The Book Thief)
Storia di una ladra di libri
Ladradilibri.JPG
Sophie Nélisse in una scena del film
Titolo originale The Book Thief
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2013
Durata 131 minuti
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Brian Percival
Soggetto Markus Zusak (romanzo)
Sceneggiatura Michael Petroni
Produttore Ken Blancato, Karen Rosenfelt
Produttore esecutivo Redmond Morris
Casa di produzione 20th Century Fox, Studio Babelsberg
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Fotografia Florian Ballhaus
Montaggio John Wilson
Effetti speciali Endres Löber, Mark E. Raymond, Thomas Thiele
Musiche John Williams
Scenografia Simon Elliott
Costumi Anna B. Sheppard
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Storia di una ladra di libri (The Book Thief) è un film del 2013 diretto da Brian Percival, con protagonisti Sophie Nélisse, Geoffrey Rush ed Emily Watson.

La pellicola è la trasposizione cinematografica del romanzo La bambina che salvava i libri di Markus Zusak, scritto nel 2005.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film è ambientato durante la Seconda guerra mondiale. Protagonista della pellicola è la giovane Liesel Meminger, ragazza che viene abbandonata dalla madre e adottata da Hans e Rosa Hubermann. Trasferita in una nuova città, Liesel viene presa in giro perché non sa leggere e l'unico a stargli vicino è il suo unico amico Rudy, che è segretamente innamorato di lei. La ragazza, però, anche se non sa leggere, ama follemente i libri e, col tempo, impara a leggere grazie ad Hans.

Con lo scoppio della guerra e con la promulgazione delle leggi razziali la quiete della famiglia viene sconvolta. I Nazisti bruciano tutti i libri che hanno a loro dire "inquinato" la Germania. In tale frangente, si scopre anche che la madre di Liesel è una comunista e proprio per questo ha deciso di abbandonare il paese. Ad aggravare ancora di più la situazione, è l'arrivo di un ebreo di nome Max a casa della famiglia adottiva della ragazza. La famiglia lo accoglie in virtù di una promessa fatta da Hans al padre di Max durante la Prima guerra mondiale ma ovviamente è costretta a tenere la sua presenza segreta.

Max sarà fondamentale per la crescita di Liesel, stimolando la sua creatività, ad esempio chiedendole di descrivere con parole proprie il tempo meteorologico fuori dalla cantina in cui è nascosto.

L'aggravarsi della guerra e l'attacco alla città dove vivono i protagonisti porterà solo altro dolore nel cuore della protagonista.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Con un budget di 19 milioni di dollari[1], le riprese del film iniziano il 28 febbraio e terminano il 15 aprile 2013[2] e si svolgono in Germania tra Berlino, Görlitz e gli Studios Babelsberg di Potsdam[3].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il primo trailer del film viene diffuso il 21 agosto 2013[4].

La pellicola è stata distribuita nelle sale statunitensi a partire dal 15 novembre 2013, mentre nelle sale italiane il 27 marzo 2014[5]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Al 10 aprile 2014 il film ha incassato 74 milioni di dollari in tutto il mondo[6], mentre in Italia è arrivato a 2.162.007 €.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.the-numbers.com/movie/Book-Thief-The#tab=summary
  2. ^ (EN) Riprese, IMDb Official Site. URL consultato il 21-08-2013.
  3. ^ (EN) Location, IMDb Official Site. URL consultato il 21-08-2013.
  4. ^ (IT) Trailer, badtaste.it. URL consultato il 21-08-2013.
  5. ^ Al cinema la Storia di una ladra di libri, ansa.it, 27 gennaio 2014. URL consultato il 28 marzo 2014.
  6. ^ http://boxofficemojo.com/movies/?id=bookthief.htm

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema