That's Not Me

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
That's Not Me
Artista The Beach Boys
Autore/i Brian Wilson
Tony Asher
Genere Rock psichedelico
Art rock
Pop rock
Pubblicazione
Incisione Pet Sounds
Data 1966
Etichetta Capitol Records
Pet Sounds – tracce
Precedente Successiva
You Still Believe in Me Don't Talk (Put Your Head on My Shoulder)

That's Not Me ("Quello non sono io") è un brano musicale del gruppo statunitense The Beach Boys ed è la terza traccia dell'album Pet Sounds pubblicato nel 1966.

Il brano[modifica | modifica sorgente]

That's Not Me è una brano pop rock influenzato dalle droghe psichedeliche che nel periodo 1965-66 ispirarono Brian Wilson ad uno stile di scrittura maggiormente introspettivo.[1] La traccia vocale principale venne cantata da Mike Love e Brian Wilson.[2] Nel corso dell'intero brano è presente il suono dell'organo in maniera massiccia, specialmente all'inizio. L'arrangiamento minimale e le strutture armoniche abbastanza semplici, sono in contrasto con il resto del materiale presente sull'album, ma ugualmente rivoluzionarie.[3] La canzone è una sorta di pezzo di musica pop sperimentale d'avanguardia, con una struttura alquanto insolita.[4]

A differenza di tutte le altre canzoni di Pet Sounds, questa traccia vede la presenza dei Beach Boys agli strumenti; infatti per le incisioni finali dei brani, Brian ormai utilizzava musicisti di studio sin dai tempi di Today!. Brian Wilson suona l'organo, Carl Wilson la chitarra, e Dennis Wilson la batteria. Al Jardine è stato poi accreditato per aver suonato il tamburello, mentre Mike Love canta accompagnato dai restanti membri del gruppo in sottofondo.

Tuttavia, nonostante Dennis Wilson sia stato accreditato per avere suonato la batteria nel pezzo, alcune fonti suggeriscono che invece sia stato Hal Blaine il batterista.[5] Nel 1976, Brian rivelò: «Penso che That's Not Me riveli molto di me stesso, solo l'idea che ci si guardi allo specchio e si dica: "Ehi, ora guarda, quello non sono io, come una sorta di punto di vista esterno con te stesso che ti fa dire: Questo sono io, ma allo stesso tempo non sono io».[6]

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ J. DeRogatis, Turn On Your Mind: Four Decades of Great Psychedelic Rock (Milwaukie, Michigan: Hal Leonard, 2003), ISBN 0634055488, p. 34.
  2. ^ Stewart Mason review, Allmusic.
  3. ^ Jim Fusilli, Pet Sounds,(Continuum International Publishing Group 2005), ISBN 0826416705, p.55.
  4. ^ Jim Fusilli, Pet Sounds,(Continuum International Publishing Group 2005), ISBN 0826416705, p.56.
  5. ^ Jim Fusilli, Pet Sounds,(Continuum International Publishing Group 2005), ISBN 0826416705, p.55-56.
  6. ^ Brad Elliott, Pet Sounds Track Notes, beachboysfanclub.com, 31 agosto 1999. URL consultato il 3 marzo 2009.
  7. ^ Non è ben certo lo specifico modello di organo suonato da Brian Wilson nella traccia.
  8. ^ a b Non è ben certo se sia Dennis Wilson o Hal Blaine a suonare la batteria su questa traccia.
  9. ^ a b Non è ben certo se sia Al Jardine o Terry Melcher a suonare il tamburello in questa traccia.
  10. ^ È possibile che le temple block siano state suonate da Hal Blaine in questa traccia.