Thalassarche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Thalassarche
Immagine di Thalassarche mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Procellariiformes
Famiglia Diomedeidae
Genere Thalassarche

Reichenbach, 1853

Sinonimi

Diomedea (partim)

Specie

Il genere Thalassarche Reichenbach, 1853, della famiglia dei Diomedeidi, comprende quelle specie di albatro di medie dimensioni note con il nome di mollymawk. Talvolta con quest'ultimo termine vengono indicati erroneamente anche i membri del genere Phoebetria, i cosiddetti albatri fuligginosi. L'areale dei mollymawk è ristretto all'emisfero australe, dove sono le specie di albatro più comuni. Questi uccelli sono stati considerati a lungo appartenenti allo stesso genere dei grandi albatri, Diomedea, ma uno studio del loro DNA mitocondriale ha dimostrato che formano un taxon monofiletico imparentato con gli albatri fuligginosi e sono stati perciò riclassificati in un genere a parte[1].

Il piumaggio dei mollymawk è stato paragonato a quello di un gabbiano, con il dorso, il mantello e la coda nero scuro e la testa, il sottoala e il ventre più chiari. La testa di alcune specie è spesso di color grigio leggermente scuro o presenta zone scure attorno agli occhi. Il becco può essere arancio, giallo o scuro con alcune linee giallo brillante, a seconda delle specie.

Il termine mollymawk, coniato nel XVII secolo, è l'adattamento inglese della traduzione tedesca dell'olandese Mallemugge, malmok, che significa gabbiano (mok) stupido (mal).

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Genere Thalassarche

La specie fossile Thalassarche thyridata, nota solamente a partire da un frammento di cranio risalente al Miocene Superiore e ritrovato nel Victoria, in Australia, mostra che il genere era già separato dagli albatri fuligginosi 10 Ma[1].

L'Isola di Mollymawk, nei pressi della Georgia del Sud, prende il nome da questi uccelli.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Nunn, Gary B.; Cooper, John; Jouventin, Pierre; Robertson, Chris J. R. & Robertson Graham G. (1996): Evolutionary relationships among extant albatrosses (Procellariiformes: Diomedeidae) established from complete cytochrome-b gene sequences. Auk 113(4): 784-801. PDF fulltext

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli